C26 – Via ai play-off

Gara uno dei quarti di finale di Serie C in programma domani. Il Bozen ’84 di Andreas Bentenrieder è riuscito con i denti a mantenere il primo posto in regular season ma dovrà affrontare un avversario non facile, quel Feltreghiaccio crollato all’ultima giornata dal sesto all’ottavo posto e da cui quest’anno ci aspettava qualcosa di più. Ai feltrini dal farm team dell’Asiago è stato pescato soprattutto un portere che alternato con gli altri ha creato più polemiche che benefici. Luca Savi, secondo nella classifica marcatori con 51 punti (35-16), ha subìto una frattura alla mano che lo mette tutt’ora a rischio.
Nel Bolzano rienterà il terzino Manuel Basso (contusione al piede) in una difesa che ha subìto solo 49 reti in 22 partite. Il top scorer è solo settimo, Martin Pircher, ma la formazione seppur in calo nelle ultime partite rimane molto solida.

Nei precendenti incontri i sudtirolesi hanno avuto sempre la meglio vincendo 6-3 e 7-2.

Per Chiavenna non c’è più tempo di festeggiare l’ingresso ai play-off. Iniziano subito i quarti contro i campioni in carica del Dobbiaco di Miroslav Hosek e del suo capocannoniere Matthias Rehmann (68 punti), tanti anni con il Brunico in Serie A. 460 km di trasferta per una serie che non sarà facile soprattutto se il portiere lombardo Antinori (nazionale di Inline) continuerà a fare miracoli. Miglior marcatore del Chiavenna è Pierangelo Rigamonti (12 gol e 4 assist), 46° in classifica, in un attacco migliore solo al Bergamo. Proprio il Dobbiaco invece è la squadra ad aver segnato di più con 159 gol in 22 partite, nonostante la vittoria di 5-0 a tavolino contro il Bergamo che paradossalmente ha abbassato la media.
In regular season successo dei pusteresi in casa per 12-2 e pareggio a Chiavenna per 2-2.

Pergine-Como è un sequel dell’ultima giornata quando i lombardi a sorpresa sbancarono quel ghiaccio di Pergine che venerdì ha ospitato la nazionale. I trentini hanno nei suoi caldaresi (tra tutti Zanotti, difensore, e Felderer) le proprie bocche di fuoco e potranno contare nel calore del proprio pubblico (fin troppo) che si sposta anche in trasferta. Como con Davide Gosetto sniper del gruppo con 13 gol e 9 assist, 28° in classifica generale. I precedenti parlano di una vittoria a testa, entrambe in trasferta: 7-4 per le linci e 5-4 per il Como.

Il Trento del nuovo coach Stefano Marchetti ha palesato la sua intenzione di costruire le basi per una partecipazione in serie A2 ma i risultati in campionato sono stati un po’ così. Per legittimare le sue mire dovrà come minimo puntare alla finale ma per arrivarci il cammino è lungo. L’Alleghe è un osso duro e la sua posizione in classifica rispecchia la delusione della squadra maggiore in serie A. Stefano Mori (35°) è il miglior marcatore del Trento con 10 gol e 9 assist, per i veneti è Loris De Val, ottavo con 37 punti (18+19).
Anche in questo caso i precedenti vedono una vittoria a testa ma sul ghiaccio di casa: 4-1 a Trento e 4-2 ad Alleghe.

Quarti di finale, gara 1
domenica 14 febbraio
Bozen ‘84 – Feltreghiaccio (ore 19)
Dobbiaco – Chiavenna (ore 19)
Pergine – Como (ore 20.30)
Trento – Alleghe (ore 19)

gara 2
domenica 21 febbraio
Feltreghiaccio – Bozen ‘84 (ore 20.30)
Chiavenna – Dobbiaco (ore 19)
Como – Pergine (ore 18.30)
Alleghe – Trento (ore 19.30)

gara 3 (eventuale)
giovedì 25 febbraio
Bozen ‘84 – Feltreghiaccio (ore 20.30)
Dobbiaco – Chiavenna (ore 20.30)
Pergine – Como (ore 20.30)
Trento – Alleghe (ore 20.30)

Le regole del farm-team
(com. stampa EV Bozen ’84) – Un’incognita sarà la composizione delle squadre nel corso della serie finale. Alcune squadre sperano di rinforzarsi attraverso abbinamenti farm team. Tuttavia le modalità organizzative federali pongono stretti limiti al passaggio degli atleti. Infatti nessun atleta tesserato per la squadra militante nel campionato superiore potrà partecipare ai Play off della serie C e anche gli U20 di tale squadra potranno essere schierato solo se hanno disputato almeno 10 partite nella regular season della serie CU26. Non sarebbe comunque una meraviglia se ci dovesse essere l’intervento del Giudice Sportivo.