P.O. Quarti gara 3: Bolzano riapre la serie

di Fabrizio Bombarda

BOLZANO  – PONTEBBA 7-1  (2:0)( 2:0)( 3:1)

Partita molto importante stasera al Palaonda per il Bolzano. Si gioca infatti gara 3 dei quarti di finale, con i biancorossi sotto nella serie per due partite a zero. Helle decide a sorpresa di rinunciare a Corupe e Di Lauro, ributtando nella mischia Olson e Johnson. Le aquile rinunciano invece nuovamente a Koivunen.

Inizio a spron battuto dei padroni di casa che nei primi 40 secondi mettono subito Hocevar sotto pressione con Rolly Ramoser e Rihjiarvi. Dopo un minuto viene fischiata già la prima penalità, ma con Marchetti nel penalty box, i biancorossi non riescono nemmeno ad entrare nel terzo avversario. Incredibile. Nel corso del power play successivo, invece, la musica cambia radicalmente: bastano 5 secondi ai campioni d’Italia per colpire. Olson devia un tiro di Borgatello beffando Hocevar. A prescindere dal gol, il Bolzano che si vede oggi sul ghiaccio non è nemmeno il lontano parente di quello abulico e inconcludente visto sabato scorso in gara 1. Oggi i biancorossi pattinano che è un piacere (Clair su tutti) e finalmente praticano un forechecking degno di una partita di play off. Il Pontebba è inizialmente colto di sorpresa dal cambio di faccia del Bolzano e fatica a reagire.

Dopo il gol del vantaggio, inoltre, non si gioca più in cinque contro cinque perché gli arbitri fischiano tutto. All’undicesimo minuto, Guerin sciupa una ghiotta occasione per pareggiare, e due minuti dopo, una bella azione corale dei padroni di casa per poco non consente a Jardine di raddoppiare. Al 17:30 un episodio che potrebbe cambiare la partita: Olson carica violentemente McElroy alla balaustra: il nr. 3 delle aquile rimane sul ghiaccio sanguinante ed è poi costretto ad uscire in barella. Il nr. 54 biancorosso, autore fino a quel momento di un’ottima gara, viene punito con cinque minuti più penalità partita. Una punizione che è sembrata esagerata ai più. Pochi secondi dopo la ripresa del gioco Trevor Johnson batte Hocevar per la seconda volta con una bomba dalla blu che si insacca nell’angolino alto alla sinistra del portiere. Primo tempo dominato dal Bolzano.

La ripresa delle ostilità vede gli ospiti molto più carichi rispetto alla prima frazione, evidentemente coach Pokel si è fatto sentire durante l’intervallo. Al terzo minuto Lutz spreca un occasione davvero buona per dimezzare le distanze, ma il Pontebba continua a crederci e inizia ad attuare un pressing molto più alto, già sul nascere delle azioni avversarie. Gli arbitri nel frattempo continuano a fischiare qualsiasi cosa, come i due minuti comminati a Raduns al 4:23 apparsi davvero inesistenti. Al 6:30 Egger è autore di  una pregevole discesa sulla destra. Il suo passaggio al centro è raccolto da Rihjiarvi che spara al volo verso Hocevar: il portiere può solo respingere il disco che arriva sul bastone di Jardine che, a porta vuota, non ha difficoltà a siglare il tris.

Il ritmo continua ad essere buono, nonostante le molte penalità che in certe occasioni rovinano lo spettacolo dell’agonismo che da sempre contraddistingue i play off. Al 19:38 arriva anche il poker per i biancorossi: Clair sfrutta un disattenzione del Pontebba in uscita di zona e dopo aver fintato il tiro serve Dorigatti sul secondo palo: il nr.19 biancorosso batte senza difficoltà Hocevar. La sorte del match pare a questo punto segnata. E’ ormai evidente che il terzo tempo servirà solo a vedere se Håkkinen riuscirà a portare in porto il suo primo shut out ai play off oppure no.

Dopo soli 27 secondi, infatti, Rihjiarvi segna il quinto gol per il Bolzano, imitato cinque minuti dopo da Mather che batte il nuovo entrato Camin, chiamato a sostituire un frastornato Hocevar. La seconda parte del terzo drittel fila via abbastanza liscia, eccezion fatta per la solita lunga lista di inutili penalità e per le ultime due marcature, una per parte. Dapprima Lutz realizza il gol della bandiera da distanza ravvicinata, poi Florian Ramoser batte per la seconda volta Camin sfruttando il gran lavoro di Pittis. Cala dunque il sipario su gara 3, sabato tutti a Pontebba per gara 4.

Il Tabellino:
1°Tempo: 3:37 Olson (PP) (Borgatello) – 17:52 Johnson (Borgatello, Jardine)
2°Tempo: 6:30 Jardine (Egger,Rihjiarvi) – 19:38 Dorigatti (Clair)
3°Tempo: 0:27 Rihjiarvi (Jardine) – 5:09 Mather (Ceresa) 11:32 Lutz (Felicetti) – 13:06 F.Ramoser (Pittis)

Migliori in campo: Bolzano: Clair – Pontebba: Ciresa

httpvh://www.youtube.com/watch?v=KALvyCtDI1Q

Tags: