DEL – Berlino riposa, Mannheim passa al comando

di Claudio Brescia
Il turno di riposo del Berlino rappresenta una ghiotta occasione per i 3 inseguitori, ma ne approfitta solamente Mannheim, che batte 2-1 Francoforte e balza in testa alla classifica: mentre ad Augsburg si mangiano le mani per l’imprevedibile sconfitta per 4-5 incassata contro Kassel (che ottiene così la 2a vittoria stagionale in trasferta), a Wolfsburg nessuno riesce a capacitarsi della clamorosa sconfitta per 1-2 ai rigori maturata nel derby sassone contro l’Hannover, che ottiene così la prima vittoria su 8 partite concluse oltre il 60° minuto. Straubing ottiene la 3a vittoria consecutiva aggiudicandosi 2-3 il derby delle Tigri contro Norimberga, che incappa addirittura nella 9a sconfitta consecutiva: escluse la partite tra scapoli ed ammogliati è veramente difficile incappare in una serie tanto negativa (non c’è riuscito neppure l’Amburgo) e purtroppo gli sponsor, che già si tengono alla larga dal team, potrebbero tenerne conto e decretare a fine stagione la sparizione della squadra dalla DEL. Düsseldorf si aggiudica il più prestigioso tra i 4 derby renani con un 4-0 sui poco amati vicini di Colonia, mentre l’altro team renano di Krefeld incontra insospettate difficoltà ad imporsi 3-2 ai rigori su Amburgo. Con 6 vittorie nelle ultime 7 gare torna alla vittoria Ingolstadt, che umilia 7-1 l’Iserlohn che ha smarrito lungo la strada il prolifico attacco delle ultime settimane.

Thomas Sabo Ice Tigers – Straubing Tigers 2-3 (1-1, 1-2, 0-0)
Le Tigri Bianche di Norimberga non hanno vinto neanche una partita nelle ultime 8 giornate, dal quel lontano 27 Settembre quando irrisero Iserlohn con un beffardo 6-2, mentre le Tigri di Straubing sono reduci da due successi che fanno morale (3-1 su Kassel ma soprattutto un irriverente 2-3 Su Francoforte). Forse per questo motivo, “ben” 4.039 tifosi si sono presentati all’Arena Nürnberger Versicherung (record stagionale) a sostenere la squadra, forse sperando nel colpaccio contro una squadra alla portata (solo 4 punti separano Straubing da Norimberga, terzultima e penultima). Per quanto le attese sono state deluse, va riconosciuto che le Tigri Bianche c’è l’anno messa tutta, hanno lottato alla pari, superato gli avversari al tiro (32-28), aperto le marcature (evento raro per loro) e, dopo la rimonta di Straubing, sono riuscite a pareggiare sul finire del drittel centrale, prima di subire una nuova rete e perdersi nel tediante 6-5 al tiro del 3° tempo.

Marcatori
10′ 28″ Thomas Sabo Ice Tigers – Greg Leeb PP (Björn Barta, Brad Leeb)
14′ 50″ Straubing Tigers – Eric Meloche PP (Ryan Ramsay, Stephan Wilhelm)
21′ 35″ Straubing Tigers – Brian Maloney (Brandon Smith, Justin Mapletoft)
37′ 41″ Thomas Sabo Ice Tigers – Brad Leeb (Penalty)
39′ 58″ Straubing Tigers – William Trew (Brian Maloney, Justin Mapletoft)

Augsburger Panther – Kassel Huskies 4-5 (0-1, 4-2, 0-2)
La 2a vittoria esterna stagionale di Kassel ha un che di fantascientifico: è già strano che gli Huskies riescano ad imporsi sulle Pantere (reduci da 6 successi consecutivi) e più strano ancora è che riescano a segnare ben 5 reti; è poi stupefacente che riescano a portarsi sullo 0-2 prima di subire una rete: ma il dato strabiliante è che schiaccino gli avversari addirittura 26-42 al tiro, soprattutto considerando che di fronte avevano Augsburg, il team più in forma nelle ultime settimane. Se ciò non basta ancora per annichilire i conoscitori della DEL, allora è sufficiente dare un’occhiata ala sequenza delle reti per rendersi conto della portata dell’impresa di Kassel, che si porta sullo 0-2 a cavallo dei primi due tempi: la 2a rete risveglia Augsburg che in soli 8” accorcia le distanze ed in 7’ 27” ribalta la situazione portandosi sul 4-2 (con una rete in PK) prima dello scadere dei 20’ centrali. Una reazione simile avrebbe potuto spezzare le zampe degli Huskies, e forse Augsburg contava proprio su questo, ma Kassel ha trovato la forza di rimontare e vincere, grazie anche al fondamentale aiuto delle Pantere che hanno concesso 2 reti in PP.

Marcatori
17′ 36″ Kassel Huskies – Alex Leavitt (Ryan Kraft, Mike Card)
22′ 47″ Kassel Huskies – Ryan Kraft (Pierre-Luc Sleigher, Alex Leavitt)
22′ 55″ Augsburger Panther – Matt Ryan (Thomas James Kemp, Benedikt Kohl)
25′ 06″ Augsburger Panther – Jeff Likens (Connor James, Chris Collins)
28′ 14″ Augsburger Panther – Colin Murphy PK (Brett Engelhardt)
29′ 27″ Augsburger Panther – Darin Olver (Chris Heid, Colin Murphy)
39′ 58″ Kassel Huskies – Derek Damon PP (Josh Soares, Mike Card)
43′ 31″ Kassel Huskies – Josh Soares PP (Derek Damon, Mike Card)
53′ 28″ Kassel Huskies – Pierre-Luc Sleigher (Alex Leavitt, Ryan Kraft)

DEG Metro Stars – Kölner Haie 4-0 (2-0, 1-0, 1-0)
Pur disponendo di ben 6 giocatori in meno (più di intera linea, tanto per intenderci) e tirando meno del Colonia (28-33), Düsseldorf si aggiudica il più classico e sentito dei derby della Renania: per rendere comprensibile il valore dell’incontro a chi non conosce la Germania è necessario paragonare questo match ad un Milan – Inter, visto il rapporto che c’è tra le due città, ed a dimostrare quanto è sentita la sfida sono i 12.365 accorsi all’ISS Dome. Oltre all’estrema correttezza della partita, che ha visto solamente 3 penalità semplici per team, resta solo da segnalare la germanica precisione cronometrica dei Metro Stars, che vanno che segnano 3 reti al 17° minuto (2 nel 1° tempo ed una nel 2°) e sgarrano di 1 solo minuto nei drittel finale (18° minuto).

Marcatori
17′ 16″ DEG Metro Stars – Mark Murphy (Evan Kaufmann, Craig MacDonald)
17′ 58″ DEG Metro Stars – Brandon Reid (Shane Joseph, Patrick Traverse)
27′ 04″ DEG Metro Stars – Jason Holland PP (Patrick Reimer, Rob Collins)
38′ 40″ DEG Metro Stars – Adam Courchaine (Brandon Reid)

Adler Mannheim – Frankfurt Lions 2-1 (1-0, 0-1, 1-0)
Il Berlino osserva un turno di riposo ed a Mannheim si presenta la ghiotta occasione per balzare al comando: l’impresa è tutt’altro che facile, in quanto le Aquile si trovano a fronteggiare i Leoni di Francoforte che, con due sconfitte nelle ultime 3 gare, vedono allontanarsi il vertice della classifica. Così la città si è nuovamente stretta intorno ai pentacampioni, ma il problema è che la spettacolare SAP Arena contiene “solamente” 13.600 posti e bastano i soliti, immancabili fedelissimi per fare l’ennesimo tutto esaurito della stagione. A confermare la determinazione dei Leoni è l’umiliante 28-40 al tiro inflitto alle Aquile, che suona come un vero affronto: ma a lavare l’onta ci pensa il goalie di casa Fredrick Brathwaite, che con 39 parate neutralizza la furia dei Leoni i si conferma il miglior portiere della Liga.

Marcatori
09′ 55″ Adler Mannheim – James Pollock PP (Francois Methot, Yannic Seidenberg)
30′ 20″ Frankfurt Lions – Eric Schneider (Aleksander Polaczek, Michel Periard)
46′ 43″ Adler Mannheim – Frank Mauer (Yannic Seidenberg, Pascal Trepanier)

ERC Ingolstadt – Iserlohn Roosters 7-1 (2-0, 2-0, 3-1)
Che un incontro tra Ingolstadt ed Iserlohn possa finire 7-1 ci può stare, ma che a vincere sia la formazione di casa Audi non è solo un fatto eccezionale: è la conferma che la cura del neocoach Bob “Lupo” Manno, cacciato da Straubing alla fine della passata stagione, funziona. Ed a confermarlo solo le 6 vittorie nelle ultime 7 gare e, soprattutto, il suntuoso 5° posto in classifica, che fino alla passata stagione da queste parti era un miraggio. Con una media di 1 rete ogni 4,5 tiri circa (33-27 al tiro) Ingolstadt passeggia comodamente sull’ombra dei Roosters, che oltretutto danno una grossa mano agli avversari raccogliendo 63’ di penalità su 12 interventi (34’ su 13 per L’ERC): tra le fila di Iserlohn eccellono Jon Insana e Jimmy Roy, che raccolgono 10’ ciascuno per comportamento antisportivo, ed il goalie Sebastian Stefaniszin, punito con 25’ (espulsione) per un pugno all’avversario, mentre Ingolstadt reagisce timidamente con Richard Girard (10’ per comportamento antisportivo).

Marcatori
12′ 14″ ERC Ingolstadt – Tyler Bouck (Unterzahl-Tor 2)
14′ 16″ ERC Ingolstadt – Ben Clymer PP (Richard Girard, Bruno St Jacques)
26′ 20″ ERC Ingolstadt – Thomas Greilinger (Richard Girard, Bob Wren)
28′ 26″ ERC Ingolstadt – Thomas Greilinger (Ben Clymer, Prestin Ryan)
44′ 02″ Iserlohn Roosters – Brian Swanson PP (Quinn Hancock, Stefan Langwieder)
55′ 00″ ERC Ingolstadt – Matt Hussey (Vince Bellissimo, Michael Bakos)
51′ 02″ ERC Ingolstadt – Tyler Bouck PP (Pat Kavanagh, Ben Clymer)
51′ 29″ ERC Ingolstadt – Bob Wren (Thomas Greilinger, Richard Girard)

Grizzly Adams Wolfsburg – Hannover Scorpions 1-2 PS (1-1, 0-0, 0-0, 0-0, 0-1)
Se la sconfitta di Augsburg e la vittoria di Ingolstadt sono sorprendenti, il derby sassone riserva il risultato più clamoroso della giornata, con Hannover che ferma la risalita del Wolfsburg impedendogli di affiancare Berlino al 2° posto. La chiave della battuta d’arresto dei Grizzly, in buona forma dopo l’avvio di stagione stentato, sta forse nella ritrovata condizione del goalie degli Scorpioni Youri Ziffzer (a Berlino si saranno sicuramente pentiti di averlo ceduto), che è stato schierato al posto di Levente Szuper (che viene a sua volta rimpianto a Milano). O forse il motivo va cercato nella sostituzione di Daniar Dshunussow (titolare della porta di Wolfsburg) con il back Jochen Reimer: resta il fatto che entrambi i portieri hanno fornito una buona prestazione che, con un buon 34-36 al tiro, ha reso il match avaro di goal.

Marcatori
08′ 45″ Hannover Scorpions – Matt Dzieduszycki PP 2 (Sascha Goc, Chris Herperger)
14′ 55″ Grizzly Adams Wolfsburg – Ken Magowan (Peter Sarno, Arvids Rekis)
Rigori: Hannover Scorpions – Tino Boos

Krefeld Pinguine – Hamburg Freezers 3-2 PS (2-1, 0-0, 0-1, 0-0, 1-0)
Considerando che Krefeld è solo una brutta copia della formazione della passata stagione e che il disastroso Amburgo è ancora peggio, ed ha preso il posto delle Volpi di Duisburg come squadra materasso, non stupisce che i Pinguini si siano imposti sui Freezers. Viste le medie abituali dell’Amburgo, a sorprendere sono le “ottime” prestazioni del goalie Jean-Marc Pelletier (con 64 reti incassate è secondo solo all’Amburgo), che subisce solo 3 goal su 33 tiri, e dell’attacco, che con soli 19 tiri riesce a trascinare Krefeld ai rigori.

Marcatori
00′ 27″ Hamburg Freezers – Jason King (Francois Fortier, Clarke Wilm)
16′ 53″ Krefeld Pinguine – Charlie Stephens PP (Boris Blank, Richard Pavlikovsky)
18′ 32″ Krefeld Pinguine – Michael Endraß (Daniel Pietta, Patrick Hager)
41′ 45″ Hamburg Freezers – John Tripp PP (Peter Ratchuk, Matias Loppi)
Rigori: Krefeld Pinguine – Richard Pavlikovsky

Richard Pavlikovsky segna per Krefeld il rigore decisivo

Richard Pavlikovsky segna per Krefeld il rigore decisivo

Squadra PT V Vot Vps Pps Pot N Gf:Gs Diff. Punti
Adler Mannheim 17 9 1 1 2 1 3 62:46 16 34
Eisbären Berlin 15 10 1 0 0 0 4 59:45 14 32
Augsburger Panther 16 7 1 3 0 0 5 64:55 9 29
Grizzly Adams Wolfsburg 16 8 1 1 1 0 5 47:43 4 29
ERC Ingolstadt 16 8 1 0 0 1 6 65:47 18 27
Frankfurt Lions 16 8 0 1 1 0 6 53:39 14 27
DEG Metro Stars 16 7 0 2 0 1 6 47:39 8 26
Kassel Huskies 16 8 0 0 0 0 8 48:64 -16 24
Iserlohn Roosters 16 5 2 2 0 0 7 59:54 5 23
Kölner Haie 16 4 2 2 0 2 6 49:55 -6 22
Hannover Scorpions 17 4 0 1 4 3 5 52:66 -14 21
Krefeld Pinguine 15 5 0 1 2 0 7 44:46 -2 19
Straubing Tigers 16 5 0 1 2 0 8 37:54 -17 19
Thomas Sabo Ice Tigers 16 4 0 0 3 0 9 43:56 -13 15
Hamburg Freezers 16 3 0 1 1 1 10 44:64 -20 13

Tags: ,