Il 60°Minuto: In casa non si passa, tutte vittorie casalinghe nella serata Nhl

Dallas Stars-Buffalo Sabres 3-5 (3-3;0-1;0-1)
Dopo uno spumeggiante primo periodo nel quale le due franchigie si sono scambiate per due volte il comando, nel secondo tempo i padroni di casa prendono il sopravvento e si aggiudicano il match.
Nel primo periodo concluso per 3-3 molte le emozioni al vantaggio di Myers risponde  Petersen per gli Stars; Mancari spinge nuovamente avanti Buffalo ma prima Ott e poi Benn ribaltano la situazione per gli ospiti.
Di Pominville il gol che riporta la parità chiudendo il primo tempo; nel secondo va in gol Vanek ed infine a tempo quasi scaduto arriva in En il sigillo di Roy.

New York Rangers-New Jersey Devils 3-6 (1-2;2-3;0-1)
I Rangers tengono bene il ghiaccio rispondendo colpo su colpo ai Devils fino alla metà del secondo periodo, poi il crollo con i padroni di casa che con tre reti chiudono le ostilità.

Dopo nemmeno 5 minuti dall’inizio della partita subito in vantaggio i padroni di casa con Niedermayer, ma i Rangers non lasciano gioire gli avversari e pareggiano subito con Prospal; la squadra di New Jersey chiude tuttavia in vantaggio grazie alla realizzazione di Salvador.
Nel secondo tempo gli ospiti trovano quasi subito il nuovo pari con Christensen; Devils che  ripassano con Parise e Rangers che chiudono il divario con Prust.
Poi l’ennesimo nuovo vantaggio dei padroni di casa non trova più preparati gli avversari che cedono  subendo in serie le reti di Langenbrunner e Rolston; nel terzo tempo infine Zajac aggiunge il suo nome tra i marcatori, da segnalare la non positiva prova di Kovalchuk che non si esprime ancora i livelli abituali.

Carolina Hurricanes-Washington Capitals 3-4OT (1-2;2-1;0-0;0-1)

Come al loro solito i Capitals producono molto in fase offensiva, ma in questo caso dopo un inizio che poteva far prevedere un incontro in discesa, gli Hurricanes hanno dato battaglia trascinando il match all’Ot dove però sono stati i giocatori di Washington ad avere la meglio.
Apre le marcature Semin, Carolina ha la possibilità di ritornare in parità, ma fallisce il rigore che le era stato assegnato; gol sbagliato-gol subito e Green conferma la regola.
Gli Hurricanes riescono però a chiudere con il minimo svantaggio il tempo grazie alla rete di Dwyer; nel secondo parziale è dalla stecca di Ruutu che giunge il pari degli ospiti
In PP però i Capitals  non fanno sconti e per la seconda volta dalla stecca di Green parte lo shot vincente; anche Carolina in PP riesce a realizzare, di Jokinen il gol del pareggio.
Malgrado le due franchigie non si risparmino nel terzo tempo i due goalie Legace 35-39 e Theodore 28-31 non concedono nulla rimandando la decisione finale all’OT.
Nei supplementari ci pensa Fleischmann a dare l’ennesima vittoria alla sua squadra.

Los Angels Kings-Chicago Blackhawks 2-3OT (0-1;2-1;0-0;0-1)

Sfida di vertice tra Chicago e Los Angeles che non ha deluso le aspettative; al vantaggio dei Blackhawks con Sharp nel primo periodo, hanno risposto i Kings nel secondo con Brown e Kopitar portandosi momentaneamente in vantaggio prima del pari di Versteeg.
Senza reti il terzo tempo ed allora decisione finale rimandata all’Ot con Sharp che firma doppietta e vittoria finale; in evidenza nelle fila dei Kings il goalie Quick 40-43 autore di una grande prestazione nonostante la sconfitta.

Vancouver Canucks-Phoenix Coyotes 3-4 (1-1;1-1;1-1;0-0)
Equilibrio che regna sovrano della sfida tra Coyotes e Canucks, un 3-3 nei tempi regolamentari col le due squadre che non si sono risparmiate.
Al vantaggio iniziale di Stempniak per i padroni di casa risponde H.Sedin; nel secondo tempo vantaggio per Vancouver con Samuelsson ma Pyatt pareggia.
Infine nel terzo parziale sono i Coyotes a portarsi in vantaggio con Stempniak ed i Canucks a pareggiare con Ehrhoff.
L’Ot non risolve la contesa ed i rigori che seguono vedono il successo di Phoenix.