Il Real Torino ha la meglio sul Gherdeina

Real Torino-Gherdeina 3-2 (0-0; 2-1; 1-1)

Dopo la sconfitta di Vipiteno, il Real Torino reagisce e si impone tra le mura amiche del Tazzoli superando il Gherdeina per tre reti a due. Tra i padroni dicasa, confermato tra i pali Platè, mentre  mancano Covolo influenzato, e Meneghetti, mentre tra gli ospiti Wallenberg è assente.real-gherdeina

Il primo periodo è giocato a ritmi decisamente blandi, con pochissime occasioni da ambo le parti, si segnalano un tiro di Insam all’ottavo deviato dal portiere ed una azione personale di Fornaciari fermato da Grossgasteiger al minuto numero quattordici. Al diciottesimo è Wanker a rendersi pericoloso con un tiro dallo slot che Platè devia sulle reti di protezione.

In avvio di secondo parziale arrica subito il primo gol, realizzato dal Torino: Salonen nel terzo offensivo tiene il disco, vede l’arrivo di Stricker che in one timer fulmina Grossgasteiger non posizionato in maniera ottimale, ma dopo soli cinque minuti gli ospiti pareggiano grazie al giovane, 18 anni per lui, Brugnoli che realizza da distanza ravvicinata dopo che il goalie avversario aveva parato la sua prima conclusione a rete. Al 7’02” Bourassa viene penalizzato per sgambetto, e dopo soli quarantanove secondi il Real si riporta avanti, l’autore del gol è Salonen, che appostato sul secondo palo, supera il portiere che aveva ribattuto di gambale una conclusione di Moro. La reazione dei gardenesi è affidata alla conclusione dalla distanza di Bourassa del nono che Platè blocca in due tempi. Al 9’37” nuova superiorità per i padroni di casa, ma l’unica occasione degna di rilievo è un tiro di Salonen dal cerchio d’ingaggio sinistro indirizzato al sette che Grossgasteiger pinza ottimamente. Il resto del periodo trascorre tra una penalità e l’altra intervallate da alcune buone giocate, come quella di Perna al quindicesimo su cui Platè è costretto agli straordinari per parare con il corpo il tiro dell’attaccante avversario.

La prima emozione del terzo periodo è una conclusione di Fornaciari al terzo minuto, deviata con la pinza dal portiere. Al settimo Lo Presti serve Traversa che tocca nello slot alzando il puck, ma anche questa volta Grossgasteiger dice di no. Il secondo pareggio degli ospiti arriva al 10’23”, in superiorità, grazie ad una deviazione nello slot di Kostner su un tiro dalla blu del solito Bourassa; ma dopo neanche due minuti e mezzo, siamo al 13’51”, il Real realizza il definitivo vantaggio: Silva da dietro porta serve Stricker da posizione leggermente defilata segna in one timer sul primo palo. Dopo un infruttuoso power play per i padroni di casa, il Gherdeina prova a raggiungere il pareggio, togliendo al 19’24” dopo il time out richiesto da Adey, il portiere, ma l’ultimo assalto si scontra contro il muro eretto dal Real che si aggiudica la partita riuscendo così ad accorciare in classifica sul Milano Rossoblu.

REAL TORINO
P. Platè (Valle Da Rin)
D. Bianco, Borghi, Gorza, Moro, Klucar, Schina, Sekula, Tortone, Tremolaterra
A. Ceretto, Fornaciari, Lo Presti, Peruzzo, Salonen, Silva, Stricker, Traversa
All. Drahoslav Zurek

H.C. GHERDEINA
P. Grossgastaiger (Saurer)
D. Insam, Moroder, Bourassa, F. Senoner, Glira, Lang, M. Senoner,
A. Bernakevitch, Brugnoli, Demetz, Holzknecht, Kostner, Perna K. Senoner, Verginer, Wanker
All. Paul Adey

RETI: 21’43” Stricker (Salonen),26’06” Brugnoli (Kostner), 27’51” Salonen (Moro, Stricker) PP; 50’23” Kostner (Bourassa, Perna) PP, 53’51” Stricker (Silva, Salonen)

TIRI: Real Torino 32-H. C. Gherdeina 33

PENALITÀ: Real Torino 14′-H. C. Gherdeina 12′