Mondiali Under20: USA e Canada per l’oro

Canada – Svizzera 6-1 (1-0, 2-1, 3-0)

Il “miracolo” non si è ripetuto la Svizzera dopo aver fatto fuori la Russia non è riuscita a sconfiggere il Canada e cosi come nel girone eliminatorio anche la semifinale ha avuto un epilogo “tennistico” per i rossocrociati nella cui rete sono finiti ben sei dischi; a parziale consolazione la rete in power play dello svizzero Jorg.
Avvio di marca canadese con le foglie d’acero gia in gol dopo 3.48 grazie alla rete di Eberle in superiorità numerica,canadesi sempre col piede sull’acceleratore nel primo tempo ma con il portiere svizzero Conz sempre protagonista come già successo contro la Russia.
Nel secondo periodo una rete di Scandella in inferiorità numerica fiaccava il morale degli svizzeri che poco dopo incassavano anche la rete del 3a0, prima della rete della bandiera per gli elvetici.

Avvio di terzo tempo e subito al terzo minuto i canadesi riportavano con il gol di Schenn a tre le reti di vantaggio chiudendo di fatto la partita.
Prima della fine i canadesi arrotondavano il punteggio con le reti di Della Rovere e Hall che fissavano il punteggio sul finale 6a1

Svezia – USA 2-5 (0-1, 2-1, 0-3)

Gli Usa conquistano la finale al termine di un’avvicente semifinale con la Svezia. Buon avvio degli americani in vantaggio dopo soli 84 secondi dal fischio iniziale con Johnson che dallo slot era abile a battere il goalie svedese Markstrom sul lato della sua stecca.
Il primo periodo scivolava via senza grossi sussulti anche se in situazione di superiorità numerica gli americani sfioravano la seconda rete.
Seconda frazione che vede gli svedesi in campo più propositivi e dopo aver passato indenni un’inferiorità numerica acciuffano la parità con Anton Lander abile a ribattere in rete un rimbalzo del goalie americano Mike Lee su un insiodioso tiro di Rodin.
La Svezia incappa in due penalità minori e questo frena l’esuberanza svedese, ma una volta recuperata la parità numerica sul ghiaccio i ragazzi in giallo blu effettuano il sorpasso ed è ancora Lander nuovamente assistito da Rodin a trafiggere Lee in mezzo ai gambali.
Ma la reazione USA non si fa attendere ed è D’Amigo a pareggiare i conti in situazione di 4vs4 con un incursione dal lato sinistro della pista andava a realizzare.
Il terzo periodo si apre con l’espulsione del capitano svedese Johansson reo di una gomitata al capo di D’Amigo a centro pista, ma la ghiotta occasione di 5 minuti di superiorità numerica non viene capitalizzata dagli americani, che nonostante ciò riescono a trovare il vantaggio con il difensore Carlson che piazzava un bel tiro tra i gambali di Markstrom per il nuovo vantaggio americano.
Svedesi che avrebbero la possibiluità di pareggiare allorchè veniva penalizzato l’americano Bourque per ritardo del gioco, ma la troppa foga degli svedesi sortiva l’effetto opposto ed era D’Amigo in contropiede a siglare la rete del 4a2.
Perso per perso gli svedesi a due minuti dalla fine rinunciano al portiere per un sesto attaccante ma sono ancora i ragazzi “stelle e strisce” a trovare la rete con Jenks per il definitivo 5a2

Per gli U.S.A. sarà la terza volta che affrontanteranno il Canada in una finale del mondiale under 20 e il bilancio è in perfetta parità: vittoria canadese in Svizzera nel 1997 e vittoria americana in Finlandia nel 2004

freccia dx Mondiali U20   Tutti a caccia del Canada  Il Programma e gli altri risultati