LNA – Giornata del 13/11/09

di P.Stamm 

Berna insegna l’efficienza al Davos, che dopo la lunga pausa per le gare del Deutschland Cup riprende tra le mura amiche e riceve l’attuale leader della classifica. Pronti, via ed il Davos mette spalle al muro gli orsi che si trovano attaccati in continuo. Pressione che premia gli stambecchi al 7°, quando dopo un passaggio al bacio, Guggisberg si trova davanti a Bührer ed insacca. I bernesi accusano il colpo e ci vogliono ben 10 minuti per la prima vera azione offensiva, ma Berger sfrutta subito l’occasione : 1 a 1. Ora il Davos pressa per il nuovo vantaggio, ma nonostante un Bührer poco in serata, gli grigionesi non riescono a superarlo. E’ il Berna a dimostrare come si fa con Roche che entra nel terzo difensivo senza problemi e ringrazia dell’ospitalità’ segnando il 2 a 1 per gli uomini di Huras. Passano solo due minuti e i gialloblu riaprono le porte e Josi si riprende il rimbalzo dopo il proprio tiro e trafigge con molta calma l’incolpevole Genoni per il 3 a 1 dopo 20 minuti. Il secondo drittel si apre con un periodo di pressione bernese, ma il pericolo vero nasce da un bel contrattacco grigionese con Forster, che però colpisce il palo. Dopo metà gara, il Davos riprende il pallino del gioco e tenta, grazie anche ad una doppia superiorità, l’assalto al fortino bernese. Il powerplay lascia però a desiderare ed il Berna passa indenne questo momento. Continuano le opportunità da ambo i lati, ma non arrivano i goal, mentre dopo la sirena Roche e Forster cambiano sport e se le danno di santa ragione. Gli ultimi 20 minuti partono sotto il segno del Davos, che tenta il tutto per tutto, complice le invitanti superiorità, ma e’ di nuovo il Berna a segnare con Meier servito da Bartecko. Il vantaggio per 4 a 1 dei bernesi sembra togliere gusto alla partita, quando Back accorcia e Del Curto, intelligentemente, chiede subito il Timeout. Solo 26 secondi più tardi Widing riporta sotto il Davos con il suo goal del 3 a 4. Al campione in carica rimangono 8 minuti e si sa, nel hockey…… però nel bel mezzo dell’offensiva finale, gli orsi segnano il goal del 5 a 3 con Reichert e si portano a casa i tre punti dalla Vaillant-Arena. 

HC Davos – SC Bern 3:5 (1:3, 0:0, 2:2) 
Vaillant-Arena. — 5266 spett. (record stagionale). – Refs: Kurmann/Massy, Bürgi/Marti. — Scorer: 7. Guggisberg (Rizzi, Stoop) 1:0. 10. Pascal Berger (Trevor Meier, Bartecko) 1:1. 18. Roche (Josi/4-4 fuori Grossmann e Vigier) 1:2. 20. (19:07) Josi (Martin Plüss, Roche) 1:3. 49. Trevor Meier (Bartecko) 1:4. 52. (51:32) Back (Reto von Arx, Widing) 24. 52. (51:58) Widing (Marha, Tim Ramholt) 3:4. 58. Reichert (Vigier) 3:5.
– Penalita‘: 7×2 ; 1×10 Minuti (Forster) contro Davos, 10×2 ; 1×10 Minuti (Roche) contro Bern.
PostFinance-Topskorer: Widing; Martin Plüss. 

Davos: Genoni; Stoop, Forster; Tim Ramholt, Grossmann; Untersander, Back; May; Sciaroni, Reto von Arx, Taticek; Widing, Marha, Setzinger; Guggisberg, Rizzi, Dino Wieser; Dario Bürgler, Carbis, Joggi; Marc Wieser. 
Bern: Bührer; Roche, Josi; Jobin, Hänni; Beat Gerber, Philippe Furrer; Dominic Meier, Stettler; Vigier, McLean, Reichert; Neuenschwander, Martin Plüss, Rüthemann; Pascal Berger, Trevor Meier, Bartecko; Rytz, Daniel Meier, Scherwey. 

Un Biel troppo debole in difesa deve lasciar strada gli aviatori. Dopo 30 minuti di hockey a senso unico e 4 goal del Kloten si chiude il discorso per i bernesi, che cercavano di invertire la tendenza delle ultime partite, ma inanellano la 5° sconfitta consecutiva. Anche Berra al posto dell’incolpevole Caminada non può nulla. Il Biel, nonostante l’attuale posizione da playoff in classifica, e’ arrivato alla Kolpingarena come outsider e cosi si e’ comportato. Il Kloten ha giocato come voleva, mentre la difesa bernese stasera ha marcato assenza. Il povero Caminada ha avuto il suo bel da fare e ha resistito fino al 7°. Certo che gli attaccanti veloci del Kloten hanno trovato strada facile tra i difensori tipo soprammobile di Ruhnke. Dopo 20 minuti e tre goal in situazioni di uno contro zero, Ruhnke ha deciso di sacrificare il portiere, non potendo sostituire le linee difensive, e Berra ha tenuto fino al 28° ; 4 a 0 e partita decisa. Troppo inconsistente il Biel di stasera per pensare di invertire la rotta, anche se Rothen c’ha messo del suo a ridare linfa agli ospiti : dopo una carica irregolare ( ed incomprensibile, visto il parziale ) da dietro, ha imboccato il tunnel degli spogliatoi. I 5 minuti di superiorità del Biel sono stati a dir poco disastrosi e non se ne sono viste opportunità per pensare di riaprire la gara. Nel terzo tempo i bernesi sono riusciti a rovinare lo shutout a Rüeger, grazie al goal in mischia di Truttmann, mentre le ultime due reti del Kloten, nate da altrettante belle azioni, hanno solo contribuito ad aumentare il passivo. 

Kloten Flyers – EHC Biel 6:1 (3:0, 1:0, 2:1) 
Kolping Arena. – 5014 spett. – Refs: Eichmann/Mandioni, Dumoulin/ Kohler. – Scorer: 7. Lindemann (Bell, Zeiter/PP Zigerli) 1:0. 17. Zeiter (Wick) 2:0. 19. Stancescu (Bodenmann, Kellenberger) 3:0. 28. Rothen (Jacquemet, Liniger) 4:0. 46. Truttmann (Brown/PP Jacquemet) 4:1. 53. Liniger (Wick) 5:1. 60. (59:17) Stancescu (Kellenberger) 6:1. – Penalita‘: 5×2 ; 1×5 (Rothen) ; 1×10 Minuti (Du Bois) ; 1x pen. part. (Rothen) contro Kloten, 8×2 Minuti contro Biel. – PostFinance-Topsorer: Rintanen; Fata. 

Kloten: Rüeger; Von Gunten, Sidler; Du Bois, Müller; Bonnet, Forrest; Lindemann, Bell, Rintanen; Rothen, Zeiter, Jacquemet; Wick, Liniger, Jenni; Bodenmann, Kellenberger, Stancescu. 
Biel: Caminada (21° Berra); Kparghai, Jackmann; Steinegger, Schneeberger; Brown, Fröhlicher; Tschannen, Trunz; Wetzel, Bordeleau, Truttmann; Nüssli, Fata, Lötscher; Tschantré. Peter, Deny Bärtschi; Beccarelli, Gloor, Zigerli. 

13° shutout in carriera ( il primo della stagione in corso ) di Schoder, si, proprio QUEL Matthias Schoder oggetto delle pesanti critiche dopo le recenti, ma poco convincenti partite dei Tigers e per il quale si delineava una vita in panchina, visto che proprio gli ospiti di oggi hanno prestato il portiere Conz agli bernesi. Invece e’ Conz, in seguito a degli precisi accordi tra le due società ( che ne impediscono l’impiego negli scontri diretti ), a prendere posto in tribuna e Schoder ad ergersi ad eroe della serata. Servette arriva nell’emmental in veste di favorito, ma il Langnau dimostra come una squadra spacciata sulla carta possa prendersi la rivincita per la pesante sconfitta per 8 a 2 a Ginevra, mettendo in campo passione, sacrificio e voglia di vincere. Si mette subito male per i ginevrini, che dopo 65 secondi si trovano a rincorrere lo svantaggio e Stephan che sembra debba ancora uscire dagli spogliatoi. Ma invece di trovare il pareggio, subiscono gli attacchi ed un altro goal del Langnau al 14°. Ora ci si aspettava la reazione rabbiosa degli uomini di Mc Sorley, reazione che pero’ non c’e’ stata. Anzi, il powerplay del Servette al 23° non era proprio degno della LNA. Le poche occasioni sono comunque state sventate dall’ottimo Schoder, che ha cosi dato fiducia ai suoi. Supportato da lui e dai propri tifosi, il Langnau continua a limitare il raggio d’azione dei vari Kolnik, Toms e Deruns ed a macinare gioco ed opportunità, trovando la terza rete con un bel polso all’incrocio di Murphy. Solo due minuti dopo Stephan si deve nuovamente inchinare al tiro tra le gambe di Brooks. Insomma, una gara da incorniciare per gli uomini di Weber, che continuano a sognare gli playoff, mentre si ha l’impressione che oggi gli ospiti siano rimasti molto al di sotto delle proprie capacità. Si diceva di Schoder, ma un’altro uomo chiave e’ Daigle, da poco arrivato dal Davos e Brooks, attuale topscorer, a referto per la settima volta consecutiva. Curiosita’: Prima partita di Luca Cunti e nessun goal in PP. 

SCL Tigers – HC Geneve-Servette 5:0 (2:0, 2:0, 1:0) 
Ilfis. – 4579 spett. – Refs Reiber, Kehrli/Stähli. – Scorer: 2. Adrian Gerber (Claudio Moggi) 1:0. 14. Claudio Moggi (Adrian Gerber, Sandro Moggi) 2:0. 32. Murphy (Daigle) 3:0. 34. Brooks (Daigle, Camenzind) 4:0. 57. Camenzind (Murphy) 5:0. – Penalita’: 3×2 Minuti contro Langnau, 10×2 Minuti contro Geneve-Servette. – PostFinance-Topskorer: Brooks; Déruns. 

Langnau: Schoder; Lüthi, Reber; Naumenko, Christian Moser; Murphy, Blum; Flückiger, Gmür; Helfenstein, Sutter, Simon Moser; Sandro Moggi, Adrian Gerber, Claudio Moggi; Brooks, Camenzind, Daigle; Haas, Cunti, Aurelio Lemm. 
Geneve-Servette: Stephan; Mercier, Bezina; Gobbi, Maurer; Höhener, Breitbach; Vukovic; Toms, Rubin, Kolnik; Déruns, Savary, Salmelainen; Cadieux, Trachsler, Suri; Rivera, Florian Conz, Hürlimann

 

CLASSIFICA

 

Squadra

G

V

P

S

GF

GS

DIF

PTI

1.

SC Bern

22

16

0

6

77

55

22

47

2.

ZSC Lions

20

13

0

7

83

64

19

42

3.

EV Zug

21

14

0

7

62

44

18

42

4.

Genève

21

14

0

7

72

53

19

40

5.

Kloten Flyers

22

14

0

8

68

63

5

39

6.

HC Davos

21

13

0

8

75

53

22

38

7.

Lakers

21

10

0

11

62

54

8

30

8.

EHC Biel

21

9

0

12

55

73

-18

27

9.

HC Lugano

21

8

0

13

66

80

-14

23

10.

SCL Tigers

22

6

0

16

65

88

-23

21

11.

Fribourg

21

6

0

15

45

73

-28

19

12.

Ambrì Piotta

21

4

0

17

41

71

-30

13

Tags: