Milano perde la via del gol, il Caldaro trova la vittoria

Milano – Caldaro 0-1 (0-0; 0-0; 0-1)

Quella giocata ieri sera tra Milano e Caldaro non verrà certamente ricordata negli annali come una bella partita, e il Milano purtroppo ne è stato il principale protagonista.
Rossoblu con a roster il nuovo arrivo dall’Alleghe Milos Ganz, ma privo dell’infortunato Gunnar Braito che rientrerà dopo la sosta.

Dopo le prime fasi di studio è il Milano ad avere al 05.18 la prima opportunita da rete ma il tiro di Migliore lambisce il palo alla destra di Commisso, meno di un minuto dopo è il Caldaro a sfiorare la marcatura ma il tiro di Frei sbatte sul palo.
Poco dopo penalizzato per il Milano Pirro, è Della Bella a sventare una ghiotta opportunità da rete per Armando Chelodi, sull’azione che ne segue Caletti fugge in contropiede ma la sua conclusione è neutralizzata dal portiere ospite.
Anche il Caldaro ha la sua occasione in inferiorità numerica con Enrico Chelodi che si presenta solo davanti a Della Bella ma non lo supera, ed è ancora il portiere milanese protagonista di una bella parata su Kucharcik.

C’è tempo per una penalità contro Re ma il primo tempo si chiude sullo 0a0.

Nel secondo periodo è ancora il Caldaro a “condurre le danze” , i “Lucci” sono il lontano parente della formazione ultima in classifica ed infatti nei primi sette minuti non si registrano azioni di rilievo da parte Milanese.
Il Milano cerca di riprendersi e Kilgour cerca di battere Commisso ma anche il numero 19 non inquadra la porta , ci prova allora Migliore ma anche la sua conclusione viene fermata da Commisso.
Caletti ha un’altra occasione in inferiorità ma viene rimontato dalla difesa ospite, si va avanti a fasi alterne tra giocate confuse e approssimative fino alla seconda sirena con le squadre ancora sullo 0a0.

L’inizio del terzo tempo vedo la costante pressione del Caldaro che però non riesce a superare Della Bella (anche stasera migliore in campo per i rossoblu).
Al 43.45 viene penalizzato Waldthaler per gli ospiti, mentre l’Agorà spera che si sblocchi l’attacco meneghino è invece il Caldaro ad andare in rete al 45.24, Della Bella respinge la prima conclusione su un contropiede di Jolette, ma nulla può contro la ribattuta in rete da parte di Kucharcik.
La reazione dei padroni di casa è affidata a Kilgour ma anche il forte canadese non riesce a trovare lo smalto delle serate migliori e il suo tiro è parato da Commisso.
Il Caldaro galvanizzato dal vantaggio diviene via via sempre più padrone del ghiaccio, il cuore del Milano prova a pulsare ancora negli ultimi due minuti di gara ma gli attacchi sono vani e neanche il timeout chiamata da Pajic e l’uscita dal ghiaccio di Della Bella in favore del sesto uomo di movimento riesce a modificare le sorti della partita che vedono il Caldaro uscire vincente con merito dall’Agorà di Milano.

Le foto dell’incontro: https://www.hockeytime.net/foto/serie-a2/?album=28&gallery=275