Preview Final Western Conference

La finale della Western Conference vede una di fronte all’altra due delle Original SIX, Detroit e Chicago molto sentita dunque la sfida tra le due squadre, che nella regular season hanno sempre fatto riempire di tifosi le arene, basti pensare alla classica partita del primo gennaio giocata all’aperto al Chicago’s Wrigley Field nel quale si sono assiepate 40.818 persone. L’ultima sfida tra le due formazioni nei playoff risale al 1995 e a vincere erano stati i Red Wings in 5 partite proprio nella finale di Conference, invece l’ultimo successo dei Blackhawks è del 1992 nel Norris Division Final battendo i Red Wings.

Vediamo il percorso fatto dalle due formazioni nei playoff, iniziando da Detroit: i Red Wings hanno  liquidato nei quarti di finale con uno sweep Columbus, mentre la successiva sfida contro i Ducks si è protratta fino a gara 7, con Detroit che ha faticato non poco per avere ragione dei paperi e del loro goalie Hiller.

Chicago invece ha eliminato le due formazioni Canadesi Calgary e Vancouver in sei partite dimostrando di poter sopperire alla poca esperienza della squadra (i Blackhawks mancavano alla post season dal 1995) con l’abilità dei propri giocatori con l’età media della formazione che è di 25 anni.

Vediamo il confronto tra queste due Franchigie iniziando dai due portieri: di Osgood cosa dire, non avrà l’abilità di Broduer tanto per citare uno dei migliori in circolazione, ma quando sente l’aria dei playoff si trasforma, per lui fino a questo momento sono in 11 partite ha totalizzato 8 vittorie 3 sconfitte con 24 gol subiti un GAA di 2.06 ed una percentuale di salvataggio del 9.21% con uno shutout messo a segno contro Columbus; e un altra cosa da ricordare sa come si vince la Stanley.
Per Khabibulin invece in 12 partite 8 vittorie 4 sconfitte 33 gol subiti con un GAA di 2.76 ed una percentuale di parate del .896%. Anche il goalie russo ha già vinto una volta la coppa nel 2004 con Tampa Bay.

Guardiamo adesso la difesa delle due squadre: per i Red Wings cosa dire tutti giocatori di prim’ordine che non fanno segnare gli avversari contribuendo però anche in fase offensiva sono infatti 7 le reti che i difensori di Detroit hanno segnato fino a questo punto.
Anche i Blackhawks hanno difensori con il vizio del gol sono infatti 6 le reti che vengono realizzate .
Le linee d’attacca delle due formazioni sono ben assortite e letali, il bomber dei Red Wings fino a questo punto è Johan Franzen con 8 gol 7 assist, mentre nelle fila di Chicago il miglior realizzatore è  Patrick Kane con 8 gol e 4 assist.

Serie che come detto si preanuncia interessante, i Red Wings se come al solito riusciranno a non far giocare l’avversario avranno buone chance, ma la rapidità ed imprevedibilità degli attaccanti di Chicago potrebbe mettere in crisi anche l’esperta difesa dei Red Wings.