C26 – Poche idee e confuse, il Como non si ripete

(com. stampa HC Como) – Il tour de force natalizio termina nel peggiore dei modi per i ragazzi del Como Ambrosoli che mancano un’ottima occasione per mettere punti preziosi in cascina contro un’avversaria diretta per l’ingresso nei playoff; nulla è perduto al momento, ma la classifica è ora cortissima e si dovrà combattere per ogni punto fino all’ultima partita.
Mancanza di lucidità e concretezza, qualche penalità di troppo e un filo di stanchezza; ecco le cause della sconfitta della formazione lariana contro il Vinschgau, che parte subito forte aggredendo i padroni di casa con un gioco arioso ed un pressing asfissiante che mettono subito in crisi le due linee schierate da coach Bertotto.
Al minuto 8′ 25” mischia nell’angolo, il disco perviene in qualche modo all’altoatesino Stocker che, in backhand, batte un Tesini lasciato colpevolmente solo.
Il Como però non ci sta e, nemmeno un minuto dopo, si riporta in parità con Ricky Ambrosoli che, ricevuto il disco da un ingaggio in zona d’attacco, mette a sedere un difensore e deposita alle spalle di Tappeiner Ed è la seconda e più giovane linea comasca la più propositiva in fase offensiva con alcune pregevoli giocate di prima che però non vengono finalizzate col gol. La precisione degli attaccanti lariani oggi scarseggia, mentre la pressione costante degli avversari mette in grande apprensione la retroguardia di Valli&Co.

Molti i minuti presi da ambo le parti che penalizzano la qualità del gioco, ma non portano a marcature.  Il proseguio della gara conferma l’equilibrio nel risultato, ma non nel gioco in pista, dove i lariani concedono alcune occasioni nitide agli avversari, fermati in extremis dalle parate dell’ottimo Tesini, battuto solamente da un gran tiro all’incrocio di Fischer a conclusione dell’ennesimo contropiede “regalato” dalle disattenzioni dei comaschi.

Clamorose, invece, le occasioni fallite per due volte da Gosetto che prima conclude a porta semi-sguarnita cogliendo il gambale del portiere, poi slappa a botta sicura centrando incredibilmente la pinza di un immobile Tappeiner.
Gli fanno eco Costa e Riva, che non concretizzano altre due possibili occasioni da gol prima della fine dei secondi 20′. L’inizio del terzo periodo sarebbe l’occasione giusta per segnare, complici quasi tre minuti di 5 contro 3, ma la manovra è confusa e la stanchezza fa perdere la lucidità necessaria al tocco decisivo e così la partita si trascina alla fine con gli ospiti che tentano la stoccata fatale in contropiede ed i locali che giocano molti dischi, ma quasi mai con la pericolosità che ci si aspetta. Il match termina con quasi un minuto di extra attacker del Como Ambrosoli che però non sortisce i risultati sperati ed il Vinschgau si avvicina ad un solo punto in classifica.

HC COMO – AHC VINSCHGAU 1 – 2 (1-1) (0-1) (0-0) 
Marcatori:Stocker(V), Ambrosoli Riccardo(Como), Fischer(V) 
Tiri in porta: Como 35 – Vinschgau 48 
Formazione Como: Tesini, Parella, Ballarate, Ricca, Torboli, Valli, Lo Russo, Cortenova, Ambrosoli F., Costa, Gosetto, Riva, Ambrosoli R., De Nova, Muscionico. 
Allenatore: Bertotto Danilo

Prossimo impegno: Domenica 17 gennaio ore 18,30 a Como contro Auronzo di Cadore.