Volume al massimo per Kathrin Lehmann

Campione di Elitserien e d'Europa con il SolnaKathrin Lehmann, soprannominata semplicemente “Ka”, è un personaggio che va oltre il suo ruolo di capitano della nazionale svizzera che riveste dal 2007 con la maglia numero 20. 30 anni il prossimo 27 febbraio, la zurighese è tra le poche atlete in Europa a dedicarsi professionalmente allo sport, giocando durante l’estate a calcio come portiere nell’Hammarby Stoccolma e insegnando ai ragazzini in vari camp.
Ha iniziato a giocare a hockey a 5 anni ed è stata convocata in nazionale all’età di 14 anni e mezzo. Con la selezione rossocrociata ha disputato prima di Vancouver 185 partite realizzando 92 reti e 64 assist per un totale di 156 punti. Si sta giocando la seconda olimpiade nella quale ha già segnato due gol, dopo aver partecipato a 6 mondiali (4 nel Gruppo A e 2 ori nel Gruppo B) e due europei con il bronzo 1995 a Riga.

Dal 1999 al 2006 la Lehmann ha giocato in Germania sempre dividendosi tra le due attività: Bayern Monaco per il pallone e Lady Kodiaks Kornwestheim per l’hockey con il quale ha vinto tre titoli nazionali e ottenuto un secondo posto. Terminati i suoi studi in Germania all’AKAD, dall’anno dopo le olimpiadi di Torino (durante le quali è stata tra le 4 marcatrici a punire la nazionale italiana) gioca in Svezia anche a hockey nell’AIK Solna. Al suo esordio con la maglia gialloblu si presentò realizzando tre reti e dopo due settimane assieme al portiere della nazionale svedese Kim Martin vinse il primo titolo in Elitserien all’overtime contro il Segeltorp. “Ka”, 172 cm per 70 kg, bissa il titolo con le compagne svedesi due anni dopo nel 2009 dopo aver vinto la Coppa Campioni nel 2008.

In posa con Pelé

E’ tuttora l’unica atleta ad aver vinto il più importate torneo per club europeo in due discipline diverse: nel 2009 ha infatti sollevato la Coppa Europa con l’FCR Duisburg di calcio.

Oltre alle sue doti sportive coltiva con successo anche la sua passione per la musica. Laureata in musica, ha suonato per 14 anni il flauto dolce e da 5 anni è componente di un quartetto di sassofono. A Natale ha cantato l’inno della nazionale svizzera femminile di hockey a Vanvouver per la quale ha scritto i testi. Con lei la voce di Karin Meier, cantante e madre di una giocatrice e un giocatore di hockey allenato dall’ex coach di Kathrin in Svizzera.

Il sito ufficiale

L’inno della nazionale svizzera femminile di hockey a Vanvouver, cantato da Kathrin Lehmann.
httpv://www.youtube.com/watch?v=un010YC8diY