Convincente affermazione dei Foxes

di Fabrizio Bombarda

BOLZANO – FASSA  3-1 (1:0) (1:0) (1:1)

Prima uscita casalinga del Bolzano con Jari Helle in panchina stasera al Palaonda. Ospite il Fassa di coach Stirling che precede i foxes di un solo punto in classifica. Biancorossi ancora privi di Borgatello e Egger, ospiti senza Benysek, Power e Piffer. Il match è subito veloce e vibrante, soprattutto per merito dei padroni di casa, che pattinano molto cercando di togliere ogni spazio agli avversari in zona neutra. Corupe sembra tornato il leader della squadra e proprio grazie ad una sua iniziativa, al 6:34 il Bolzano può giocare un power play che si rivela decisivo: Wilde riesce infatti a beffare Dennis dalla blu con un polso apparso non irresistibile. I foxes comunque legittimano il vantaggio dimostrando una costante superiorità di gioco ed un miglior approccio alla partita. Il Fassa fatica ad imporsi e se si esclude la buona occasione sprecata da Edwardson a metà tempo, non riesce quasi mai ad impegnare seriamente Håkkinen. Primo tempo che va dunque in archivio con il minimo vantaggio biancorosso.

Il secondo drittel inizia con i colori biancorossi nuovamente protagonisti. Dopo soli 44 secondi Clair calibra un passaggio in diagonale al bacio davanti alla porta di Dennis e per Walcher è un gioco da ragazzi raddoppiare. Il secondo gol mette letteralmente le ali ai padroni di casa che ora sono totalmente padroni del campo. Il Fassa non riesce più a mettere il naso nel terzo bolzanino e Håkkinen si trova ad essere spettatore non pagante. I giocatori biancorossi riescono a rendere facili anche le giocate più difficili e creano parecchie occasioni da gol. I più attivi risultano essere Clair, Corupe e Dorigatti. Il numero 19, idolo di casa, sembra rinato dall’arrivo di Helle. Al 15:34 Clair si inventa un altro assit davvero spettacolare per Corupe che però non riesce a bucare l’estremo sopite. Nell’unica fiammata ladina di tutto il secondo tempo però, Crampton per poco non beffa Håkkinen concludendo a lato una buona transizione di Edwardson. Secondo tempo comunque nettamente di marca biancorossa, con numerosi applausi a scena aperta dei tifosi di casa.

Nel terzo periodo il Bolzano cala progressivamente il ritmo dando modo al Fassa di ricominciare a credere nella rimonta. Al 12:58 Giudice si trova da solo davanti al golie di casa ma non riesce a superarlo. Peccato perché la partita si sarebbe ovviamente riaperta. I padroni di casa soffrono ancora in un paio di circostanze, soprattutto dopo il quindicesimo minuto perché costretti a fronteggiare due power play consecutivi degli ospiti. Al 19:07, quando la sfida sembra ormai segnata e con il Fassa già senza portiere, il giovane Daniele Delladio riesce a sorprendere Håkkinen con un tiro dalla media distanza che il portiere finlandese probabilmente non vede partire. Partita riaperta e Fassa di nuovo subito in avanti con il sesto uomo di movimento. La difesa biancorossa però riesce a liberare il proprio terzo consentendo a Corupe di segnare l’empty net gol che chiude definitivamente la partita. Vittoria meritata per il Bolzano che sembra davvero un’altra squadra rispetto a quella abulica vista quasi sempre fino ad oggi. I giocatori ora lottano su tutti i dischi, chiudono le cariche in sponda e dimostrano quella voglia di sacrificio che fino a pochi giorni fa sembrava dimenticata. Corupe sembra aver ritrovato la fiducia in sé stesso e se il mago di Hamilton dovesse tornare agli standard di rendimento dell’anno scorso allora nessun traguardo sarebbe precluso alla squadra campione d’Italia in carica.

Il Tabellino:
1°Tempo: 8:14 Wilde (PP) (Corupe,Clair)
2°Tempo: 0:44 Walcher (Corupe,Clair)
3°Tempo: 19:07 Delladio – 19:46 Corupe (empty net) (Walcher)

Migliori in campo: Bolzano: Clair –  Fassa: Iori

Le foto dell’incontro: https://www.hockeytime.net/foto/serie-a1/?album=27&gallery=288