A Canazei la spuntano i friulani

(com. stampa HC Fassa) – Reduce da tre vittorie in quattro incontro il Fassa Salumi Levoni ospita i friulani del Pontebba per la battaglia che vale la quinta piazza. Le formazioni, appunto, si presentano con morale e periodo diametralmente opposti con i ladini privi di Piffer e con Jan preferito a Bonello, dal canto loro i friulani presentano le defezioni di Nikiforuk e Stampfer.
Come ultimamente ci ha abituati il team di Stirling alla prima inferiorità numerica si paga dazio. Con Ivo Jan punito per due minuti, agli ospiti bastano la miseria di 13 secondi per affondare il primo colpo. La reazione ladina è tutta nella terza linea capitanata da Iori con Locatin centro e Planchensteiner ala destra. Proprio dal forcing insistito dietro la gabbia di Hocevar del terzo blocco fassano giunge la rete del momentaneo 1-1. Per la cronaca è Diego Iori, alla terza rete in campionato a battere il goalie sloveno.

Verrebbe da dire se il buon giorno di vede dal mattino…ebbene nulla di più fuori luogo. Il resto del periodo è di rara bruttezza con due squadre impantanate con le gambe di legno e incapaci di creare una giocata degna di questo nome. Da segnalare solamente il gol del 2-1 friulano assegnato a Raduns ma a tutti gli effetti di Dennis in quanto il disco è scivolato in fondo al sacco dopo la deviazione fortuita del goalie di Toronto.
Nella ripresa il Fassa Salumi Levoni sembra provarci con maggior convinzione e ardore con pattinaggio e ritmo più intenso, ma sono ancora gli ospiti con il minimo sforzo a trovare la via della rete del doppio vantaggio. Lavrentiev e Koivunen gigioneggiano nel terzo trentino trovando smarcato nello slot il top scorer Guerin che da due passi insacca.
Nonostante una partita davvero modesta dal punto di vista tecnico per entrambe, il Pontebba si ritrova avanti di due reti e poco dopo usufruisce di 1’09 di 5 contro 3 per l’eccessiva foga di Giudice. Il giovane oriundo tutt’ altro che disciplinato nelle ultime apparizioni si becca 16’ di penalità per spearing. Con due uomini in meno sul ghiaccio i padroni di casa ritrovano, paradossalmente, ordine e disciplina, respingendo senza troppi affanni gli assalti friulani. Con l’assenza forzata di Giudice è ancora Planchensteiner a colmare il buco nel primo blocco e la Levoni torna a mordere dalle parti di Hocevar pervenendo al gol con Ivo Jan bravo a far carambolare sul corpo di un difensore il disco. Con la partita riaperta ecco il Fassa che ci si aspettava dall’inizio: cattivo e determinato su ogni disco e con il dente avvelenato per qualche chiamata arbitrale al quanto discutibile. Ma anche per i padroni di casa quasi due minuti in doppia superiorità numerica non sono sufficienti per riaprire definitivamente il confronto.
Nella terza frazione ecco entrare finalmente il team fassano che prende d’assedio la gabbia di Hocevar con ripetuti assalti. Sullo sforzo profuso vengono comminati due minuti di penalità alla panca del Pontebba per troppi uomini sul ghiaccio e proprio sullo sviluppo del power play i ladini giungono al pareggio con una rasoiata dalla blu di Aaron Power. Tornati in cinque contro cinque sono ancora gli uomini della Levoni a tenere in pugno gli avversari e a sfiorare il vantaggio.
Nel momento migliore del match, purtroppo, arriva l’indecisione di Dantone che costa due minuti di penalità a Benysek, ma soprattutto dà la possibilità agli ospiti di rifiatare e di spezzare l’assedio ladino. Quando entrambe le squadre sembrano navigare verso l’overtime è Raduns a trovare il game winning gol con un preciso tiro di polso.
Il Fassa subisce la seconda sconfitta consecutiva tra le mura amiche ad opera di un Pontebba semplice e concreto che non ha fatto nulla di trascendentale per meritare la vittoria, ma se non altro è arrivato in Valle con le idee chiare su come impostare la partita. Cosa che non si può certo dire dei padroni di casa che, non solo hanno regalato due periodi ai friulani, ma sono apparsi lenti e macchinosi per quasi tutto il confronto. L’unica nota lieta della serata arriva dalla terza linea sempre propositiva e disciplinata. 

Fassa-Pontebba 3-4 (1-2/1-1/1-1) 
Reti:
1’58   Guerin (Koivunen, Lavrentiev) PP
2’46   Iori
7’30   Raduns
9’21   Guerin (Koivunen, Lavrentiev)
17’36 Jan (Lomanno, Benysek) PP
5’17   Power (Jan, Edwardson) PP
17’35 Raduns (McElroy, Guerin)