Al Fassa il derby del Fedaia

(com.stampa ValdiFassa)

FASSA – ALLEGHE 3 -0 (1:0)(1:0)(1:0)

Il primo derby del Fedaia tra Alleghe e Val di Fassa va in scena allo Scola di Alba di Canazei con due squadre in ripresa di condizione e di fiducia, desiderose di ben figurare, ma soprattutto di raccogliere punti pesanti per la classifica. Nei padroni di casa da segnalare il rientro di Manfroi nel reparto arretrato con Giudice appiedato per una giornato in seguito alla mega rissa di Asiago. Negli ospiti non si registrano particolari assenze.
L’inizio del match è un monologo ladino. Iori, con un pregevole wraparound, Planchensteiner, con una incursione solitaria in uno contro zero, e Wilford con un paio di violente conclusioni saggiano i riflessi del goalie svedese alleghese Tornqvist. I padroni di casa, seppur, a ritmi non troppo elevati, mantengono il possesso del puck e sbloccano la situazione con Locatin bravo a depositare in rete il rebound concesso da Tornqvist. Con il vantaggio acquisito i ladini sembrano accontentarsi e concedono metri ad un Alleghe alquanto abulico e svogliato. Anger e Scoville, al giro di boa, mettono i brividi a Doyle che si ripete poco dopo con un intervento miracoloso su Rocco.

Gli ospiti producono il massimo sforzo nelle fasi iniziali della frazione centrale. Scoville in power play e poco dopo Anger da due passi impegnano l’estremo trentino, senza sortire effetti. Il ritmo dell’incontro si mantiene soporifero con i padroni di casa che allungano per merito del marchio di fabbrica di capitan Iori. Il numero 4 ladino scende sulla destra esegue il classico wraparound e con il rovescio deposita sul palo più lontano alla sinistra di Tornqvist. Nei restanti 7 minuti da segnalare solamente il palo scheggiato da Bohac da corta distanza e la grande chance di chiudere l’incontro avuta sulla stecca di Caudron. Purtroppo per l’attaccante canadese il tocco ravvicinato, su assistenza magistrale di Edwardson, termina tra le braccia del goalie agordino.
Nei conclusivi venti minuti bisogna attendere il nono minuto per avere la prima emozione. E ‘ ancora capitan Iori ad incunearsi sul lato sinistro e impensierire Tornqvist con polsino in diagonale. L’Alleghe sembra patire l’impegno di martedì in maniera evidente e non riesce a rendersi pericoloso dalle parti di un sicurissimo Doyle. Neppure il nono power play a disposizione dei ragazzi di McKenna è utile a perforare l’estremo canadese. Anzi è Caudron a chiudere i conti con il classico sigillo a porta sguarnita. E’ stata una partita dai ritmi e toni bassi che ha vissuto di folate e di sprazzi per tutto l’incontro. I padroni di casa colgono i primi punti della stagione tra le proprie mura e guardano ai prossimi impegni con ritrovato entusiasmo ed ottimismo.

ValdiFassa – Alleghe   3-0 (1-0/1-0/1-0)

Reti:
1° periodo: 4’33     1-0     Locatin (Wilford, Planchensteiner)
2° periodo: 13’00   2-0    Iori (Bohac)
3° periodo: 18’44   3-0     Caudron (Dantone, Iori) SH EN