Il 60° minuto: Rangers vittoriosi grazie ad un super Stepan

Sabato sul ghiaccio come d’abitudine per l’Nhl, e per quanto non si possa assolutamente dare giudizi a tre giorni dall’ inizio della stagione , Toronto Dallas e Detroit festeggiano la seconda vittoria consecutiva.

Ecco i Risultati:

Phoenix Coyotes-Boston Bruins 5-2 (1-0;3-0;1-2)
Columbus Bluejackets-San Jose Sharks 3-2OT (1-1;0-0;1-1;1-0)
NY Rangers-Buffalo Sabres 6-3 (2-0;2-1;2-2)
Ottawa Senators-Toronto Maple Leafs 1-5 (0-1;0-1;1-2)
Dallas Stars-NY Islanders 5-4SO (2-0;1-2;1-2;0-0)
Montreal Canadiens-Pittsburgh Penguins 3-2 (1-0;0-1;2-1)
New Jersey Devils-Washington Capitals 2-7 (2-1;0-4;0-2)
Atlanta Thrashers-Tampa Bay Lightning 3-5 (0-2;2-2;1-1)
Philadelphia Flyers-St Louis Blues 1-2OT (0-1;0-0;1-0;0-1)

Anaheim Duks-Nashville Predators 1-4 (0-0;1-3;0-0)
Detroit Red Wings-Chicago Blackhawks 3-2 (1-1;1-1;1-0)
Los Angeles Kings-Vancouver Cancuks 2-1SO (0-0;0-1;1-0;0-0)

Delle partite giocate seguiamo più da vicino le vittorie di Dallas, Washington e Rangers

I Rangers vincono con punteggio tennistico la prima partita stagionale, approfittando della partenza al rallenti dei Sabres e della vena realizzativa di Stepan.
Il primo gol è proprio del centro n° 21 che da pochi passi infila Miller al 10:53, cinque minuti più tardi le cose per Buffalo si complicano ulteriormente: Myers scivola dietro alla gabbia ed il disco è preda di Anisimov che serve Dubinsky che non sbaglia il 2-0.
La reazione dei Sabres è furente e nel secondo tempo scaricano ben 19 conclusioni dalle parti di Lundqvist, che si fa però trafiggere solo una volta da un missile di Leopold (Kaleta-Gaustad) che dalla blu al 11:07 lo fa secco.
Il giovane Stepan è però in serata di grazia e prima assistito da Staal al 15:08 e poi da  Avery-Girardi tre minuti più tardi realizza due gol che gli valgono la tripletta personale ed il 4-1 Rangers.
Gli ospiti nel terzo periodo spingono ancora trovando il quinto gol grazie a Christensen (Gaborik-Frolov); Buffalo cerca la disperata rimonta ed in PP con Leopold (Connolly-Stafford) al 05:40 e poi al 14:23 con Roy (Ennis-Leopold) si porta sul 5-3.
Il finale vede però l’En gol di Dubinsky (Callahan) che fissa il risultato sul 6-3.

Un Primo periodo equilibrata tra Devils e Capitals che non lasciava presagire quello che poi si è visto sul ghiaccio del Verizon Center, con i padroni di casa che hanno umiliato gli ospiti con un pesante 7-2.
New Jersey illude all’inizio il gol del vantaggio di Arnott (Langenbrunner-Elias) allo 01:49 che mette scuri pensieri nei tifosi di casa, ma le afflizioni sono di breve durata una magia di Carlson dalla blu riporta la parità un minuto più tardi.
Prima della fine del tempo sono però ancora i Devils a portarsi avanti con il gol in inferiorità numerica di Tallinder (Zubrus-Zajac).
Inizia nel secondo tempo lo spettacolo dei Capitals che nel secondo tempo capitalizzano 4 degli otto tiri scagliati verso Brodeur.
Prima pareggiano al’01:59 con Fleischmann (Semin-Carlson), il vantaggio Caps arriva dalla stecca di Ovechkin (Knuble-Carlson) quando il cronometro segna il 14:31.
Prima della fine del tempo c’è gioia anche per Chimera (Fleischmann) e ancora per Ovechkin che segna il rigore assegnatogli dagli arbitri per un ineccepibile trattenuta ai suoi danni.
I Devils in tutto questo trovano dalle parti di di Neuvirth un muro capace di parare tutte le 17 conclusioni del secondo periodo.
L’agonia ospite non è finita c’è ancora il terzo tempo e c’è spazio per altri gol, Hedberg  (subentrato a Brodeur) incassa il quinto dalla stecca di Laich in inferiorità numerica e per concludere Fehr in PP realizza il definitivo 6-3.

Stars vittoriosi in trasferta sul ghiaccio degli Islanders, ma solo i rigori danno la gioia a Morrow  e compagni.
Nel primo tempo più Islanders che Stars, ma come spesso capita sono quest’ultimi ad essere in vantaggio grazie alle reti di Benn (Richards-Ott) al 09:52 in pp e Robidas (Richards-Daley) due minuti più tardi; a fare buona guardia al risultato ci pensa Lehtonen perfetto nel primo tempo.
I padroni di casa accorciano al 06:21 in pp grazie ad una fucilata di Wisniewski (Weight-Bailey) che non lascia scampo a  Lehtonen; Gli stars però grazie ad un disco recuperato da Grossman  a centro pista colpiscono in contro piede con il gol di Morrow  (Ribeiro-Grossman).
Parte il terzo tempo e subito Di Pietro è impegnato dagli Stars ma il goalie si salva, nulla però può al 07:12 sulla deviazione volante di Morrow (Ribeiro).
I padroni di casa sotto per 4-2 spingono, trovando le reti del pareggio; la prima con un missile dalla blu di Comeau (Martinek-Bailey) al 08:45 e successivamente in PP Moulson (Nielsen-Weight) sotto porta trova il gol del 4-4, si va agli OT.
I supplementari non riservano emozioni ed allora sotto con i rigori che vedono gli Stars vincitori grazie allo shot vincente di Ribeiro.

Per concludere ecco i tre giocatori che hanno meritato la nomina a stelle della serata da parte della lega: il primo è Derek Stepan (Rangers) che con la sua prima tripletta della carriere ha steso Buffalo, la seconda è una stella già conosciuta infatti sir Alex Ovechkin è un Habituè del gol nella serata ne infila due servendo anche un assist, per finire il goalie Ilya Bryzgalov che non centra lo shutout ma con 42 parate si 40 tiri erige un vero muro contro il malcapitato attacco dei Bruins.
Meritano però di essere citate le doppiette di: Radim Vrbata (Phoenix), Nathan Horton (Boston), Brandon Dubinsky (NY Rangers), Jordan Leopold (Buffalo), Brenden Morrow (Dallas), Michael Cammalleri (Montreal), Steven Stamkos (Tampa Bay) e Valtteri Filppula (Detroit).