NHL Playoff2010: Pavelski ed Halak fanno grandi Sharks e Montreal

Detroit Red Wings-San Jose Sharks 3-4 (2-2;1-0;1-1) Sharks in vantaggio 2-0 nella serie
Metti un Pavelski nel motore…si la pubblicità degli anni ottanta faceva metti un Tigre, ma la prestazione del centro degli Sharks è ruggente appunto come una Tigre; questa sera per lui ci sono 2 gol ed un assist che lo portano a quota 9 in questi playoff e favoriscono il successo in gara 2 di San Jose.
Vediamo però com’è andata la partita: il primo tempo decolla sin dai primi minuti, e se all’inizio i padroni di casa si fanno pericolosi, i primi da andare a segno sono i Red Wings che grazie all’iniziativa personale di Datsyuk, che ruba disco a centro pista depositando poi in rete, si portano in vantaggio.
Detroit però è subito raggiunta dai padroni di casa che al 09:01 vanno a segno in PP con Pavelski (Heatley-Marleau) pareggiando; lo stesso n°8 di San Jose fornisce un assist al bacio a Clowe (Pavelski-Murray) che porta sul 2-1 gli squali al 10:32.

Gli ospiti sempre pericolosi in PP grazie ad una deviazione vincente di Holmstrom (Franzen-Rafalski) appostato nello slot pareggiano.
Si arriva così al secondo tempo che vede i Red Wings portarsi in vantaggio grazie al proprio capitano che in superiorità numerica grazie ad una staffilata da fuori fa secco Nabokov che pur stava compiendo miracoli sugli attaccanti ospiti Lidstrom (Rafalski-Datsyuk) .
Gli Sharks tentano di riportare in equilibrio la sfida, ma un buon Howard nega il gol in tutto il secondo tempo; bisogna aspettare il 04:40 del terzo tempo quando Pavelski (Heatley-Thornton) ancora lui riporta in parità la parità
Il match prosegue in equilibrio grazie anche alle parate dei due goalie, ma un invenzione di Heatley che prova il tiro dopo essersi allontanato dalla marcatura del difensore costringe alla parata  Howard, ma appostato a pochi metri c’è Thornton che ringrazia firmando il vantaggio.
Siamo al 12:37 mancano dunque ancora parecchi minuti e Detroit cerca più volte di riportarsi sul pari ma Nabokov cala la saracinesca; si chiude dunque l’incontro con la vittoria dei padroni di casa che possono avviarsi alle sfide nella Joe Louis Arena con ottimismo essendo in vantaggio 2-0.

Montreal Canadiens-Pittsburgh Penguins 3-1 (1-1;1-0;1-0) Serie in Parità

Se il penalty killing è stato un problema che ha portato i Canadiens alla sconfitta, in gara 1, coach Jacques Martin è riuscito a migliorare la prestazione dello special team che ha annullato le tre occasioni concesse ai Penguins, e questo sommato alla prestazione super di Halak 38-39 ha portato al pareggio della serie.
Per i padroni di casa l’inizio è più che confortante, con Cooke (Talbot-Dupuis) che sembra poter dare il la ad un altro successo.
Non è però così, i Canadiens non vogliono ripetere gli errori di gara 1 e limitano al massimo le penalità per non dare occasioni ai padroni di casa; questo sommato alle parate di  Halak cambia le sorti dell’incontro, e già nel primo tempo Gionta (Gomez-Pouliot) pareggia.
Nel secondo e terzo tempo poi è la vena realizzativa di Cammalleri che affonda Pittsburgh: prima in PP nel secondo tempo assistito da Subban-Gomez e successivamente nel terzo con l’assist di Plekanec.
I Penguins tentano in ogni modo di superare il muro degli ospiti, ma nulla da fare la serie è sul pari e adesso si va in Canada per gara 3-4.