Lo Jaca passa il primo turno di Continental Cup

Ai tifosi del Milano di vecchia data sicuramente questo nome non suona nuovo. Il CH Jaca fu attore della Coppa Europa 1991 quando il Saima segnò la storia dell’hockey italiano arrivando poi quarta a Düsseldorf. Nel girone intermedio al Forum di Assago il Milano sconfisse gli spagnoli per 17-2 e non ebbe problemi a primeggiare contro la francese Rouen e l’olandese Utrecht.

La locandina della manifestazione

Quasi 20 anni dopo nel girone preliminare di Continental Cup il CH Aramón Jaca di Bill Wilkinson ha vinto il raggruppamento e passato il turno. E’ la seconda volta che succede dopo la partecipazione nel 2005.

Jaca s’è preparata a questo appuntamento già dalla fine della scorsa stagione ma l’organizzazione ha dovuto subito scontrarsi con il forfait all’ultimo momento dei favoriti lituani dell’Enerija Elektrenai, formazione rinnovata della cittadina di 14.000 che ha dato i natali a Darius Kasparaitis e Dainius Zubrus. I lituani non sono potuti arrivare in tempo per la prima partita poiché la compagnia low cost prenotata in precedenza è improvvisamente fallita con anche i voli per l’areoporto di Barcellona cancellati.
Agli spagnoli la strada è stata così spianata contro turchi e israeliani. Un 15-0 (con 4 reti del 21enne canadese Ouellette) contro il Bat Yam HC, squadra in periferia di Tel Aviv con la quale oltre all’americano Joshua Greenberg giocano anche israeliani nati in Kazakhstan, Uzbekistan, Francia e Russia. Significativo il fatto che il premio al miglior giocatore del Bat Yam sia stato assegnato al portiere Alexander Lashinsky nonostante 15 reti subite.
Tutto facile anche contro l’Università di Ankara, 7-1, campione nazionale che tra tanti giocatori della nazionale schiera alcuni svedesi. 

Risultati
Aramón CH Jaca – Bat Yam HC 15-0 (2-0, 7-0, 6-0)
Reti: Mathieu Ouellette (4), Desi Pérez (2), Jon Martín (2), Igor Zemchenko (2), Adrián Betrán, Jamie McKenna, Nicolas Constantineau, Jorge Valle e Iván Gracia.
Spettatori: 437
Penalità: 8-86 (2-12, 2-12, 4-62)
Tiri: 85-10 (22-1, 31-5, 32-4)
Bat Yam HC – Ankara Un. 3-8 (0-3, 1-3, 2-2)
Reti: Per il Bat Yam Levy (2) e Maklakov. Per l’Ankara Solak (3), Wallim (2), Erikson, Gustafson e Horster
Spettatori: 250
Penalità: 54-24 (38-10, 6-4, 10-10)
Tiri: 36-84 (7-18, 9-43, 20-23)
Ankara University – Aramón CH Jaca 1-7 (1-4, 0-1, 0-2)
Reti: Pérez (3), Gracia, Ouellette, Mc Kenna, Betrán. Per l’Ankara Eriksson
Spettatori: 750
Penalità: 102-67 (2-31, 34-4, 66-32)
Tiri: 34-40 (18-16, 6-17, 10-7)

Ora per gli spagnoli ci sarà l’improbo impegno in Olanda il weekend del 22 ottobre. Oltre allo Jaca si contenderanno l’accesso al turno di semifinale i padroni di casa dei Tilburg Trappers, i polacchi del Cracovia e il Kohtla-Järve Viru Sputnik (Estonia).

Jaca è una località pirenaica di 13 mila abitanti nell’Aragona 340 km a nord-ovest di Barcellona e 140 a nord di Saragozza. E’ stata candidata ad ospitare le Olimpiadi 2014, vinte da Sochi. Il club di hockey venne fondato nel 1972 e ha vinto nella sua storia 9 campionati spagnoli (5 nell’ultimo decennio) e 11 Coppe del Re.

Le partecipazioni dello Jaca alla Coppa Europa e alla Continental Cup

  • CE 16-18/10/1984 Jaca (SPA)
  • CE 11-13/10/1991 Milano (ITA)
  • CE 7-9/10/1994 Feldkirch (AUT)
  • CE 12-14/10/1996 Sheffiedld (ING)
  • CC 19-21/09/1997 Belgrado (YUG)
  • CC 1998 Jaca (SPA)
  • CC 22-24/09/2000 Miercurea Ciuc (ROM)
  • CC 21-23/09/2001 Tilburg (OLA)
  • CC 20-22/09/2002 Amsterdan (OLA)
  • CC 26-28/09/2003 Barcellona (SPA)
  • CC 24-26/09/2004 Zagabria (CRO)
  • CC, 1° round: 23-25/09/2005 Ankara (TUR)
    CC, 2° round: 14-16/10/2005 Minsk (BLR)

Tags: ,