DEL – Mannheim torna in sé e guadagna il 2° posto

di Claudio Brescia
Dopo la seconda, pesante sconfitta subita nell’ultima giornata (8-3 alla 1a contro Kassel e 2-6 alla 9a contro Düsseldorf) Berlino torna a giocare come sa e con un 5-2 ridimensiona ulteriormente le speranze di Augsburg, che dopo l’ottimo avvio di stagione ha recentemente perso alcuni colpi. Per Berlino si tratta della 17a vittoria consecutiva sul ghiaccio di casa. Il 3-1 con cui Wolfsburg guadagna la 4a piazza e si impone su Düsseldorf, dimostra che la prestazione stellare con cui Düsseldorf ha umiliato Berlino nell’ultima giornata è frutto di un caso. Dopo la sconfitta per 4-5 all’OT incassata contro Iserlohn, probabilmente ad Hannover stanno pensando di mandare la squadra dall’esorcista per scacciare il malocchio: le sole 3 vittorie finora raccolte dagli anseatici sono maturate tutte entro i 60’, mentre delle 7 sconfitte subite due sono arrivate ai rigori e 2 all’OT, dando vita alla maledizione dei prolungamenti di gioco. Dopo le prestazioni a corrente alternata fin qui raccolte, Mannheim sfodera finalmente una prestazione degna del prestigio che si addice ai pentacampioni e rimonta lo 0-3 iniziale per vincere 5-3 contro quel Kassel che, come Augsburg, sta decisamente perdendo terreno dopo un ottimo avvio di stagione. Il 2° posto raggiunto conferma che a Mannheim manca solo la continuità di rendimento. Dopo 3 partite senza punti, l’unica possibilità del fanalino di coda Straubing per tornare a fare punti è l’incontro, vinto 2-3, contro Ingolstadt (terzultimo). Infatti le uniche differenze tra le due formazioni sono le 3 vittorie e 6 sconfitte entro i 60’ nelle 9 gare di Ingolstadt contro le 3 vittorie, di cui una ai rigori, e 7 sconfitte (1 ai rigori) di Straubing. Rimonta esaltante anche per Francoforte che, come Berlino, parte dal 3-0 per andare poi a vincere 4-5 ai rigori contro Krefeld. Colonia guadagna i primi 3 punti lontano da casa imponendosi 4-5 a Norimberga ma, nonostante il 3° posto, Colonia continua a non convincere, infatti delle 7 vittorie ottenute 4 sono arrivate dopo i 60’ regolamentari.

Eisbären Berlin – Augsburger Panther 5-2 (1-1, 3-0, 1-1)
Dopo il brillante inizio di stagione, a certificare il momento di difficoltà che Augsburg sta vivendo nelle ultime gare, non è la sconfitta che, contro Berlino è quasi una sicurezza, e neanche le 5 reti subite (gli Orsi Polari hanno una media di 4,3 reti a gara), ma il prepotente 54-21 subito al tiro che dimostra spietatamente che gli ingranaggi delle Pantere non girano più come dovrebbero. Infatti, dopo l’1-1 dei primi 20’, gli ospiti subiscono passivamente le iniziative dei campioni al punto da concedere un irridente 25-6 nel drittel finale, segnando la seconda rete a 18” dalla sirena. Alla partita hanno assistito 14.200 spettatori.

Marcatori
05′ 40″ Eisbären Berlin – Stefan Ustorf (T. J. Mulock, Jeff Friesen)
19′ 16″ Augsburger Panther – Darin Olver (Chris Heid, Colin Murphy)
26′ 27″ Eisbären Berlin- Richie Regehr PP (Andrew Roach, Stefan Ustorf)
30′ 12″ Eisbären Berlin- Andrew Roach PP (Jeff Friesen, T. J. Mulock)
36′ 09″ Eisbären Berlin- Denis Pederson PP (Florian Busch, Steve Walker)
49′ 00″ Eisbären Berlin- Richie Regehr (Dominik Bielke, Chris Hahn)
49′ 42″ Augsburger Panther – Tyler Beechey (Connor James, Christian Chartier)

O2 Arena Orsi Polari Berlino 2009

La favolosa 02 World di Berlino: 16.000 posti a sedere

 

Grizzly Adams Wolfsburg – DEG Metro Stars 3-1 (2-0, 0-1, 1-0)
Prima dell’incontro l’attaccante dei Metro Stars Patrick Reimer aveva dichiarato: “Se giochiamo bene per tutti i 60’ porteremo a casa 3 punti”. In Italia una simile dichiarazione avrebbe suscitato un noto gesto scaramantico ma, per conoscenza diretta ed approfondita, so che i tedeschi sono molto meno superstiziosi di noi. In compenso, la gufata funziona benissimo anche in Germania: infatti, nonostante le note difficoltà ad arrivare al tiro di Wolfsburg, nel 1° tempo i Grizzly si scatenano, e con un ottimo 18-12 al tiro (32-34 finale) chiudono il periodo sul 2-0. La reazione dei Metro Stars nel periodo centrale si concretizza con un 9-14 al tiro e la rete del 2-1, ma nei 20’ finali la partita si addormenta e la rete dei padroni di casa al 58′ 28″ sancisce la fine dell’incontro.

Marcatori
06′ 50″ Grizzly Adams Wolfsburg – John Laliberte
12′ 45″ Grizzly Adams Wolfsburg – John Laliberte (Peter Sarno, Jan-Axel Alavaara)
37′ 15″ DEG Metro Stars – Mark Murphy PP (Craig MacDonald, Jason Holland)
58′ 28″ Grizzly Adams Wolfsburg – Kai Hospelt PP (John Laliberte, Peter Sarno)

Hannover Scorpions – Iserlohn Roosters 4-5 OT (2-0, 1-2, 1-2, 0-1)
Ormai è quasi una legge: se Hannover non riesce a vincere entro i 60’ è destinato a perdere. La partita odierna è l’ulteriore dimostrazione di questa sinistra tendenza, ma va riconosciuto che Iserlohn ha fatto di tutto per vincere questa avvincente gara (oltre alle 9 reti si registra un ottimo 39-36 al tiro), sfoderando una prestazione maiuscola e annullando il duplice vantaggio degli Scorpioni. Il mattatore della serata è stato il centro 1a linea dei Roosters Robert Hock con 2 goal e 2 assist.

Marcatori
04′ 07″ Hannover Scorpions – Matt Dzieduszycki PP (Adam Mitchell, Rainer Köttstorfer)
14′ 50″ Hannover Scorpions – Ben Cottreau PK (Tino Boos)
21′ 24″ Iserlohn Roosters – Quinn Hancock (Michael Wolf, Robert Hock)
22′ 18″ Hannover Scorpions – Klaus Kathan (Thomas Dolak, Tore Vikingstad)
37′ 36″ Iserlohn Roosters – Robert Hock (Mark Ardelan, Marty Wilford)
45′ 27″ Iserlohn Roosters – Michael Wolf PP (Mads Christensen, Marty Wilford)
52′ 11″ Iserlohn Roosters – Jon Insana (Robert Hock, Mads Christensen)
58′ 36″ Hannover Scorpions – Sascha Goc PP (Thomas Dolak, Tino Boos)
64′ 22″ Iserlohn Roosters – Robert Hock (Michael Wolf, Marty Wilford)

Adler Mannheim – Kassel Huskies 5-3 (0-1, 1-2, 4-0)
I 10.941 spettatori della SAP Arena, un altro gioiello dell’hockey tedesco, ricorderanno questa partita per molto tempo non solo perché è stata una partita corretta (4 penalità singole a testa), ma perché a parte le 8 reti in serata si registrano la bellezza di 84 tiri (1,4 al minuto), che non hanno concesso un attimo di respiro. Inoltre la fortissima determinazione delle Aquile è dimostrata dai sontuosi 60 tiri che mandano in delirio i tifosi di casa ed esaltano il goalie ospite Adam Hauser. Infine, a rendere perfetto lo spettacolo, è l’andamento della gara: nel 1° tempo Mannheim tira 16 volte nella porta stregata degli ospiti ma agli Huskies bastano 5 tentativi per chiudere i 20’ sullo 0-1. Nella fase centrale le Aquile hanno una reazione furibonda che porta ad un assordante 25-13 al tiro, ma segnano una sola rete subendone 2. L’apoteosi che rischia di fare crollare la SAP Arena arriva nel periodo conclusivo, con i padroni di casa che aggiustano la mira e ribaltano la situazione, dimostrando che le Aquile sono nuovamente degne di indossare la gloriosa maglia dei pentacampioni DEL (8 titoli totali dalla fondazione del club).

Marcatori
12′ 40″ Kassel Huskies – Alex Leavitt (Thomas Holzmann, Pierre-Luc Sleigher)
21′ 12″ Kassel Huskies – Manuel Klinge (Derek Damon, Josh Soares)
29′ 17″ Kassel Huskies – Thomas Holzmann PP (Alex Leavitt, Pierre-Luc Sleigher)
32′ 45″ Adler Mannheim – Nathan Robinson (Marcus Kink, Francois Methot)
42′ 50″ Adler Mannheim – Nathan Robinson (Francois Methot, Yannic Seidenberg)
51′ 12″ Adler Mannheim – Scott King (Marcus Kink, Mario Scalzo)
56′ 21″ Adler Mannheim – Scott King (Colin Forbes, Marcus Kink)
58′ 49″ Adler Mannheim – Tomas Martinec (Ronny Arendt, Pascal Trepanier)

ERC Ingolstadt – Straubing Tigers 2-3 (1-1, 1-0, 0-2)
Per l’Ingolstadt di Bob “Lupo” Manno arriva la 6a sconfitta in 9 gare (tutte chiuse nei 60’), mentre Straubing (l’ex team di Manno) ottiene 3a vittoria in 10 gare. Al di là del basso punteggio, se il 42-35 al tiro testimonia che è stata una gara godibile, i 49’ di penalità con 10 interventi dell’ERC ed i 55’ su 13 delle Tigri dimostrano il grande nervosismo sul ghiaccio, che culmina con una rissa che vede coinvolti 4 giocatori al 15’ 48” del drittel finale (1 espulsione per parte). Ingolstadt ha dominato i primi due periodi di gioco con un 19-7 ed un 17-8 al tiro, mentre Straubing ha dato la svolta del periodo finale quando, sotto 2-1, ha sotterrato gli avversari sotto un perentorio 6-20 e due reti.

03′ 59″ Straubing Tigers – Brian Maloney (Florian Schnitzer, Peter Flache)
18′ 00″ ERC Ingolstadt – Thomas Greilinger PP (Bob Wren, Jakub Ficenec)
24′ 47″ ERC Ingolstadt – Matt Hussey
45′ 07″ Straubing Tigers – William Trew PP (Dustin Whitecotton, Chad Bassen)
47′ 17″ Straubing Tigers – Yannick Tremblay PP (Calvin Elfring, Eric Meloche)

Krefeld Pinguine – Frankfurt Lions 4-5 SO (3-1, 0-1, 1-2, 0-0, 0-1)
Nonostante la media al tiro non sia stata esaltante, l’incontro tra i Pinguini ed i Leoni ha regalato forti emozioni e capovolgimenti entusiasmanti: basti pensare ai primi 20’ minuti, dove con soli 6 tiri per formazione i Pinguini dilagano con 3 reti in 4’ 1”. Nel periodo centrale la media tiri sale ad 11-9, ma si registra solo la rete del 3-2 per Francoforte, mentre nel 3° drittel gli ospiti pareggiano e poi ribaltano la situazione portandosi sul 3-4. Proprio quando la beffa sembrava dietro l’angolo Krefeld si riporta in pareggio sfruttando una doppia superiorità numerica regalata a 1’ 56” dalla fine. Decide John Slaney che segna l’unico rigore della serie.

Marcatori
03′ 55″ Krefeld Pinguine – Allan Rourke (Boris Blank, Herberts Vasiljevs)
06′ 46″ Krefeld Pinguine – Jim Fahey (Herberts Vasiljevs, Boris Blank)
08′ 06″ Krefeld Pinguine – Rob Globke (Roland Verwey, Serge Payer)
11′ 39″ Frankfurt Lions – Christoph Gawlik PP (Jeff Ulmer, Michel Periard)
31′ 51″ Frankfurt Lions – Jeff Ulmer PP (Michel Periard, Derek Hahn)
44′ 03″ Frankfurt Lions – Jeff Ulmer (Joey Tenute, John Slaney)
50′ 34″ Frankfurt Lions – Simon Danner (Christoph Gawlik, John Slaney)
58′ 04″ Krefeld Pinguine – Charlie Stephens PP 2 (Richard Pavlikovsky, Jim Fahey)
Penalty Frankfurt Lions – John Slaney

CLASSIFICA

Squadra PT V Vot Vpt Ppn Pot N Gf-Gs Diff. Punti
Eisbären Berlin 10 7 1 0 0 0 2 43:32 11 23
Adler Mannheim 11 6 0 0 1 1 3 40:35 5 20
Kölner Haie 10 3 2 2 0 1 2 37:32 5 18
Grizzly Adams Wolfsburg 9 6 0 0 0 0 3 27:23 4 18
Frankfurt Lions 9 4 0 1 1 0 3 29:23 6 15
DEG Metro Stars 10 4 0 1 0 1 4 30:25 5 15
Iserlohn Roosters 9 2 2 2 0 0 3 35:33 2 14
Augsburger Panther 9 4 1 0 0 0 4 32:32 0 14
Thomas Sabo Ice Tigers 9 4 0 0 1 0 4 24:25 -1 13
Hannover Scorpions 10 3 0 0 2 2 3 34:39 -5 13
Kassel Huskies 9 4 0 0 0 0 5 28:38 -10 12
Krefeld Pinguine 9 3 0 0 2 0 4 26:27 -1 11
ERC Ingolstadt 9 3 0 0 0 0 6 29:29 0 9
Hamburg Freezers 9 2 0 1 0 1 5 25:30 -5 9
Straubing Tigers 10 2 0 1 1 0 6 21:37 -16 9

Tags: ,