Il 60° Minuto:Serata di gloria per i goalies

Vancouver Canucks – Boston Bruins 3-2 SO (0-2; 1-0; 1-0; 0-0 OT; 1-0 SO)

Vittoria agli shutout per Vancouver al TD Garden; in doppio svantaggio dopo il primo periodo (di Chara e Ryder le reti Bruins), i Canucks risalgono la china con un gol per tempo nei restanti 40 minuti (Raymond e Demitra) prima che lo stesso Demitra realizza il rigore che da i 2 punti ai canadesi.

Pittsburgh Penguins – Montreal Canadiens 3-5 (1-1; 1-2; 1-2)

Vittoria interna per gli Habs che regolano i detentori della Stanley Cup al Belle Centre. Mattatore della serata è Brian Gionta: per l’ala destra di Rochester 2 reti e 1 assit nel match. Le altre realizzazioni canadesi portano la firma di Plekanec, Gomez e Darche. Per i Pens a referto finiscono Dupuis, Guerin e Malkin.

Detroit Red Wings – Los Angeles Kings 3-4 (3-0; 0-3; 0-1)

Vittoria in rimonta anche per i Kings che, sotto di 3 reti  dopo i 20 minuti iniziali (a segno per Detroit 2 volte Zetterberg e Filppula) tornano sotto e prima arrivano al pareggio nel periodo centrale con Frolov, Handzus e Smyth per poi mettere a segno la rete del definitivo sorpasso con lo stesso Handzus nella parte finale del terzo periodo.

Phoenix Coyotes – Dallas Stars 0-4 (0-2; 0-2; 0-0)

Le Stars stoppano la striscia positiva esterna di Phoenix che aveva raggiunto le sei gare. Due i protagonisti del match: Marty Turco, che con 34 salvataggi mette in carniere il 39esimo shutout in carriera, e la matricola Jamie Benn, che mette a segno la sua prima marcatura multipla in NHL. Di Neal ed Eriksson le altre 2 realizzazioni di Dallas.

Ottawa Senators – Toronto Maple Leafs 0-5 (0-3; 0-1; 0-1)

Dura lezione per i Sens all’ ACC. La franchigia della capitale subisce un pesante 5-0 dai Leafs, che sembrano rigenerati dopo i 5 innesti arrivati settimana scors. Protagonista assoluto della “Battaglia dell’Ontario” è Jean-Sebastien Giguere per il goalie arrivato dai Ducks, che con 30 salvataggi è il primo portiere nella storia di Toronto a mettere a segno un doppio shutout nelle prime 2 apparizioni con la maglia biancoblu. Per quanto riguarda i gol, a segno 2 volte a testa Luke Schenn (per lui anche 1 assist) e Phil Kessel (anche per lui 1 assist a completamento della serata) e una volta Tyler Bozak.

Carolina Hurricanes – New York Islanders 3-1 (1-0; 1-1; 1-0)

Settima sconfitta consecutiva per gli Isles che al Nassau Coliseum lasciano strada agli Hurricanes; da segnalare la gran prova di Justin Peters, richiamato in settimana dalla AHL a seguito dell’ infortunio occorso a Cam Ward. Per il goalie degli Albany River Rats, 34 parate e nomina a prima stella della serata.

New Jersey Devils – New York Rangers 1-3 (0-0; 0-3; 1-0)

Henrik Lundqvist è il protagonistaC assoluto del match dell’ MSG. Per il goalie svedese dei Rangers 41 salvataggi (di cui 8 sul neo-acquisto Devils Ilya Kovalchuk) e meritatissima nomina a prima stella del match. Per quanto riguarda le realizzazioni invece, a segno vanno Gaborik, Callahan e Drury per i Rangers mentre la rete dei Devils porta la firma di Zubrus.

Florida Panthers – Atlanta Thrashers 2-4 (2-0; 0-2; 0-2)

Vittoria interna per i Thrashers che, con le reti di Afinogenov, Little, Bergfors e Kane, chiudono una striscia negativa che durava da 3 gare; per Florida vanno a segno 2 volte Dvorak ma non basta ad evitare la sconfitta esterna. Buona anche la prova di Nik Antropov, a referto con 3 assist.

Calgary Flames – Tampa Bay Lightning 1-2 OT (1-0; 0-0; 0-1; 0-1 OT)

Andrej Meszaros risolve il match del St. Pete Times Forum dopo 1’58” di overtime. In precedenza i regolamentari si erano chiusi sull’ 1-1 per le reti di Mark Giordano e Steven Stamkos. Buone prove per entrambi i goalies che meritano la nomina nelle 3 stelle del match.

Buffalo Sabres – Columbus Blue Jackets 0-4 (0-0; 0-2; 0-2)

Dopo un primo periodo a reti inviolate, Columbus batte sul ghiaccio amico i Sabres con 2 reti per tempo. Di Jurcina, Nash, Stralman e Torres le realizzazioni per i padroni di casa. Da rimarcare anche la prova di Jakub Voracek, autore di 3 assist. Per Steve Mason, autore di 28 saves, terzo shutout stagionale (13esimo in carriera).

Chicago Blackhawks – St. Louis Blues 2-1 (2-0; 0-0; 0-1)

Chicago espugna St. Louis grazie a un buon primo periodo condito da  2 reti messe a segno da Sharp e Toews. Il periodo centrale non registra marcature, anche per l’ottima prestazione del goalie ospite Niemi, autore di 14 parate (saranno alla fine 34 i salvataggi dell’ estremo di Chicago) e la reazione dei padroni di casa si concretizza nell’ ultimo periodo con il solo gol di Steen che non basta a riequilibrare il match.

San Josè Sharks – Nashville Predators 4-3 (1-1; 2-2; 1-0)

Che Dany Heatley fosse stato un buon acquisto per S. Josè era fuori di dubbio ed anche contro Nashville se ne è avuta la conferma. Infatti l’attaccante canadese mette a segno 2 delle 4 reti degli Sharks e chiude il cerchio marcando anche 1 assist. Patrick Marleau invece sveste per una sera i panni del cecchino e va a referto con 2 assist. Per i Preds doppietta di Dumont.

Philadelphia Flyers – Minnesota Wild 1-2 (1-1; 0-1; 0-0)

Altra bella prestazione per il goalie rookie dei Minnesota Wild, Khudobin: per lui 38 parate e nomina a “First Star”. Per parte loro, i compagni di squadra del goalie russo vanno a segno con il veterano Owen Nolan e con Clutterbuckmentre i Flyers realizzano il loro unico gol per mano di  Dan Carcillo.

Edmonton Oilers – Colorado Avalanche 0-3 (0-0; 0-1; 0-2)

Gli Avs battono al Pepsi Center gli Oilers grazie alle reti di Wolski, Wilson e Yip. Sugli  scudi al Pepsi Center anche Craig Anderson; il goalie di Colorado ferma tutte e 20 le conclusioni di Edmonton e raggiunge il suo sesto shutout stagionale; da notare che Anderson sembra avere un conto aperto con i canadesi a cui quello di ieri sera è stato il terzo shutout quest’anno.