Dominio dei Red Wings in gara 5

Anaheim Ducks-Detroit Red Wings 1-4 (0-0;1-2;0-2)

Red Wings in vantaggio 3-2 nella Serie.

I Red Wings scendono sul ghiaccio con tutta l’intenzione di non lasciare spazio ai Ducks, dunque subito forcing dei padroni di casa e due legni vengono colpiti uno da Franzen dopo 47 secondi dal primo ingaggio e l’altro da Filppula al 08:48; molto fortunati i paperi che dal canto loro per tutto il primo tempo non hanno praticamente tirato verso Osgood ( 3 tiri dei Ducks contro i 14 dei Red Wings).
Una netta superiorità che sfocia nel secondo periodo al minuto 03:23 nella prima rete per i padroni di casa la realizza Franzen (Abdelkader-Ericsson) che con questa si porta a quota 7 reti nei playoff goleador di Detroit. Passano pochi secondi ed Hiller subito viene impegnato da Datsyuk però il goalie svizzero si salva ma non è finita e Hudler (Zetterberg-Lebda) con una deviazione al volo sul rebound del goalie di Anaheim porta a 2 le reti dei padroni di casa.

Zetterberg protagonista con i suoi Red Wings

Zetterberg protagonista con i suoi Red Wings

I Ducks in superiorità numerica cercano di rialzare la testa, e segnano il gol del 2-1 con Whitney (Christensen-Ebbett), è un momento buono per gli ospiti che insistono nel terzo difensivo dei Red Wings Selanne inventa un assist d’oro per Christensen ma Osgood si supera respingendo la prima deviazione per poi arpionare il puck con la pinza per impedire il rebound.
Nel terzo periodo le operazioni vengono riprese in mano dai padroni di casa che in contropiede hanno una prima opportunità con Hossa  al 18:27, ma l’attaccante si fa ipnotizzare da Hiller; la pressione è però costante e solo Hiller mantiene in vita i paperi.
Al minuto 16:52 Helm (Zetterberg-Cleary) mette la parola fine alla sofferenza degli ospiti con il gol del 3-1, poi Zetterberg (Lidstrom-Datsyuk) al 19:08 a porta vuota arrotonda solo il risultato.

I Red Wings riescono a giocare alla loro maniera e per i Ducks non c’è nulla da fare, riescono a creare dei problemi ad Osggod (16-17) solo nel secondo periodo, per il resto è un monologo Detroit con Hiller (34-37) che limita i danni; grande prestazioni per Zetterberg autore di 1 gol 2 assist ed un +3 finale.