Il Renon cade a Pontebba

di Marina Tavosanis

Pontebba – Renon 3-2 (1-1; 2-0; 0-1)

Al Vuerich di Pontebba arriva il Renon, in un momento della stagione in cui la squadra friulana ha un disperato bisogno di continuità. La stessa che non manca agli ospiti, imbattuti da sei turni.

Già a 39 secondi dall’inizio del periodo Nikiforuk per poco non insacca e continui sono i tentativi di entrambe le squadre di portarsi in vantaggio. Al 3.06 ci riprova Nikiforuk, poi Tuominen che con un tiro dalla blu sfiora la gabbia e al 10.02 primo tiro pericolosissimo degli ospiti (Hafner). Ma non è finita: al 11.31 Johansson prova ad imbrogliare Hocevar con un un gran bel tiro dalla blu, subito dopo azzarda Rigoni ma Cloutier risponde con i gambali. Al 14.35 arriva la rete del vantaggio altoatesino, messa a segno da Tudin; le aquile però tirano fuori gli artigli e al 15.16 Rizzo manca di un soffio il pareggio; ma sarà Lutz con una fucilata a mettere in ginocchio il goalie avversario (al 18.33). Fine primo periodo 1-1.

Secondo drittel ricco di occasioni per i due team: al 3.35 ci prova Vigl da sotto-porta, poi Guerin con un tiro dalla blu e infine Nikiforuk, che non riesce a beffare il portiere avversario. Gli attacchi degli ospiti si fanno più insistenti: al 7.40 Tudin manca l’appuntamento con il puck e al 7.53 Hafner non riesce a mettere la steccata vincente. Subito dopo salvataggio miracoloso di Cloutier sulla linea di gabbia che prova a far ripartire i suoi; i giallo-blu però non ci stanno e all’11.43 Stampfer porta per la prima volta in vantaggio la sua squadra. Subito dopo D’Accordo e Tudin testano i riflessi del nuovo arrivato Hocevar, ma al 16.43 Guerin assistito da Nikiforuk e Felicetti porta a 3-1 il punteggio. Il periodo si chiude con un tentativo di Tuominen dalla blu.

Terzo tempo non molto entusiasmante. Al 1.51 Raduns prova ad assicurarsi i tre punti con una sassata ma Cloutier dice di no. Le aquile continuano a pressare, riuscendo ad impensierire gli avversari prima con Guerin e poi con Lutz. All’11.27 prova Vigl a fare ripartire i suoi ma il sogno viene infranto dal salvataggio di Ryan Bonni. Negli ultimi secondi del match il Renon gioca con sei uomini di movimento, rischiando, al 19.23, di subire il gol del 4-1: il disco scagliato da Raduns, però, scheggia il palo. A dieci secondi dalla sirena finale arriva la seconda rete altoatesina, messa a segno da Johansson. Ma ormai è troppo tardi.

Le foto dell’incontro: https://www.hockeytime.net/foto/serie-a1/?album=27&gallery=287