Dolomiten Cup: Linz mai domo ma il Colonia va in finale

L’Italia dell’under 25 era alla finestra per conoscere l’avversaria per il terzo/quarto posto, dopo la sconfitta di venerdì a Selva contro lo Zug. Di fronte nell’altra semifinale gli austriaci del Linz e i tedeschi del Colonia. Il Linz di coach Kim Collins (che ha preso il posto in panca di Jimmy Boni) è reduce dall’esordio di 7 giorni fa nella sua preseason contro i tedeschi l’Ingolstad, match vittorioso per 5-3 (1-1, 3-0, 1-2). Squadra ormai rodata invece quella degli Squali di Colonia, già alla loro ottava partita estiva. Solo una vittoria a Duisburg contro gli Herne Crusaders (7-0) lo scorso 30 luglio e 6 sconfitte: due a Füssen contro i russi dell’Avangard di Omsk (1-6 il primo agosto e 0-4 il 6), due a Leukerbad contro il Lokomotiv Jaroslavl (2-3 e 2-6 il 6 e 7 agosto), l’8 ad Hannover contro gli Indians per 1-3 e il giorno dopo a Colonia contro gli Hamburg Freezers per 1-2). Per i tedeschi di Igor Pavlov quindi una fame di riscatto e l’obiettivo minimo della finale contro lo Zug. Due squadre in ogni caso ostiche per gli azzurrini, per usare un eufemismo.

A Merano, che torna a respirare il grande Hockey, parte subito forte il Colonia che con una doppietta di Ivan Ciernik rende la semifinale tutta in discesa. Gli austriaci però non si lasciano annichilire nonostante la continua pressione tedesca e piano piano, salvati in più occasioni da Westlund, trovano il pareggio intorno al giro di boa di questo incontro con Martin Grabner e Daniel Oberkofler. Nel terzo tempo l’inerzia dell’incontro è tutta dalla parte degli austriaci e dei loro 50 fan al seguito, ma il Colonia spinge a tutta e concede poco agli austriaci. Ullmann e Ciernik ci provano con azioni pericolose,  Stephane Julien (Colonia) e Markus Schacher (Linz) inscenano una piccola rissa e il Colonia passa al 47° con un’azione di Hequefeuill in solitaria. al 50° Adams chiude i conti e il Colonia vola in finale.

Finale che stasera a Brunico vedrà ancora Svizzera contro Germania: lo Zug contro il Colonia del portiere svizzero Lars Weibel, le ultime 5 stagioni proprio con la maglia giallo-blu. L’Italia cercherà di centrare il podio alle 17 contro il Linz.

Kölner Haie – Black Wings Linz 4-2 (2-0, 0-2, 2-0)
Marcatori. Primo tempo: 11.07 (1-0) Ciernik, 15.33 (2-0) Ciernik (Ullmann). Secondo tempo: 26.06 (2-1) Grabner (Shearer), 30.32 (2-2) Oberkofler (Szucs). Terzo tempo: 46.29 (3-2) Hequefeuill, 49.15 (4-2) Adams (Rudslätt)
Penalità: Kölner Haie 10 (4, 4, 2) – Black Wings Linz 16 (4, 10, 2)
Arbitri: Cassol, Benvegnù, Castaldelli
Colonia: Lars Weibel (Stefan Vajs); Torsten Ankert, Maik Blankart, Maximilian Englbrecht, Stéphane Julien, Mirko Lüdemann, Moritz Müller, Nico Oprée, Andreas Renz, Dustin Schumacher, Dennis Steinhauer, Sören Sturm, Mats Trygg; Daniel Rudslätt, Dennis Palka, Marcel Ohmann, Marcel Müller, Christoph Melischko, Jason Jaspers, Kevin Hecquefeuille, Norman Hauner, Gerrit Fauser, Jerome Flaake, Dusan Frosch, Ivan Ciernik, Thomas Brandl, Martin Bartek, Christoph Ullmann, Christoph Ziolkowski, Bryan Adams
Black Wings Linz: Alex Westlund (Gerald Kastner dal 50°); Michael Mayr, Gerd Gruber, Robert Lukas, Franklin MacDonald, Rich Bronilla, Alexander Pallestrang, Darrel Scoville; Markus Schlacher, Markus Matthiasson, Philipp Lukas, Christoph Ibounig, Rob Shearer, Brad Purdie, Matthias Iberer, Mark Szücs, Gregor Baumgartner, Meier Martin Grabher, Pat Leahy, Daniel Oberkofler

La Dolomiten Cup

Programma:

  • Italia-Zugo 0-6
  • Colonia-Linz 4-2
  • stasera ore 17 a Brunico
    finale 3°/4° posto: Italia – Linz
  • stasera ore 20.30 a Brunico
    finale 1°/2° posto Colonia-Zug

Albo d’oro:

Info e biglietti al sito www.dolomitencup.it