Quarti Gara 3: persa con onore, sabato ultima chance a Torre Pellice…

(com. stampa HCValPellice)

RITTEN SPORT – VALPELLICE 4 – 2 (2:1, 1:0, 1:1)

A Collalbo, davanti allo sparuto pubblico locale ed alcuni eroici tifosi valligiani il Renon vince “solo” per 4 a 2 e si porta sul 3 a 0 nella serie. E stata tuttavia la partita più equilibrata di quelle sinora disputate grazie al solito immenso coraggio di una Valpe incerottata e soprattutto anche per un calo di determinazione del Renon; peccato tuttavia non aver saputo sfruttare le numerosi superiorità numeriche questa sera concesse nei primi due periodi dalla stessa coppia di Gara 1 (Bosio – Moschen). Se non altro gli uomini di Ivany non han fatto valere più di tanto il tipico gioco duro e quindi non si è aggiunto nessuno alla lista degli infortunati!

Il Renon lascia in tribuna May ripresentando Tait, nella Valpe rientra Ruggeri ma sono assenti i due difensori Haakana e Trudel; all’inizio sono premiati Dan Tudin e Luciano Aquino come rispettivi Top Scorer della Regular Season. Il primo tempo è la solita storia del “gatto col topo” ma la ValpeARCE non sfrutta tre superiorità numeriche ed anzi incredibilmente sono i padroni di casa a passare in vantaggio dopo 5 minuti con una controfuga di Tait in penalty killing! A parti invertite sono i cinici altoatesini, con Runer in panca puniti, a fulminare Kowalski con Rottensteiner imbeccato dal solito Tudin.

Partiti con l’ormai solito “fardello” di 2 reti a zero i rossoverdi si riorganizzano ed al 16° è il nazionale Pat Iannone, assistito da Sisca che ruba un disco dietro porta, a bucare i gambali di Cloutier per il 2 – 1 con cui si chiude il primo tempo.

In apertura di secondo periodo è una azione solitaria di Tudin a beffare la difesa valligiana sfruttando anche una deviazione dell’incolpevole Rivoira. Il periodo è comunque equilibrato anche se la Valpe non sfrutta almeno tre ghiotte superiorità numeriche con Cloutier che si oppone da campione ai ripetuti tentativi dello “special team”.

Nel terzo tempo la Valpe inizialmente prova a fare la partita nel generoso tentativo di rimontare ma il Renon controlla e, come sempre, al momento buono, allunga. Prima il palo di Tait poi il solito goal di Tudin che sfrutta una difesa comprensibilmente in asfissia.
Kowalski si immola un po’ su tutti per cercare di limitare un passivo che potrebbe diventare di nuovo assai pesante a causa del comprensivo calo fisico generale; a 55.31 è invece Anthony Aquino in inferiorità numerica a rubare un disco ad Horacek ad a trafiggere Cloutier per il 4 a 2 con cui si chiude l’onorevole sconfitta.

Ora si va a Gara 4, sabato alle 20.30 a Torre Pellice. Sarà l’ultima fermata utile per salire sul treno della prosecuzione del Campionato. Gli uomini di Canale malgrado le tre pesantissime sconfitte hanno sempre giocato con grande cuore e cercando di onorare la maglia; comunque vada è certo che così sarà anche sabato ed alla fine ci sarà comunque un meritato applauso per la squadra e per tutti i suoi sostenitori che anche quest’anno sono stati eccezionali.
Squadra confermata con il possibile rientro di Haakana a dare man forte a Smith – Ruggeri – Runer ed ai coraggiosi bocia Bonnet e Rivoira. La serata è dedicata al Main Sponsor ARCE ed ai suoi graditi ospiti.
Tutti al Cotta Morandini quindi per l’ennesima “festa” biancorossa di questa comunque indimenticabile stagione!!

Reti:
04.46 REN Tait
10.37 REN Rottensteiner
16.35 VPE Iannone (Sisca)
22.24 REN Tudin
47.08 REN Tudin
55.31 VPE A. Aquino

Tags: