Finale scudetto gara3: Ritten battuto di misura

RITTEN SPORT- ASIAGO 2-3 (1-1, 0-0, 1-2)

E sono tre. La Supermercati Migross Asiago s’impone a Bolzano sul Ritten Sport per 3 a 2 e porta la serie sul 3 a0. Match molto equlibrato e giocato bene da entrambe le squadre decisiva, a meno di un minuto dal termine, la rete di Borrelli in inferiorità numerica.

Coach Tucker ripropone la stessa formazione che ha surclassato i rossoblu in gara due con Trevisani e Isabella in tribuna. Cambia invece Herbert Frisch, in panchina al posto dello squalificato Ivany, inserendo May al posto di Ashley Tait.

Partenza al fulmicotone dell’Asiago che dopo due minuti è già in vantaggio grazie allo splendido contropiede condotto da Henrich e finalizzato da Ulmer. Sono ancora gli ospiti a fare la partita e, dopo un’infruttuoso powerplay, sfiorano il raddoppio con Nicola Tessari. Padroni di casa che prendono coraggio dallo scampato pericolo e trovano il pari al nono minuto co Tudin che assiste May che da li non può proprio sbagliare a deposita in rete. Renon ci crede ed un erroraccio di Lehtinen libera Tudin ma Bellissimo c’è; capovolgimento di fronte e un gran disco di Henrich trova puntuale Intranuovo che tira debolmente sprecando una clamorosa occasione. E’ un continuo botta e risposta con ancora il portiere della nazionale prodigioso su Tudin e sulla successiva mischia. Periodo che si chiude con attimi di nervosismo tra Bellissimo e Jacina, prontamente fermati dagli arbitri.

Zappala dopo 18 secondi scalda i gambali di Cloutier con un diagonale dalla sinistra, imitato due minuti dopo da Matteo Rasom ma questa voltacon il tiro del numero 2 rossoblu è pinzato da Bellissimo. Poi una serie di penalità vivacizzano il match che si fa veloce e ricco di capovolgimenti di fronte con i due portieri assoluti protagonisti. Tra le tante occasioni da segnalare l’uno contro zero di Benetti su cui il portiere si oppone con la maschera a pochi secondi dalla seconda sirena.

Nella terza frazione tra i padroni di casa non scendono sul ghiaccio Emanuel Scelfo per problemi alla spalla e Dan Tudin per un trauma cranico. E’ il Ritten a crederci di più in questi primi minuti e, dopo il gol sfiorato da Borrelli, arriva nel capovolgimento di fronte la rete di Daccordo con la complicità di Bellissimo che si fa scappare il puck dalla pinza. Rossoblù ch mettono alla strette l’Asiago per alcuni minuti e Bellissimo si riscatta alla grande su Rottensteiner e su Jacina. Un cambio errato dei ragazzi di Frisch pone fine però al predominio con l’Asiago che trova il pareggio nel susseguente powerplay: tiro di Lehtinen respinto e Parco realizza. I rossoblu non demordono e l’estremo giallorosso è decisivo nel tenere a galla nei due minuti in cui Intranuovo è in panca puniti. Il finale è tutto stellato: Benetti vola in contropiede e mette in mezzo per Parco che tira nel sette ma Cloutier ci arriva con il guanto. Poi De Marchi si viene penalizzato e Benetti approfitta di un errore e se na va tutto solo in uno contro zero non riuscendo però a segnare. Altro errore in attacco del Ritten e questa volta la fuga è quella giusta con Borrelli che buca tra i gambali il portiere siglando il meritato vantaggio. Frisch chiama time-out e toglie subito il portiere ma il risultato non cambia con l’Asiago che porta a casa anche gara3.

EMISFERO IPERMERCATI ASIAGO: Bellissimo (Pavone); De Marchi, Lehtinen, Miglioranzi, Plastino, Rossi, Strazzabosco (A); Bellissimo V., Benetti, Borrelli, Busa, Henrich, Intranuovo, Parco (C), Presti, Tessari M., Tessari N, Ulmer, Zappala.

Allenatore: John Tucker

RITTEN SPORT : Cloutier (Niederstaetter); Bregenzer, Hafner, Horacek, Nemecek, Pavlin, Ploner, Ramoser; Ansoldi, Daccordo, Jacina, Johansson, May, Rasom, Rottensteiner, Scelfo (C), Spinell, Tudin, Vigl.

Allenatore: Herbert Frisch

Arbitro: Claudio Pianezze
Arbitro2: Luca Cassol
Primo giudice di linea: Luca Zatta
Secondo giudice di linea: Giulio Soia

Reti:
02.06 0-1 ASI Ulmer;
09.29 1-1 REN Tait (Pavlin, Tudin);
45.43 2-1 REN Scelfo (May);
48.18 2-2 ASI Parco (Lehtinen) PP;
59.07 2-3 ASI Borrelli INF (Plastino, Bellissimo V.).

Tags: