Il 60° minuto 15/04/2009

NY Rangers-Washington 4-3 (0-0;3-2;1-1)

Rangers in vantaggio 1-0 nella serie

I Capitals sbagliano il debutto ai playoff perdendo in casa contro i Rangers; la franchigia di Washington, spinta da tutti i tifosi del Verizon Center vuole in questa post season arrivare lontano, l’inizio di match è intenso giocato a mille dai Capitals, ma dall’altra parte LUNDQVIST fa gli straordinari e bombardato da OVECHKIN e company resiste alla grande parando tutti in 14 tiri.
Il gol è però nell’aria, nel secondo periodo al 6.40 in situazione di PP segna FLEISCHMANN (OVECHKIN-GREEN).
Il primo gol dei Capitals sembra un prologo ad una gran serata per i padroni di casa, che però invece di insistere ed incrementare il vantaggio lasciano l’iniziativa agli ospiti che non si fanno pregare e trafiggono tre volte il povero Theodore prima GOMEZ al 7.39, poi in PP due volte una con 80 ANTROPOV (GOMEZ-MARA) al 16,49 e poi NASLUND (GOMEZ-REDDEN) due minuti dopo.

Dopo aver subito per tutto il secondo tempo, proprio negli ultimi minuti si rivedono i Capitals con KOZLOV (BACKSTROM-ERSKINE) che accorcia le distanze, è il minuto 19.11.
Dopo la probabile strigliata subita negli spogliatoi la squadra di Washington ritorna sul ghiaccio carica e pronti via c’è il pari firmato da SEMIN (OVECHKIN-GREEN) in superiorità numerica; i Capitals ricominciano a giocare come nel primo periodo ma DUBINSKY (NASLUND-ANTROPOV) piazza all’11:43 il quarto gol che nonostante i tentativi dei padroni di casa risulterà il gol vittoria.

I Capitals sono puniti per aver concesso troppa libertà ai Rangers che dal canto loro sono stati abili a sfruttare l’occasione avuta; tutti davano la squadra di NY come vittima sacrificale di questo primo ma questa gara 1 ha detto il contrario