Milano a valanga contro il Bozen. Stasera Caldaro e “Datti all’Hockey”

(com. stampa HC Milano) – L’Hockey Milano Rossoblu centra la seconda vittoria consecutiva in campionato e supera brillantemente l’ostacolo EV Bozen 84 con un roboante 14-0. A firmare la goleada milanese il poker di Matt Dias, settima rete in due partite per l’attaccante canadese, le doppiette di Andrea Delfino e Michael Mazzacane e le marcature di Peter Wunderer, Kyle Hood, Francesco Borghi, Marco Raymo, Daniel Peruzzo e Manuel Lo Presti.

Una supremazia netta quella degli uomini allenati da Massimo Da Rin emersa già nel primo periodo chiuso con i rossoblu (senza capitan Tomasello, Migliore, Boldo e Migliavacca) avanti per 3-0. Ad aprire le danze al 14.36 il primo gol stagionale di Peter Wunderer su assist di Re. Pochi secondi di gioco e arriva il raddoppio messo a segno da Delfino, bravo a deviare un tiro di Hood. Al 18.06 il match si mette definitivamente in discesa per il Milano con il tris di Michael Mazzacane a sancire l’evidente superiorità rossoblu.

Nel drittel centrale Della Bella lascia la difesa della porta a Mattia Mai e il Milano è impeccabile a chiudere presto i conti. A salire in cattedra e ad entrare definitivamente nel cuore dei tifosi milanesi, dopo la tripletta nel debutto casalingo, è Matt Dias con l’attaccante canadese che impiega ’solo’ dieci minuti per realizzare il poker personale. Ad intervallare le quattro marcature di Dias arrivano anche il secondo gol di Delfino e la prima rete ufficiale in maglia rossoblu di Kyle Hood che portano il Milano sul 9-0. Sul finire del periodo gioie personali anche per i difensori Francesco Borghi, che porta il risultato in doppia cifra, e per Marco Raymo.

L’ultimo periodo è utile solo per gli almanacchi con la sirena finale a decretare il definitivo 14-0 per l’Hockey Milano Rossoblu e per le statistiche personali con la seconda marcatura della serata per Michael Mazzacane e per le reti finali di Daniel Peruzzo e Manuel Lo Presti.

Una vittoria netta come non si è mai vista nella storia dell’Hockey Milano Rossoblu, ma che non deve illudere troppo l’ambiente milanese. Il cammino è lungo ed appena iniziato, ora bisogna già pensare al prossimo avversario che risponde al nome di SV Caldaro. L’appuntamento è per domenica 10 ottobre allo Stadio Agorà con inizio partita alle ore 19.00.

EV Bozen 84 – Hockey Milano Rossoblu 0-14 (0-3; 0-8; 0-3)
14.36 Wunderer, 15.00 Delfino, 18.06 Mazzacane, 23.20 Dias in sup.num., 25.48 Dias, 26.33 Delfino, 29.52 Dias, 32.08 Hood, 33.19 Dias, 37.17 Borghi, 38.22 Raymo, 49.37 Mazzacane, 54.59 Peruzzo, 55.20 Lo Presti

(com. stampa EV Bozen ’84) – Nessun in casa EV avrebbe mai trasudato l’arroganza da pensare che la stagione non sarebbe stata costellata da sconfitte. Ma se il debutto in A2 contro l’Appiano era da considerare tutto sommato positivo per la reazione della squadra all’impeto degli avversari, l’HC Milano ha messo a nudo tutte le difficoltà dei Weasels.

Prima dell’inizio della stagione pochi avevano inserito il Milano nell’elenco delle favorite. Ebbene, dopo la chiara vittoria contro il Merano ecco che spazzano via la matricola con un perentorio 14:0.
Se la memoria non inganna, è la sconfitta più pesante mai incassata da una prima squadra dell’EVB. E’ dire che tutto il peso della sconfitta sta tutto nella frazione centrale. Il primo e il terzo tempo con 3 marcature ciascuno sono accettabili atteso che l’obiettivo della squadra è quello dia rginare gli avversari prima di essersi abituata alla nuova situazione.
Il debutto casalingo lo è per modo di dire. La Sill non ha ancora ricevuto il placet della Federazione, quindi l’EVB si autoconfina a Vipiteno. La partita non inzia male per i padroni di casa, Della Bella a guardia della porta del Milano ha le sue occasioni per far vedere di che pasta è fatto. I Weasels tengono fino al 15°. La prima rete degli ospiti è come un presagio funesto: Peter Wunderer scaglia il disco verso la porta di Profanter da poszione defilata e quindi senza pretese. Il disco però si insacca inspiegabilmente al sette alla sinistra del goalie biancoblu. Tutta la squadra è talmente frastornata che 20 secondi scarsi assiste, immobile, al raddoppio da parte di Andrea Delfino. La terza marcatura ad opera di Michael Mazzacane a due minuti dal termine della prima frazione non è un dramma per l’entità, ma comunque indicativa perché sottolinea l’incapacità dei Weasels di alleggerire la pressione attaccando a loro volta. L’attacco, infatti, rimane sterile e senza idee. La disfatta è tutta nel secondo tempo frutto di errori madornali nel comportamento difensivo di tutta la squadra. Non a caso alla fine della partita lo score segnerà una differenza tiri di 9:33 a favore dei lombardi. Milano molto cinico comunque che riesce a sfruttare il 40% delle proprie occasioni (!). L’affondamento dei Weasels si legge così: Matt Dias (3:20), Matt Dias (5:48 ), Andrea Delfino (6:33), Matt Dias (9:52), Kyle Hood (12:08 ), Matt Dias (13:19), Francesco Borghi (17:17), Marco Raymo (18:22) per un secco 11 a 0 dopo quaranta minuti. Matt „Buenos“ Dias è una costante spina nel fianco dei padroni di casa che si permettono il lusso di lasciare lo slot davanti alla propria porta agli ospiti che si incuneano senza grandi problemi riuscendo a sporcare una serie di tiri che spesso diventano imprendibili per Profanter. Questo lascia la gabbia dopo il decimo sigillo. Della Bella aveva fatto posto a Mattia Mai già prima . Anche A Fabian Obexer non tocca sorte migliore però. Meno di 60 secondi dal suo ingresso si ritrova infilato anche lui.
Nel terzo finale il Milano tira i remi in barca e i Weasels si ritrovano un paio di ghiotte occasioni. Non è proprio serata però. Solo una traversa secca colpita da Franz Josef Plankl lascia il segno. Il Milano invece arrotonda con Michael Mazzacane (9:37), Daniel Peruzzo (14:59) e Manuel Lo Presti (15:20). E’ vero che il Milano non si è ritrovato davanti un avversario in grande spolvero questa sera, ma non crediamo di sbagliare affermando che parecchi avversari dovranno mettersi in guardia dal suo gioco diretto e senza fronzoli. Ai Weasels rimane la considerazione che c’è ancora parecchio da fare. L’importante è non abbassare mai la testa.

____________________________________________

Sulla strada del Milano l’ostacolo Caldaro!

(com. stampa HC Milano) – Con la netta vittoria ottenuta contro l’EV Bozen 84, l’Hockey Milano Rossoblu si ritrova a punteggio pieno dopo due giornate di campionato. Due vittorie meritate sul ghiaccio e molto importanti per trasmettere fiducia ed entusiasmo all’intero ambiente rossoblu, ma due vittorie che allo stesso tempo non devono illudere la formazione allenata da Massimo Da Rin. La stagione è appena iniziata e il cammino che attende Tomasello e compagni è ancora lungo e pieno di ostacoli da superare.

Il prossimo per l’Hockey Milano Rossoblu si chiama SV Caldaro nella 3° giornata di campionato in programma domenica 10 ottobre allo Stadio del Ghiaccio Agorà con inizio alle ore 19. I tifosi rossoblu sono chiamati a raccolta, vista anche la mancanza di altri appuntamenti sportivi a Milano, per sostenere i ragazzi di Da Rin alla ricerca del terzo successo consecutivo.

In un collettivo che si sta esprimendo su buoni livelli, da segnalare le prestazioni personali di Matt Dias, con l’attaccante canadese perfetto terminale offensivo con 7 reti in due partite, Edoardo Caletti, contro il Bozen autore di 7 assist, Perry Johnson e Kyle Hood, in grado di trasmettere sicurezza e tranquillità all’intero reparto difensivo, giusto per citarne alcuni. Sulla strada del Milano un SV Caldaro reduce dalla sconfitta casalinga per 4-2 contro l’SSI Vipiteno e con l’obiettivo di centrare i primi punti della stagione.

La società ricorda, infine, che domenica sarà ancora possibile sottoscrivere l’Abbonamento e le Tessere Rosse/Blu valevoli per la Stagione Sportiva 2010-2011 e sarà riproposta l’iniziativa “Datti all’Hockey“, presentandosi alle casse dello Stadio Agorà sarà possibile ricevere un biglietto gratuito a fronte di un biglietto acquistato dicendo la frase “Datti all’Hockey”. Per ulteriori informazioni iscriversi al gruppo Facebook “Datti all’Hockey”.

3° Giornata – Regular Season – Campionato Italiano Serie A2

Domenica 10 ottobre – ore 19.00
Hockey Milano Rossoblu – SV Caldaro
Stadio del Ghiaccio Agorà

Capo Arbitro: Marco Bagozza
Giudici di Linea: Giuseppe Coceano e Michele Mancina

Tags: