Repubblica Ceca: Vitkovice in fuga, Sparta in crisi

Undici partite giocate, due sole sconfitte: l’invidiabile ritmo del Vitkovice non accenna a diminuire, archiviato velocemente lo stop patito nell’ottava giornata contro il Ceske Budejovice. I biancoblu si confermano squadra molto ordinata ed organizzata e qualcuno parla già di fuga: sono infatti 5 i punti che già li distanziano dallo Zlin, la più diretta inseguitrice. Questi ultimi sono in serie positiva da tre giornate, ma sono ora attesi da tre partite decisive: oggi col Ceske Budejovice che, staccato di un solo punto, tenterà il colpaccio; domenica con lo Slavia Praga e, martedì, big-match con la capolista.

A diciotto punti, troviamo il “gruppone”, con Trinec (come prevedibile, in discesa), Plzen, Pardubice e Slavia. In particolare le ultime due squadre sono in lenta ma costante crescita e tutti sono pronti a scommettere che al termine della regular season saranno loro a occupare i primissimi posti della graduatoria.

A quindici punti, sotto perfino al Mlada Boleslav, troviamo le stelle cadenti dello Sparta Praga. La squadra fatica ancora molto in fase offensiva, i vari Hlinka, Bros, Vykoukal, Vyborny e Rucinsky non si trovano con facilità e le cose non vanno certo meglio nel reparto arretrato: la cessione del forte goalie Popperle è stata una mossa decisamente azzardata.

Un po’ staccate dal gruppo centrale resistono ancora Kladno e Liberec, in particolare è lecito aspettarsi qualcosa di più dai secondi, quando Petr Nedved e Jan Hlavac inizieranno a “dialogare” sul ghiaccio con più facilità.
Forse già fuori dai giochi, invece, i campioni in carica del Karlovy Vary, costretti a condividere il penultimo gradino con il Litvinov.
Sicuramente già fuori dai giochi invece il Kometa Brno, ancora alla ricerca della prima vittoria stagionale.