L’Asiago vince a Pontebba, ma solo ai rigori

Pontebba – Asiago 3:4dtr (1:1)(1:1)(1:1)(0:0)(0:1)

Manca ancora un po’ all’inizio della stagione 2010/2011, ma a Pontebba stasera si respira già aria di campionato: nel nido delle Aquile arrivano infatti i campioni in carica dell’Asiago, per la penultima della serie di amichevoli allestite per preparare il team alla nuova stagione.

La partita sarà anche un’amichevole di metà settembre, ma sul ghiaccio le due formazioni non si risparmiano cariche e gioco aggressivo. Sono i leoni a portarsi in vantaggio per primi, già al terzo minuto con Borrelli, ma i gialloblu si dimostrano comunque ben schierati sul ghiaccio, e pareggiano poco dopo (9′) con Guerin. I padroni di casa avrebbero anche l’occasione di portarsi in vantaggio quando Tessari si prende 4′ di penalità per un brutto bastone alto su Nicoletti. Pavone però non la pensa così e alza un muro che le aquile non riescono a bucare nuovamente. Il primo tempo si chiude quindi con le due squadre ferme sull’uno pari.

Il secondo periodo si apre col botto: nuovamente in superiorità numerica, il Pontebba raddoppia con Patrick Rizzo, abile a sfruttare un passaggio “suicida” della difesa veneta e bucare Pavone con un preciso wrist shot.
All’ottavo minuto è il Pontebba ad andare sotto di un uomo: Oblak si prende due minuti, a cui va aggiunto un altro minuto abbondante prima che i gialloblu riescano a prendere il controllo del disco, con l’Asiago che schierava sei uomini di movimento. Non succede però granché, e dove non arriva Camin arriva la Dea Bendata. I veneti hanno una marcia in più e l’inevitabile pareggio arriva al 14′, per mano di DeMarchi, in situazione di powerplay.
La partita sale d’intensità, costringendo la terna arbitrale a distribuire una serie di penalità in “stile playoff”, più che preseason (quella su Miglioranzi, tuttavia, sembrava un tentativo di rimediare alla mancata penalizzazione della brutta carica di Borrelli di poco prima).

Le due squadre si equivalgono e le marcature continuano ad arrivare in situazioni di powerplay: ad inizio terzo periodo, con Nicoletti fuori per bastone alto, l’Asiago si porta nuovamente in vantaggio, con A. Heinrich. Subìto il terzo gol, le aquile calano di schianto, passando alcuni minuti completamente in palla, succubi del movimento di disco avversario. Da segnalare invece la grande partita di Shane Endicott, che sembra poter essere davvero l’uomo decisivo per queste Aquile.
A metà del terzo drittel, si ricordano un paio di gol fantasma dei padroni di casa: di questi, viene convalidato dalla terna arbitrale solo il secondo, firmato dal nuovo arrivato Lance Monych. Un buon esordio anche per le nuove telecamere sopra le due porte, fatte installare al PalaVeuerich per la nuova stagione.

Si va allora ai rigori: di Michael Heinrich il gol decisivo, dopo le belle realizzazioni di De Marchi, Endycott e Vigilante.

Le foto della partita: https://www.hockeytime.net/foto/nazionale-e-varie/?album=31&gallery=376

[TABLE=112,1]

[TABLE=108,1]