L’Alleghe si risveglia

(com.  stampa HC Fassa, Roberto Santamaria)

FASSA-ALLEGHE 0-2 (0:1)(0:1)(0:0)

Il Fassa Salumi Levoni non sa piu vincere tra le mura di casa e subisce la terza sconfitta consecutiva allo Scola per mano di un Alleghe bravo ad approfittare delle occasioni avute e a concedere poco o nulla agli avanti fassani. Va detto a difesa dei padroni di casa che le assenze nel reparto arretrato di Power e Manfroi unite alle condizioni imperfette di Iori e Locatin vedono scemare le energie del roster partita dopo partita. La pausa per gli impegni della nazionale sarà sicuramente propizia per recuperare energie e Manfroi. Inoltre dovrebbe giungere in Valle il tanto atteso tranfer che sostituisca Power nel periodo di convalescenza del forte difensore canadese.
Un dato emerge in maniera evidente dalle ultime quattro prestazioni dei fassani: la formazione di Stirling ha realizzato la miseria di 3 gol. Davvero un bottino troppo esiguo per sperare di portare a case le vittorie.

Il Fassa Salumi Levoni si presenta sul ghiaccio con la novità del numero 27 Stefan Vill richiamato dal farm team dell’Egna. Per il giovane attaccante un’occasione interessante per saggiare palcoscenici differenti da quelli a cui è abituato cimentarsi.
L’avvio del match è tutto di marca agordina. Al possesso di disco pressoché costante gli uomini di Kelly appaiono più presenti sulle gambe e in anticipo nei contrasti con i ragazzi di casa. Il meritato vantaggio ospite arriva puntuale al 11’54 con una bella combinazione di Hay e Veggiato che smarca nello slot Manuel De Toni. Il più giovane della famiglia De Toni non sbaglia e fa secco Dennis con un tiro di polso secco e preciso. Al 15’ sale in cattedra il goalie di Toronto Adam Dennis. Con il veterano Hay lanciato a rete per un appoggio errato di Edwardson nel terzo agordino. Il super portiere ladino si catapulta incontro all’ala canadese chiudendogli lo specchio con una scivolata prodigiosa.
La seconda frazione vive lo stesso copione della prima con l’Alleghe ben messo sul ghiaccio, ma soprattutto maggiormente brillante dal punto di vista atletico. Con un atteggiamento troppo passivo, il Fassa concede troppo agli avanti agordini e subisce il raddoppio poco prima del secondo giro di boa. La conclusione angolata dalla blu di Lutz cambia traiettoria un paio di volte prima di depositarsi in fondo al sacco alle spalle del coperto Dennis.
La serata storta per i ladini viene confermata dalla clamorosa azione sciupata da Edwardson a tre metri da Pagliero, in chiusura di frazione centrale. Il numero 34 dopo aver controllato il disco in tutta libertà concludeva a lato da posizione favorevolissima.
Nella frazione conclusiva il Fassa le prova davvero tutte per battere un Pagliero sempre attento e sicuro sulle conclusioni ladine. Nonostante le 4 occasioni con l’uomo di movimento in piu sul ghiaccio gli avanti gialloblu non riescono a trafiggere il bravo portiere dell’Alleghe. Per il giovane italo la soddisfazione del primo shutout nel campionato italiano
Tra gli aspetti positivi la strordianaria caparbietà di Iori, Margoni e Crampton e la consapevolezza che anche in una serata davvero infelice e poco brillante la difesa ha subito solo due marcature.
Siamo convinti che i ragazzi guidati da Stirling grideranno vendetta già dalle prossime partite a cominciare dal match durissimo di sabato contro il Valpusteria.

Fassa-Alleghe 0-2 (0-1/0-1/0-0)
Reti
11’54 0-1 Manuel de Toni (Hay, Veggiato)
8’56 0-2 Lutz (M. De Toni, L. De Toni)