Medveshak Zagreb vince il 4° torneo di Feltre

(com. stampa HC Feltreghiaccio, Nicola Cassol) – Per il secondo anno consecutivo la squadra Croata del Medveshak Zagreb (Zagabria) si aggiudica il trofeo “Città di Feltre” battendo in finale il Milano Rossoblu per 4 a 1.
Sono stati 3 giorni intensi di Hockey giovanile e come ogni manifestazione che si rispetti c’è stato tanto spettacolo ma anche molti imprevisti da gestire che ci hanno messo tutti a dura prova, posso dire con certezza che abbiamo superato le attese anche quest’anno, la soddisfazione dei team partecipanti ne è la conferma.
Si inzia venerdì mattina con l’attesa delle squadre e subito il primo intoppo: lo Steaua Bucarest al momento di presentare i documenti per l’accredito cerca di trovare una buona maniera per comuncare che la metà dei ragazzi schierati a roster sono del 1996 malgrado il regolamento comunichi chiaramente che l’anno di età massimo consentito per partecipare fosse il 1997.
Nell’hockey giovanile 1 anno di differenza e d’esperienza crea molto gap, insegnare sport è prima di tutto lealtà ed il Team Rumeno si è purtroppo contraddistinto per la totale mancanza di questa dote.
Dopo l’arrivo delle altre squadre, è stata condivisa la soluzione di far ugualmente disputare gli incontri ai Rumeni lasciandoli però fuori classifica. Le problematiche non finiscono, sono le 13 e la squadra del Partizan Belgrado, attesa al primo incontro contro il Feltre non si è ancora presentata.
Qualsiasi contatto risulta nullo, persi, spariti, attendiamo ancora comunicazione… The Show must go on… si allestisce un secondo Team Feltrino per tamponare il problema ed andiamo a recuperare i bambini più piccoli a scuola per far loro disputare la partita inaugurale. Si tampona il problema per poi risolverlo grazie alla collaborazione dell’Asiago che schiererà la sua formazione Under 13 al posto del Partizan garantendo al “Città di Feltre” la competitività che merita.
 
Gli incontri della prima giornata si concludono con il seguente risultato Feltreghiaccio Bianco – Feltreghiaccio Nero 0 a 0 per non influire sulla classifica finale Real Torino – Steaua Bucarest 2 – 4, Milano – Lubiana 3 – 2, Varese – Zagabria 2 – 3.

Alle ore 19.00 si svolge la cerimonia d’apertura in un clima emozionante e suggestivo creato dai Tamburini e dagli sbandieratori della “Città di Feltre” che nei loro eleganti costumi accolgono l’entrata degli 8 team partecipanti tra gli applausi del buon pubblico presente.
 
Sabato si inizia alle 8.30 con Real Torino – Zagabria ed altri 11 incontri per terminare alle ore 21.15 conl’ultima partita di riordino Varese Asiago. per l’intera giornata abbiamo assistito ad incontri molto equilibrati che hanno visto crescere partita dopo partita il livello tecnico di gioco proponendo il clou questa mattina con le fasi finali.
 
Si giocano quindi il 7°/ 8° posto Staua Bucarest / Feltreghiaccio in virtù del fatto che lo Steaua ha perso tutte le partite a tavolino, poi per il 5° / 6° posto il derby Varese – Torino, 3°/4° Asiago – Slavja Lubiana e la finale Zagabria – Milano.

La classifica finale vede quindi:

  1. Medveshak Zagreb
  2. H.C. Milano Rossoblu
  3. H.C. Asiago
  4. Slavja Lubjana
  5. H.C. Real Torino
  6. H.C. Varese
  7. Feltreghiaccio
  8. Steaua Bucarest

Le premiazioni alle 12.30 alla presenza: del Sindaco di Feltre Gianvittore Vaccari, del Consigliere Regionale Dario Bond, dell’assessore Provinciale, del Presidente Comitato Veneto FISG Nadia Bortot, dello Sponsor dell’Hockey Feltre “Cassol Assicurazioni” Angelo Cassol, del presidente della Cooperativa Feltreghiaccio Silvano Turrin, vedono assenti i Rumeni dello Steaua Bucarest che fatto il pieno di panini forniti dall’organizzazione abbandonano il Palaghiaccio di Feltre offesi di essere stati squalificati e relegati all’ultima posizione in classifica.

Sono stati premiati su decisione degli allenatori delle squadre partecipanti

  • il miglior portiere: Ulessi Matjas del Milano Rossoblu
  • miglior attaccante: Alessandro Dal Sasso dell’ Hockey Asiago
  • miglior difensore: Orlandini Aneke Karin, bravissima ragazza capitando del Varese.  

La soddisfazione più grande per noi organizzatori è stati l’ottimo livello di gioco ottenuto e la buona gestione della manifestazione.
Un sentito ringraziamento a tutti i volontari che hanno sacrificato il loro tempo per l’evento, agli sponsor che ci hanno sostenuto anche quest’anno, agli alberghi che si sono resi disponibili ad ospitarci a condizioni vantaggiose, al Palaghiaccio per la gestione e la disponibilità, al Comune ed alle istituzioniper la loro presenza ed infine alle squadre partecipanti che con il loro impegno hanno dato spettacolo e reso grande l’hockey su ghiaccio a Feltre in questi giorni. Grazie, grazie, grazie ancora ci rivediamo il prossimo anno al 5° Torneo Internazionale “Città di Feltre”.

Foto sul sito feltreghiaccio.it