Grande vittoria col Cortina poi subito due impegnative trasferte…

(C.S. HC Valpellice) Dopo il regalo di Natale a Bolzano la ValpeARCE batte nettamente anche il Cortina in un Cotta Morandini strapieno (ufficialmente 2.440 spettatori) e consolida il penultimo posto in classifica a + 5 sugli ampezzani ed a ridosso di Alleghe e Pontebba.
Alain Vogin conferma ONE Rivoira tra i pali, gira a 5 in difesa con il rientro di Haakana e piazza Beauregard in terza con la coppia Petrov – Frigo e, come spesso accade, il risultato in pista gli dà ragione.
Ma è il ritorno di Luciano Aquino a devastare la difesa cortinese facendo vedere, in linea con Sisca e Grossi, spettacolo puro di classe, velocità e tecnica. Alla fine saranno 5 (2 + 3) i punti di Luch e ben 4 (1 + 3) quelli del “gemello” Sisca.
Il match si incanala subito benissimo con un uno – due mortifero nello spazio di due minuti; prima con la solita esecuzione di Iannone poi con il Beau che piazza la sue terza rete in soli 3 giorni. Mc Kay chiama time out per riordinare le idee ed il Cortina inizia a giocare provando, specie con il bravissimo Krestanovich, a impensierire un tranquillo ONE.

E’ tuttavia solo una chiamata dubbia del linesman a impedire lo stupendo 3 – 0 in controfuga della coppia Sisca- Aquino.
Avanti di due reti inizia il secondo periodo dove la ValpeARCE dà il meglio; saranno 17 i tiri contro un frastornato Thompson che deve capitolare sotto i colpi di Sisca, Aquino e Grossi dopo una girandola di passaggi e azioni condotte con velocità e precisione; nel mezzo la rete di De Bettin pescato solo davanti a Rivoira.
Forti del 5 a 1 il terzo tempo è amministrato con saggezza dai ragazzi di Vogin tra la “ola” del pubblico e gli irridenti “olè” a sottolineare il preciso possesso del disco dei biancorossi.
E’ ancora Aquino in controfuga a bucare Thompson costringendo Mc Kay al cambio del goalie; entra Marchetti, ex Varese, e subito Petrov lo “battezza” con il settimo goal valligiano prima dell’annullamento dubbio della ottava rete sempre dell’estone.
Nel finale giusto tributo a Krestanovich che segna il definitivo 7 a 2; buon l’arbitraggio di Moschen, un po’ meno, anche se ovviamente ininfluente, la prestazione sugli offside dei suoi collaboratori.
Come sempre il dubbio è se è stato un brutto Cortina, comunque privo di Keith e Watson, o una splendida ValpeARCE; Vogin nel post partita attribuisce, correttamente, i meriti alla sua squadra che è stata assai determinata e concentrata in difesa e terrificante in attacco con tutte e tre le sue linee. Su Rivoira ormai non v’è più da sorprendersi; alla quinta partita consecutiva da titolare (2 vinte, 2 perse e 1 persa ll’overtime più la sesta vinta in Coppa Italia) sembra aver preso una confidenza ed una sicurezza da portiere “maturo” che gli è valsa la stima e la fiducia dei compagni.

H.C. VALPELLICE ARCE – H.C. CORTINA DE VILMONT 7 – 2 (2-0) (3-1) (2-1)
Reti:
00.47 Iannone (Haakana, Ruggeri)
01.52 Beuregard (Ruggeri, L. Aquino)
24.34 Sisca (L. Aquino, Ruggeri)
31.42 L. Aquino (A. Aquino, Sisca)
32.53 De Bettin
35.34 Grossi (Sisca, L. Aquino)
47.53 L. Aquin (Sisca, Trudel)
49.22 Petrov (Trudel, A. Aquino)
57.38 Krestanovich

Tiri: Valpe 35 – Cortina 25
Penalità Valpe12 – Cortina 14
Spettatori 2.440

Lunedì 28, ore 20.30, la Valpe ARCE dopo il solito lunghissimo viaggio in pullman sarà di scena al PalaVuerich di Pontebba per un interessantissimo e fondamentale match per delineare la classifica della zona bassa del Torneo.
Le Aquile fruilane sono reduci dalla quasi impresa di Brunico e precedono i biancorossi di appena un punto in classifica; il match chiuderà il terzo girone di Regular Season.
Finora, Coppa Italia a parte, precedenti in assoluta parità con la ValpeARCe seccamente sconfitta a Pontebba ma vittoriosa dopo un’incredibile rimonta in diretta TV a Torre Pellice (ricordate il goal di Kowalski?).
Tra i padroni di casa ancora assenti il difensore Marchetti e l’attaccante Lavrentiev, tra i pali dubbio Carpano o Hocevar.
Dura scelta tra i valligiani quindi Alain Vogin scioglierà le riserve sulla formazione solo stasera; Kowalski sembra pronto al rientro ma la tentazione di dar fiducia alla formazione reduce da due vittorie consecutive è forte.
Puntuale esperimento dei 4 arbitri con la coppia Gagliardi-Gasser coadiuvata dai linesman Lazzeri e Alfi; diretta su RBE ed in streaming sul sito a partire dalle 20.30.
Mercoledì 30 si andrà poi a Collalbo per affrontare la “bestia nera” Ritten Sport Renault Trucks finora sempre vincente contro le truppe di Vogin sia in Campionato che in Coppa.
Sarà per il loro gioco difensivo essenziale o per la solidità strutturale dei vice – campioni ma sinora il “Napoleone” franco canadese non è ancora riuscito tatticamente a invertire la rotta anche se s’è dimostrato fiducioso di farlo prima della fine del torneo.
I padroni di casa con una strepitosa rimonta nelle ultime giornate hanno ad oggi agganciato la terza piazza solitaria in attesa di affrontare lunedì il Val Pusteria; decisivo sicuramente il ritorno di May e la crescita del reparto difensivo, Cloutier in testa, che è tornato stabilmente a medie sopra il 90%.
Da guardare a vista il solito funambolico Tudin, ben assistito da Jacina e Ansoldi, ed il capitano – difensore sinora implacabile con la Valpe, Ingemar Gruber. Attenzione a tutti i tifosi perché il match si disputerà alle ore 20.00, anziché alle canoniche 20.30, con diretta radiofonica su RBE ed in streaming sul sito.