I Rangers ancora non non si arrendono…e sperano

Toronto Maple Leafs-New York Rangers 1-5 (0-3;0-0;1-2)
I Rangers, sono a quota 84, in nona posizione con 80 partite giocare, mentre Boston li precede in ottava posizione con 85 punti ma con un match in meno disputato.
I Rangers, se le squadre li davanti non sbagliano sono fuori dai playoff, ma non si può mai dire; il match odierno è stato vittorioso per gli uomini di John Tortorella.
Sul ghiaccio di casa i Rangers hanno piegato i Leafs per 5-1, da segnalare per la squadra di NY le prestazioni di Christensen con una doppietta, Jokinen (1 gol 1 assist) e Dubinsky (2 assist).
Ottima anche per Lundqvist 26-27 la prova in gabbia, per Toronto invece l’unico gol è realizzato da Phaneuf.

Columbus Bluejackets-Detroit Red Wings 3-4 (2-1;0-0;1-3)

I Red Wings vincono in casa, contro i Bluejackets soffrendo però contro quest’ultimi sopratutto nel primo tempo nel quale dopo il vantaggio firmato da Kronwall, Columbus va in gol per due volte con Umberger e Pahlsson ribaltando l’incontro.
É il terzo tempo però quello della svolta, nel quale la doppietta di Holmstrom ed il gol di Cleary decidono la contesa, con gli ospiti che segnano la terza rete con Blunden ma non riescono a pareggiare.

St Louis Blues-Chicago Blackhawks 5-6 (1-4,1-2;3-0)
Molte reti, undici per essere precisi difese allegre che hanno consentito grande spettacolo; dopo appena 10 minuti di gioco il tabellino segnava 4-1 per i Blackhawks padroni di casa.
Al vantaggio iniziale di Perron per gli ospiti i padroni di casa rispondono in maniera veemente realizzando con Keith, Eager, Bickell e Versteeg, 4 gol in meno di 5 minuti.
Nel secondo tempo poi altre due realizzazioni di Chicago ad opera di Ladd ed Hendry portano il risultato sul 6-1; sempre nel secondo tempo si svegliano i Blues che realizzano il 6-2 con Polak . Nel terzo tempo però gli ospiti sfiorano la clamorosa rimonta, Chicago non si fa più vedere in attacco e i Blues liberi di pensare alla fase offensiva danno fuoco alle polveri e vanno a bersaglio con Winchester, Oshie e Boyes senza però trovare il pari il risultato finale sorride a Chicago che vince per 6-5.

Colorado Avalanche-Edmonton Oilers 4-5 (2-3;0-1;1-1)
Gli Avalanche seppur rischiando hanno conseguito la qualificazione ai Playoff, ma contro Edmonton sono costretti alla resa onorevole.
Avanti per 3-0 in meno di 10 minuti con i gol di Duchene, O’Reilly e Svatos Colorado si rilassa consentendo agli Oilers di riavvicinarsi con Horcoff e Penner nel primo tempo. Nel secondo arriva il pari di Comrie e nel terzo addirittura il sorpasso realizzato da Cogliano.
Colorado sotto si risveglia bombardando a più riprese al gabbia di Edmonton e trovando  grazie a Hendricks il gol del pareggio.
Si va agli OT ma qui un indecisione in difesa delle valanghe consente a Whitney di realizzare il gol della vittoria.

Nashville Predators-Phoenix Coyotes 2-5 (1-1;0-1;1-3)
I Coyotes ormai sono stabili in quarta posizione nella Western Conference, i Predators invece avevano bisogno di punti utili per migliorare la loro posizione, ma tra le due squadre ad avere la meglio è quella di Phoenix.
Nashville parte bene con la marcatura di Weber dopo 12 secondi, ma i Coyotes impiegano solo 2 minuti per pareggiare di Korpikoski.
Il secondo parziale di gioco vede Phoenix trovare il vantaggio con Wolski, e Sullivan per i Predators all’inizio del terzo tempo riporta tutto in parità.
I Coyotes però hanno fame di vittoria e Pyatt, Doanno ed Kelainen realizzano i gol del successo.