L’Appiano conferma la sua bocca di fuoco Campbell

Pochi giocatori sono stati devastanti come Peter Campbell dell’Appiano. Con i suoi quasi 100 punti stagionali il 31enne canadese di Gloucester ha contribuito in maniera determinante con gli altri “transfer” Coleman, Braff, Tallari e Tuzzolino al successo dello scorso campionato di A2. Top scorer del campionato cadetto è stato premiato dalla Lega quale “Player of the Year”.
I Pirati di coach Ellis, già confermato a metà marzo, sisono sono pertanto premurati di tenersi in casa Campbell anche per la prossima stagione nonostante le sirene di campionati maggiori. Schierabile come centro o come ala, Campbell ha realizzato 72 punti (34 gole 38 assist) in 31 partite di regular season più 22 punti (13+9) in 13 gare di play-off in linea con Tallari e il 18enne Waldner.

Come i compagni Tallari e Coleman, anche Campbell (180 cm per 82kg) ha una lunga esperienza nel campionato inglese: nel 2002/03 con i Basingstoke Bison realizza 60 punti (29+31, e 90 minuti di penalità), nel 2004/05 campione con i Bracknell Bees (116 punti, 58+58, 86 PIM, presente nello Star Team del campionato) e nel 2007/08 ancora con Basingstoke per poi passare ai Belfast Giants (99 p.ti, 44+55, 76 PIM). Tra una stagione britannica e l’altra, Campbell ha intrevallato un anno tedesco con gli Hannover Indians (2003/04) in Oberliga (38+23 in 51 partite, 151 minuti di penalità) e uno con l’EV Ravensburg nel 2007 sempre in Oberliga (104 punti, 50+54, 102 PIM), dove è stato inserito nell’All Star Team di lega. L’anno scorso in Danimarca ha vestito la maglia del Rødovre, dove è risultato il migliore della sua squadra (49 punti, 23+26).

Oltreoceano, fino al 2002 ha giocato 295 partite (e 219 punti) in OHL con Sudbury Wolves, Belleville Bulls, Owen Sound Platers e Erie Otters, 12 partite in UHL con Port Huron Border Cats, 38 in WPHL con Central Texas Stampede e 88 in CHL con i Tulsa Oilers e Fort Worth Brahmas (75 punti).
Peter Campbell è sempre stato uno dei top scorer dei vari campionati europei nei quali ha militato, ed è uno sniper che da solo può risolvere la partita. Ha il senso del gol e un micidiale tiro di polso che può sorprendere all’improvviso l’estremo difensore avversario.