Gli aquilotti di Jan Pavlu in testa in Germania

Nel principale campionato giovanile tedesco le giovani Aquile di Mannheim sono in testa alla classifica con un ampissimo margine sull’inseguitrice Düsseldorf. La squadra allenata da Helmuth De Raaf, tra i più forti portieri mai visti sul suolo tedesco, in 27 partite ha perso solo a Landshut per 4-1 il 12 dicembre scorso. In squadra gioca Jan Pavlu, figlio del grande Martin ex capitano del Bolzano. Il giovane ex attaccante dell’Appiano in 24 partite ha realizzato 24 punti (11 reti e 13 assist) con un plus minus di +28. Con la maglia numero 16 Pavlu ha anche un’ottima percentuale di realizzazione con il 21.2%.

Jan Pavlu Papà Martin è orgoglioso di lui:

«Jan si trova molto bene e con mia sorpresa si è guadagnato un posto in squadra. Essendo un ’94 non credevo che potesse giocare in pianta stabile come poi è successo. Voglio ricordare  che in squadra ci sono 6 giocatori che giocano in nazionale U18 e due che sono nella rosa della U20 tedesca (in questo momento impegnata come l’Italia al mondiale Div I in un altro girone ndr). Il programma che portano avanti a Mannheim ha ormai raggiunto i 10 anni ed e ottimo».

Martin Pavlu tra le righe lancia anche un messaggio alle società italiane e agli istituti scolastici che possano prendere spunto dalla qualità dell’organizzazione e formazione dei giovani in Germania

«La scuola che frequenta e pienamente coinvolta nel programma e aiuta i ragazzi a studiare senza quindi trascurare l’aspetto della formazione scolastica. Questo in Italia difficilmente si può trovare. Mi ricordo ancora ai miei tempi che il direttore della mia scuola un giorno mi disse: “Pavlu scelga la scuola o l’hockey”. Jan (nella foto in basso con il padre allo Star Night di Bolzano nel dicembre 2007 ndr) non è il primo italiano: la strada è già stata aperta dal portiere Camin e dal figlio di Ervin Kostrner, Simon, che adesso gioca in Finlandia. Sono stato alcune volte a trovare Jan e a vedere la sua squadra. Sono rimasto piacevolmente sorpreso dalla velocità del gioco e dal livello del campionato. Ci sono sempre molti spettatori a seguire le partite è questo è veramente piacevole da vedere. L’unico mio rammarico è che non riusciamo a creare qualcosa di simile giù da noi in Italia e di conseguenza i nostri ragazzi e le loro famiglie fanno molti sacrifici per giocare all’estero».

Classifica alla 32ª giornata

  1. Jungadler Mannheim 78 punti
  2. Düsseldorfer EG 46
  3. EV Landshut 44
  4. Eisbären Juniors Berlin 43
  5. Star Bulls Rosenheim 43
  6. Kölner Junghaie 40
  7. Krefelder EV 39
  8. EC Bad Tölz 38
  9. SC Riessersee 20
  10. Iserlohner EC 5

Martin e Jan Pavlu