Valpellice “bestia nera” del Bolzano

(com. stampa HC Valpellice)

VALPELLICE-BOLZANO 6-5dts (1:3)(2:1)(2:1)(1:0)

Meno male che c’è il Bolzano! La ValpeARCE archivia la quarta vittoria in altrettanti match contro i Campioni d’Italia e trova, dopo un’elettrizzante rimonta, 2 punti importanti per l’obiettivo playoff che l’avvicinano a meno 1 dall’Alleghe e dal Cortina autore di una vittoria “a sensazione”, per non dir altro, a Brunico.
Vogin, da buon Napoleone, azzarda un nuovo line up e, come sempre, avrà ragione: Iannone va all’ala in prima linea e Grossi scala come centro della seconda, entrambi a segno e il primo addirittura con una doppietta davanti a papà Del, ex Valpe ed ex Bolzano, arrivato dal Canada.
Soraperra avvia le ostilità e subito c’è in pista un Bolzano, rigenerato dalla cura Helle, assai diverso da quanto visto in precedenza; squalificati Clair e Pittis c’è il gigante Olson e dietro Trevor Johnson.

Gli scudettati partono “a manetta” e Craig Kowalski, sicuramente il migliore in pista malgrado i 5 goal subiti alla fine, comincia la sua personale “fiera dei miracoli”: nulla può però sul solitario Riihijaervi al 6° minuto che lo trafigge all’angolo alto.
La reazione dei rossoverdi è convulsa ma efficace e frutta subito il pareggio con uno splendido duetto Luciano Aquino – Dino Grossi con rete caparbia del capitano.
Poi è solo Bolzano che imperversa specie in rapide ripartenze e che chiude il primo tempo in vantaggio 3 – 1 grazie alle reti di Zisser e Wilde; ValpeARCE frastornata e qualche fischio dei 1.750 sugli spalti.
Pronti via ed è 4 – 1 con Rolly Ramoser e sembra finita ma da qui in poi è un’altra partita: la grinta, il coraggio e il grande cuore valligiano confezionano una paziente rimonta con Iannone e Ruggeri ed alla seconda sirena si è ancora vivi e sotto solo di goal.
Terzo tempo da ricordare, pareggio di un incontenibile Sisca al 43° ma nuovo immediato vantaggio in superiorità numerica di Wilde: Kowalski diventa sempre più muro e tiene in partita i suoi ed a 5 dalla fine è il “Top Scorer” Luciano Aquino a inventare la rete del 5 – 5 prima di accasciarsi per crampi.
Si và all’overtime e Pat Iannone a 7 secondi dai rigori deposita in rete il solito assist vincente di Dan Sisca per la gioia del popolo biancorosso.
Detto che il Bolzano a tirato di più (39 contro 27) e che ha sicuramente dato l’impressione di aver “tirato i remi in barca” a metà secondo tempo convinto di poter amministrare il vantaggio, non si può che godere di questa ValpeARCE che sa soffrire e lottare fino alla fine testimoniando la volontà di arrivare ai playoff con i propri mezzi ed a prescindere dai risultati altrui.

A tal proposito giunge già domani sera, all’Olimpico di Cortina d’Ampezzo, la sfida “win for life” con la rigenerata squadra di Mckay capace, prima nella storia di questo torneo, di andare ad espugnare Brunico non facendo segnare l’attacco atomico dei Lupi Pusteresi.
Troppo facile insinuare dubbi di legittimità a fronte del cospicuo vantaggio del Pusteria in classifica che può consentire di scegliersi l’avversario più comodo per i playoff; domani sera è un’altra delle 10 finali che i ragazzi di Vogin dovranno giocare fino alla fine della regular season ed una buona prova a Cortina potrebbe legittimamente rilanciare le ambizioni dei valligiani prima di chiudere il quarto girone in casa contro il Pontebba.
Nel Cortina ha debuttato il nuovo difensore sloveno Tavzelij e si potrà ammirare il pluridecorato bomber svedese Petterson: appuntamento alle ore 20.30 per la diretta radiofonica su RBE ed in streaming sul sito agli ordini di Lottaroli con Chiodi e Lambrughi.

Reti:
06.33 Riihijaervi
08.00 Grossi (L. Aquino, Sisca)
12.08 Zisser
14.19 Wilde
21.00 Ramoser
23.14 Iannone (L. Aquino)
36.13 Ruggeri (L.Aquino, Sisca)
43.10 Sisca (L. Aquino, Ruggeri)
46.12 Wilde
55.01 L. Aquino (Haakana)
64.53 Iannone (Sisca, Ruggeri)