Il Real Torino fa poker

Real Torino-Egna 3-1 (0-0; 1-1; 2-0)

Il Real Torino ottiene la quarta vittoria consecutiva confermando il proprio buon momento di forma, così come David Stricker conferma la sua vena realizzativa (7 gol nelle ultime 4 partite) e Marcello Platè  che si sta confermando su ottimi livelli. Gli ospiti si sono presentati senza Bertignoll, Gagnè, e Vill, mentre i padroni di casa erano al completo.real-egna

Primo tempo giocato a ritmi discreti, ma senza occasioni di rilievo, le due squadre in pista esprimono un buon pattinaggio, sintomo di buona condizione fisica, ma peccavano di qualche imprecisione di troppo in fase di impostazione di gioco; così le occasioni si contavanno sulle dita di una mano: al nono Stricker, servito da Sekula, tirava dalla sinistra ma Rizzi non si faceva sorprendere, al quindicesimo Harjula arrivato a rimorchio colpiva dalla destra, ma Platè si salvava con lo scudo ed al diciassettesimo Zambaldi con uno slap dalla blu impensieriva il goalie torinese.

La solita frazione iniziava col botto: dopo soli dodici secondi Stricker colpiva la traversa dopo un ingaggio vinto in zona offensiva, al secondo Klucar serviva Lo Presti nello slot, ma la sua conclusione colpo sicuro era ribattuta da Rizzi. Al settimo si faceva vedere l’Egna con una conclusione di Andreas Zelger; era il preludio del gol che arrivava al 9’27”:  Gilmozzi da dietro porta serviva Marian Zelger che superava Platè dallo slot alzando il disco sopra il gambale. Al tredicesimo Silva ha sulla stecca il disco del pareggio, am il suo breakaway viene fermato da Rizzi in tuffo. Il pareggio arriva al 17’48” col Real in superiorità: ottima circolazione di disco tra Sekula e Silva, con l’attaccante varesino che serve in maniera impeccabile Stricker che aveva tagliato al centro fulminando con in il suo one timer il portiere avversario. E’ il momento migliore della partita, con le squadre che giocano a viso aperto sebbene manchi poco al termine del tempo.

L’ultimo tempo vede i padroni di casa premere per conquistare i tre punti con l’Egna che si rinchiudenel proprio terzo difensivo. Il Real non riesce a trovare la via del gol fino al minuto 10’06”, in modo fortunoso: Traversa lancia il disco da dietro porta che colpisce Rizzi, che non si avvede del disco che scivola in porta. All’11’30” l’Egna ha l’occasione per pareggiare giocando per due minuti con l’uomo in più, ma la difesa avversaria chiude gli spazi. Al quindicesimo Pellettier andava vicino al pareggio con tiro dalla sinistra ben pinzato da Platè, ma sull’azione seguente era il Real a trovare la via del gol: Salonen dalla sinistra serviva Stricker nello slot. Nel finale, l’Egna aveva due power play per accorciare le distanze e rinunciava al portiere per il sesto uomo di movimento, ma nonostante un paio di mischie dove il disco stazionava a pochi centimetri dalla porta torinese, il risultato rimaneva invariato.

REAL TORINO
P. Platè (Valle Da Rin)
D. Borghi, Gorza, Klucar, Meneghetti, Moro, Schina, Sekula, Tortone, Tremolaterra
A. Ceretto, Covolo, Fornaciari, Lo Presti, Peruzzo, Salonen, Silva, Stricker, Traversa
All. Drahoslav Zurek

EGNA RIWEGA
P. Rizzi (Casaril)
D. Stimpf, Profanter, Pellettier, Harjula, Fabretti
A. Simonazzi, Zambaldi, De Melo, A. Zelger, M. Zelger, Walter, Gilmozzi, Baldo, Stimpfl
All. Erik Legros

RETI: 29’27” M. Zelger (Gilmozzi, Simonazzi), 37’48” Stricker (Silva, Sekula) PP; 50’06” Traversa, 55’25” Stricker (Salonen, Silva)

TIRI: Real Torino 36–Egna 29

PENALITÀ: Real Torino 10–Egna 6