L’addio a Ubaldo Castelli

(C.S. HC Lugano) – La famiglia bianconera piange oggi la prematura scomparsa per malattia di Ubaldo Castelli, estroso difensore che indossò la maglia bianconera tra il 1975 e il 1981.
Erano gli anni di Molina, Corti, Giudici, Agustoni, Aeschlimann e poi Pons, Schweizer, Côté, Koleff, Zarri, il giovane Gaggini, Iten, Jeker, Vogelsang, Lötscher, Von Gunten e tanti altri.
Due stagioni a Mezzovico con i finnici Rantasila e Leppä, il ritorno nella rinnovata Resega con lo statunitense Tom Vannelli e l’impresa di portare sulle rive del Ceresio gli olimpionici Pavelich e Harrington.
I primi passi insomma dell’era Mantegazza che di lì a poco avrebbe aperto le porte del Grande Lugano con la promozione al termine della stagione 1981-1982.
Alla moglie Patrizia e ai familiari le più sincere condoglianze.

(C.S. Ambrì Piotta) – Giocatore leventinese classe 1951, cresciuto nelle giovanili dell’HCAP, Ubaldo “Uba” Castelli vestì e giocò in Prima Squadra con la maglia numero 6 negli anni 1969-1974, dopo una prima apparizione con il numero 3 quale Juniores nel 1968-1969.
Difensore di ruolo, il suo estro sportivo si fece notare durante le cinque stagioni giocate con i colori BiancoBlù. Fu co-artefice del ritorno in LNA nella stagione 1969-1970, dove segnò ben 8 delle sue 18 reti in BiancoBlù. Nel complesso giocò 104 partite, realizzando 26 punti.
Il Consiglio di Amministrazione, i giocatori e i collaboratori dell’HCAP SA, unitamente a molti tifosi BiancoBlù, si stringono nel cordoglio e porgono ai famigliari le più sentite condoglianze.
I funerali avranno luogo venerdì 7 agosto 2009 alle 11.00 presso il Crematorio di Bellinzona. L’HCAP sarà presente, come da sua ultima richiesta, con il vessillo sociale.