L’Austria si mangia l’Ungheria

Austria – Ungheria 6-0 (1-0, 3-0, 2-0)

di Simone Quargnal

Prima partita del relegation round e prima vittoria per le aquile biancorosse, che strapazzano gli uomini di Pat Cortina con un pesante 6-0.

Paradossalmente, la partita inizia con un’Ungheria vivace e ordinata, che mette subito in difficoltà gli Austriaci, soprattuto in fase di costruzione di gioco. Le occasioni da rete però tardano ad arrivare e la partita si sblocca solo a causa di un errore del terzino magiaro Tokaji, che perde il controllo del disco permettendo a Thomas Koch di segnare il primo dei suoi tre gol.
Nel secondo periodo, l’Ungheria conferma i limiti mostrati nelle partite precedenti (fa eccezione la straordinaria prestazione contro la Slovacchia): la squadra tende a “finire la benzina” piuttosto presto, lasciando grandi spazi agli avversari e pressando sempre meno. Così l’Austria dilaga: prima con Koch, poi con Setzinger e poi, al 14′, con Thomas Vanek, la vera stella del team, in powerplay.

I biancorossi, chiusa la partita, allentano la pressione, rimanendo sempre in pieno controllo della situazione: negli ultimi due minuti della partita fissano il pesante risultato con Koch prima e con Kasptiz poi.
Vanek e Koch chiudono la gara con tre punti ciascuno, mentre il goalie magiaro Szuper può – ironia della sorte – dirsi soddisfatto: ha infatti compiuto 54 parate, fronteggiando 60 tiri, contro i “soli” 28 del collega Bruckler.

Il prossimo turno del relegation round si giocherà domenica pomeriggio: l’Austria affronterà i cugini tedeschi mentre l’Ungheria andrà in cerca della prima vittoria contro la Danimarca.