Milano sconfitto nel supplementare

di Groden

MILANO -VIPITENO  3-4 d.t.s. (1:0)(2:1)(0:2)(0:1)

Questa sera all’agorà si sono affrontate due squadre dal recente passato molto diverso. Milano viene da 3 sconfitte consecutive, Vipiteno, campione in carica del campionato di A2, invece arriva da tre vittorie consecutive. La differenza tra le due squadre si vede solo nel terzo tempo, ed i primi  due tempi sono stati giocati in maniera egregia da parte del Milano, la differenza l’ha fatta la mancanza di efficacia nel power play, troppe superiorità sprecate.
Ma veniamo alla partita. Prima del fischio d’inizio viene ricordato, grazie al Museo di San Siro,  Ambrogio Fogar,  con la presentazione della slitta con la quale, in compagnia del cane Armaduk,  ha effettuato il tentativo di conquista a piedi del Polo Nord.
La partita inizia subito con un gol della squadra di casa, al 3′ minuto Migliore porta in vantaggio la sua squadra infilando Steinmann. Al 7.20 prima superiorità del Vipiteno per penalità inflitta a Re e all’8.31 doppia superiorità per un’altra penalità a Sotlar ma 40 secondi di 5 contro 3 e 1’24” di 5 contro 4 non cambia il risultato. In questo frangente si sono viste finalmente delle buone parate di Della Bella. Al 10° ancora 2 minuti a Re e subito dopo ancora un 5 contro 3 per i Broncos che però non fanno cambiare il risultato. Il tempo finisce con il Vipiteno in avanti, bella la parata di Della Bella su Pichler.

Il secondo tempo inizia con una traversa colpita da Vodolazkis, e 3 tiri di Lanz, Rainer, e Barthel tutti neutralizzati da Della Bella. Al 10.14 Barg si presenta solo davanti alla porta rossoblu ma ancora una volta l’estremo portiere del Milano si supera. All’11 doppia superiorità numerica per il Milano ma niente da fare e  subito dopo gol del pareggio con Berg. Alle fine del periodo centrale Milano prende il largo, 2 gol in 20 secondi prima con Betti e poi con DeFrenza. Il tempo si conclude con un’altra superiorità del Milano che però non porta a niente.
Il terzo tempo si apre con una novità in porta dei Broncos: Hell prende il posto di Steinmann. Altra doppia superiorità numerica sprecata dal Milano, con Hell che difende bene la propria porta su un tiro di Migliore che si presenta solo davanti alla porta.Dopo altre due superiorità sprecate dal Milano, arriva la prima penalità del terzo tempo inflitta alla squadra di casa e subito dopo aver passato incolume i 2 minuti al 16.13 arriva dapprima il il goal del 2-3 di Sottsas e al 18.12 il pari di Rainer, che porta la propria squadra al supplementare proprio mentre Hell stava lasciando il ghiaccio per far posto a un giocatore di movimento in più per i Broncos.
Il supplementare vede un cambio di tendenza da parte degli arbitri che non fischiano un paio di falli, uno per parte, ma direi che è abbastanza normale. Milano tenta con un paio di conclusioni di far sua la partita, ma il buon Hell non si lascia impressionare su 2 tiri di DeFrenza e Migliore. Al 4.21 il gol che decide la partita, Barthel trova l’angolo giusto e porta la vittoria quasi insperata per come si era messa in casa dei Broncos.

Marcatori: 3.00 Migliore(1-0), 34.11 Barg(1-1), 37.55 Betti(2-1), 38.14 DeFrenza(3-1), 56.13 Sottsas(3-2), 58.12 Rainer(3-3), 64.21 Barthel(3-4)