Un altro “Mastino” al Torino: ecco Mantovani

(C.S. Real Torino) – L’ultimo attaccante da annunciare nel roster del Real Torino era atteso da diverse settimane; ma l’attesa ha senz’altro pagato: Davide Mantovani rinforza l’attacco torinese in modo evidente e pone ora le bocche da fuoco sabaude fra le più temibili della A2.

L’attaccante, ex-mastino di Varese, è un grande talento bolzanino, giocatore di grande tecnica ed individualità, veloce in pattinata, spietato nell’uno contro uno.
Davide, nasce l’11 Novembre 1987 a Bolzano e muove i primi passi sulle piste ghiacciate in quel del capoluogo altoatesino.
L’esordio per il veloce attaccante (180 cm per 80 Kg n.d.r.) avviene in una senior nel 2004, quando nel locale Bolzano, allora targato Forst, gioca 8 partite nella massima serie. Nel medesimo anno, Davide gioca i mondiali Under 18 con la Nazionale, realizzando in 5 partite 4 punti (1+3).

Nel 2005-2006 Mantovani è ancora a Bolzano, dove gioca 5 partite nella massima serie per poi essere girato all’allora farm-team delle volpi, il Settequerce, dove in squadra con Peruzzo gioca altri 5 incontri.
Il 2006-2007 è l’anno in cui Davide si allontana da Bolzano per raggiungere Milano: i blasonati Vipers scommettono su di lui, lanciandolo in pista per 21 incontri, dove in 3° linea realizza 3 assist, mentre calca il ghiaccio della A2 con la maglia del Valpellice (farmteam del Milano) per altre 8 partite, realizzando 4 goal e 3 assist.
Nel 2007-2008 Davide è un punto fermo dei Vipers, tanto da essere impiegato da coach Insam per 27 partite in stagione. Ma Davide patisce il gioco difensivista e in copertura che la 3° linea meneghina richiede, e il suo score rimane bianco.
Nel 2008-2009 Mantovani passa ai rinati Mastini Varese, dove impiegato come punto fermo dell’attacco in prima linea mostra capacità e vena realizzativa di prim’ordine: in 29 match realizza ben 23 punti (12 goal e 11 assist): un bottino di tutto rispetto considerando che si trattava del fanalino di coda della classifica!
Purtroppo Davide ha subito un brutto infortunio verso fine stagione: i legamenti del ginocchio hanno ceduto e l’hanno così costretto ad un intervento chirurgico ed all’allontanamento forzato dalle piste.
Per Davide il 2009-2010 sarà l’anno della rinascita: già al lavoro con fisioterapia e recupero, presenzierà in occasione del derby contro la Valpe per salutare il suo nuovo pubblico anche se ancora senza pattini. Per lui il rientro è previsto fra fine Novembre e Dicembre, in un momento in cui in stagione i giochi si faranno davvero seri; per lui fino ad allora tanto lavoro per ritrovare elasticità, condizione e mobilità.

Nuovo logo: forte il richiamo al territorio ed alle origini savoiarde…

Ed eccolo infine il nuovo logo del Real Torino HC: uno scudo, emblema medievale, guerriero e di difesa, ma nel contempo stemma araldico delle grandi famiglie, finanche reali per l’appunto.
Il nuovo logo è tutto improntato alla piemontesità della società (anche un omaggio all’Istituzione regionale da sempre vicina alla squadra), con un forte richiamo alle origini savoiarde, ed un legame indissolubile con il territorio: terra regale, aristocratica e risorgimentale.
Il nuovo logo, che dona delle forme eleganti e un po’ retrò, è anche più quadrato, concedendo proporzioni in sintonia con la nuova maglia.