Vipiteno e Merano mattatori. Milano conquista Torino

Vipiteno-Caldaro 7-0 (2-0, 3-0, 2-0)
48 ore dopo la prima giornata è già tempo di tornare in pista. Il Vipiteno, assenti Barg e Pichler, conferma la sua forza e dopo aver vinto sul Merano per 5-0 rifila un 7-0 anche a un Caldaro che si ritrova stasera ancora a zero punti. La mancanza dei fratelli Chelodi, oltre ad Eisenstecken e Bosetti, ha riproposto la difficoltà di andare a segno già vista in preseason. Nel terzo tempo i Lucci hanno dovuto fare a meno anche di Christian Ambach, mandato definitivamente negli spogliatoi dal capoarbitro Gasser per un bastone alto contro Hartinger. Per Hell un’altra partita perfetta con un altro shutout, serata difficile invece per Commisso che al 34’16”, alla rete del 5-0 di Kaye, ha lasciato il posto a Dorfrman.

Appiano – Gherdeina 5-3 (2-1, 1-2, 2-0)
Il Vipiteno primeggia in classifica in compagnia dell’Appiano che al San Michele s’è sbarazzata anche del Gherdeina. Decisivo ancora una volta Peter Campbell che dopo la rete del 2-1 a un minuto dalla prima sirena, nel terzo drittel si inventa in inferiorità numerica al 54’51” il definitivo vantaggio e il colpo del ko a porta fuota. Il Gherdeina, sempre ad inseguire, dopo la sconfitta di stasera e la non brillantissima vittoria di venerdì vede svalutarsi le sue azioni di protagonista in questo campionato.

Egna-Merano 2-10 (1-1, 1-4, 0-5)
Sconfitto sonoramente dai Broncos, il Merano si rifà con gli interessi a Caldaro contro l’Egna andando in doppia cifra. Le Oche Selvagge hanno aperto le marcature portandosi in vantaggio con Patrick Zambaldi (tripletta nell’ultima partita di presison al Raiffeisen Cup) e s’erano rifatte avanti a metà partita con un altro giovane, Zelger, in risposta al pareggio momentaneo di Pontus Moren. Di lì a poco il Merano Junior però s’è alzato sui pedali e non c’è stato più niente da fare: 4 reti in sei minuti e buonanotte ai suonatori. Accademia nel terzo periodo con altre 5 reti bianconere che regalano al Merano i primi tre punti in serie A2 e fanno passare una brutta serata all’Egna.

Real Torino – Milano 1-3 (0-1, 1-1, 0-1)
Il campionato rende giustizia al Milano che dopo la bruciante sconfitta di Selva si consola battendo il Torino al PalaTazzoli. Alla doppietta contro il Gardena si aggiunge per Ben Kilgour quella di stasera, scheggiata dal palo colto nel finale. Il 27enne canadese che già ha stupito durante la preseason è la vera rivelazione di questo inizio di campionato e sarà il “Lachance” di quest’anno. I Rossoblu s’erano presentati a Torino con 5 difensori, ancora assenti Re con capitan Caletti, e memori della sconfitta dell’Agorà contro i piemontesi dell’ultima di precampionato, ma il Real è riuscito ad arrivare alla rete solo con Peruzzo in superiorità per il provvisorio 1-2 della speranza. Le altre due reti milanesi sono state segnate dal piccolo Wunderer, terza rete in campionato.

Classifica:
Vipiteno e Appiano 6, Gherdeina, Merano, Milano, Real Torino 3, Caldaro e Egna 0

Tags: