Il Feltre affida i suoi giovani a Milos Kupec

(com. stampa HC Feltreghiaccio) – Lo staff tecnico dell’Hockey Club Feltreghiaccio Junior si arricchisce di un ulteriore prezioso elemento.
Si tratta del boemo Milos Kupec, già giocatore nel giro della mitica nazionale della Cecoslovacchia che, a cavallo tra anni ’70 e ’80 contendeva lo scettro di prima potenza mondiale all’Unione Sovietica.
Kupec, a fine carriera agonistica, ha potuto trasferirsi in Italia, dove ha militato nel Courmayeur Aosta e in seguito nelle file dello Zoldo dei tempi d’oro.
Appesi i pattini al chiodo è rimasto nel mondo dell’hockey col ruolo di allenatore. Zoldo, Belluno e Agordo femminile, che ha più volte condotto al titolo di Campione d’Italia, sono state le principali esperienze.
Bellunese a tutti gli effetti, ormai da oltre un ventennio, Milos ha ritenuto di mettere a disposizione del Feltreghiaccio la sua esperienza nel settore giovanile, convinto dal progetto societario.

Sentito a riguardo, il Presidente Nicola Cassol si è dichiarato felice di poter affiancare al confermato Coach Janez Finzgar e agli allenatori Campigotto e Piol un personaggio delle qualità di Kupec.

“Seguirà la formazione Under 15 e avrà il delicato compito di traghettare questo gruppo di ragazzi classe ’97 -’98 nelle categorie superiori, saldando i vuoti generazionali creatisi tra l’avviamento e la prima squadra.
Attualmente, per la capillare azione della Società nelle scuole, contiamo su una base ampia e promettente. Ci mancano invece i ragazzi della fascia intermedia. Le passate diaspore di atleti verso clubs di maggiore storia ci impediscono di schierare una formazione U.18 e U.20. Contiamo ora di saldare questo gap partendo da questa formazione iscritta al campionato Under 15. Sono ragazzi giovanissimi, costretti a confrontarsi con avversari più grandi di due anni che andranno incontro a sonore sconfitte ma che costituiranno la testa di ponte per perseguire il principale obiettivo societario. Quello di essere rappresentati con una squadra in ogni categoria.
In questo senso la presenza di un allenatore come Kupec diventa fondamentale.”

Cassol conclude anche ricordando lo sforzo societario per far crescere il movimento.

“Abbiamo condotto una preparazione a secco mirata. Nel mese di agosto le nostre giovanili si sono allenate sul ghiaccio con i coetanei dell’Asiago. Per noi ogni ragazzo è prezioso e cerchiamo di fare il massimo per migliorarne le capacità e favorirne la crescita.
La difficile congiuntura economica ci pone grossi problemi nel reperimento di risorse. Speriamo che aziende e enti istituzionali locali non rimangano insensibili alle nostre richieste di aiuto.”

________________

(com. stampa HC Feltreghiaccio) – Il pomeriggio del 21 agosto è stata presentata la formazione per la stagione 2010/2011 dell’Asiago ed è stata consegnata la maglia con il numero 69 ad Andrea Gorza. 12 anni dopo l’ultimo campionato dell’Hockey Club Feltreghiaccio e le sucessive carriere in massima serie di Paolo Trevisson con il Brunico e Luca Biacoli con l’Appiano, un altro feltrino si è guadagnato la possibilità di giocare in serie A. Andrea, è cresciuto nell’H.C. Feltreghiaccio Junior per poi fare le valigie ed andare in prestito a Torino per 2 stagioni con il Real in A2. In questi 2 anni ha avuto modo di crescere e maturare, creandosi  l’esperienza per fare il salto di qualità e puntare ai campioni d’Italia. Sarà l’inizio di una brillante carriera, ne siamo assolutamente convinti, forza Andrea!