Per l’Agordo dura lezione dal Salisburgo

L’Agordo torna dopo due anni a confrontarsi con le squadre EWHL e il divario è diventato ormai enorme. La sconfitta risicata con il Maribor è stata solo un fuoco di paglia, a Salisburgo le venete hanno subito sabato una dura lezione dalle campionesse d’Austria (fino a due anni fa avversario abbordabile) sempre più in crescita. Nell’attesa che la partita di oggi non risenta del morale a terra delle ragazze c’è la consapevolezza di dover lavorare sodo per tornare ad avere un movimento competitivo. Le “senatrici” stanno piano piano fisiologicamente appendendo i pattini al chiodo e il ricambio generazionale è stato negli ultimi anni pressoché nullo. I segnali positivi giungono dalle nuove società nate tra quest’anno e l’anno scorso, ma il percorso è ancora lungo.
Le agordine, che lamentavano l’assenza di Deborah Montanari in porta, nella partita di sabato sono passate in vantaggio al 5° con Da Rugna ma le salisburghesi, allenate da questa settimana dalla giovane Jamie Miller, dall’undicesimo hanno preso in mano la situazione segnando a lunghi tratti con una cadenza di una rete al minuto. 6 reti di Eva Schwärzler (più 5 assist che l’hanno sbalzata in testa alla classifica punti), tripleta per Reyns, Cole, Fardelmann e Koban. L’altra rete veneta è giunta al 27° sempre ad opera di Diana Da Rugna per il 2-7.

In classifica l’Agordo è ancora a zero punti con 10 reti fatte e 57 subite.

(nella foto da dameneishockey.at l’esultanza del Salisburgo)

Classifica: Planegg 18 punti (7), Vienna 12 (6 partite), Salisburgo 9 (5), Maribor 3 (3), S. Bratislava 3 (5), Agordo 0 (4).

Prossimo turno:
oggi ore 12.15, The Ravens Salisburgo (AUT) – Agordo Hockey (ITA)
Arbitri: Jochum Robert; Weiser Barbara, Winklmayr Ulrike

The Ravens Salisburgo (AUT) – Agordo Hockey 19-2 (4-1, 7-1, 8-0)
Arbitri:
Fersterer Anton; Erber Peter, Weiser Barbara
Salisburgo: Schwendinger S. (dal 51° Becker M.), Hager M., Schwärzler E., Brunner M., Wirl C., Rothböck M., Fardelmann M., Reyns T., Cole E., Koban S., Lackner D., Zöhrer L., Seywald S., Oberhuber K.
Agordo: Bressan J., Larger B., Dal Zotto N., Da Rugna D., Tartaglione A., Dalpra E., Zandegiacomo F., Viel S., Angeloni M., Fiorese R., Ballardini E., Cossalter E., Caldart N., Friz M.
Penalità: Salisburgo 12 – Agordo 12
Tiri: Salisburgo 38 – Agordo 17
04:49 (0-1) Da Rugna D. (Caldart N. Dalpra E.)
10:20 (1-1) Koban S. (Oberhuber K., Schwärzler E.)
11:25 (2-1) Fardelmann M. (Schwärzler E., Seywald S.)
16:55 (3-1) Cole E. (Wirl C.)
19:20 (4-1) Schwärzler E. (Reyns T., Brunner M.)
23:37 (5-1) Cole E.
24:25 (6-1) Reyns T.
25:29 (7-1) Schwärzler E.
26:11 (7-2) Da Rugna D. (Angeloni M.)
29:49 (8-2) Oberhuber K.
31:37 (9-2) Fardelmann M. (Schwärzler E.)
33:01 (10-2) Schwärzler E. (Oberhuber K., Fardelmann M.)
36:29 (11-2) Schwärzler E. (Fardelmann M., Koban S.)
41:33 (12-2) Reyns T.
43:06 (13-2) Koban S. (Schwärzler E.)
44:35 (14-2) Schwärzler E. (Oberhuber K., Hager M.)
45:01 (15-2) Schwärzler E. (Oberhuber K.)
50:01 (16-2) Koban S. (Schwärzler E., Fardelmann M.)
50:45 (17-2) Reyns T. (Rothböck M. Cole E.)
52:32 (18-2) Fardelmann M. (Schwärzler E., Koban S.)
55:02 (19-2) Cole E. (Rothböck M., Hager M.)

[TABLE=65,1]