Un torinese alla gabbia del Real

(C.S. Real Torino) – E’ Marcello Platé il nuovo goalie del Real Torino, torinese di nascita e residenza, il giovane portiere proveniente dall’HC Valpellice, rivestirà per la prima volta nella sua carriera il ruolo di titolare.
Portiere agile e rapido, con un ottimo senso della posizione e una buona reattività, ha fin’ora alimentato la sua carriera con un’esperienza da backup a Pontebba nel 2005-2006 come secondo di un certo Jimmy Canei (7 partite giocate con un 89,2% di parate a referto), per poi trasferirsi in Piemonte, con la casacca del Valpellice dove ha giocato come backup di Mark Demetz nelle ultime tre stagioni.
Nel 2006-2007 Marcello gioca appena 3 partite in stagione regolare compiendo un 86,8% di salvataggi, ma è ai playoff, dove in 2 apparizioni mostra il suo carattere: 2 shoot-out contro il Caldaro confermano il talento cristallino del torinese.

L’anno seguente, sempre in casa Bulldogs, trova spazio in 12 match, assestando su altissimi livelli la sua prestazione: 94,3% è la sua performance media in regular season, mentre ai play-off non delude con un ragguardevole 91,3% in 5 incontri.
L’anno scorso, ancora spalla di Demetz, esibisce un più modesto 87%, complice anche una sfortunata partita in quel d’Appiano dove, su 9 incontri appena, pesa massicciamente sulla media, tuttavia non lesinandosi anche l’ennesimo shootout personale.

Marcello è un portiere di talento, sulla cui capacità scommette il Real Torino, fornendogli l’occasione di compiere quel salto di qualità necessario per affermarsi come goalie titolare.
Nato a Torino il 6 Luglio del 1987, 177 cm per 79 Kg, eredita quel ruolo che fu di Federico Bobba con un compito che non sarà facile; ma per un torinese che veste la maglia della propria città, svestendo gli scomodi panni del backup valligiano è motivo di orgoglio, stimolo e grande voglia di fare bene: Marcello è determinatissimo ad entrare subito nel cuore dei tifosi e di mostrare tutta la sua torinesità e la sua indiscutibile capacità di essere un portiere titolare di livello.
La società, certa di puntare su un cavallo di razza da a Marcello il suo più caloroso benvenuto: da oggi a difendere la gabbia di Torino c’è uno di noi!