Svezia – Elitserien: Quarto round di Semifinale

di CFS

Frölunda-HV71 1-6. Squadre che tornato in parità nella serie. Il Frolunda parte bene con il gol di Lars Eller dopo due minuti di gioco. Il periodo scorre senza grandi sussulti, con le squadre che giocano ma portieri e difese sono ben attenti. Nel secondo periodo gli ospiti pressano in attacco alla ricerca del pareggio che arriva con Laine alla fine di un power play, servito da Beech sulla linea blu. L’HV71 sembra più reattivo e trova il gol del vantaggio con Thornberg. Nel terzo periodo dormita colossale degli "Indiani" con Tedenby che si beve la difesa e con tiro centrale beffa Holmqvist. Occasione per il Frolunda ma Liv ribatte con il gambale ed il disco finisce sulla stecca di Voutilainen che parte in contropiede ma Holmquist para. Vari capovolgimenti di fronte, Liv ferma il puck con maestria su tiro di Fabricius, sul fronte opposto Holmqvist ferma il contropiede di Thornberg. Micidiale però il power play dell’HV71 con Beech che dall’ingaggio dal proprio terzo difensivo recupera il disco e si lancia in uno contro zero battendo Holmquist per il quattro a uno. Il Frolunda prova a togliere il portiere a quasi 5 minuti dal termine, ma l’impresa di recuperare tre gol è ardua e nonostante il Frolunda cinga d’assedio la porta difesa da Liv, l’HV71 appena può recupera il disco va a segno a porta vuota.

La sesta marcatura, sempre a porta vuota è di Staal a neanche un minuto dalla fine, che recupera un disco a metà ghiaccio e con un tiro centrale va a segno per il 6 a 1 finale.

Färjestads-Skellefteå 3-2. Färjestads prima finalista, ma ci sono voluti ben 5 periodi per poter avere ragione di uno Skellefteå che non ha lasciato nulla di intentato. Padroni di casa subito all’attacco, con Dalhberg che ha il suo bel d’affare a difendere la propria porta dai continui attacchi di Somervuori e compagni, bravissimo per tre volte, sul batti e ribatti a negare il gol a Paulsson. Ospiti che riescono comunque a passare in vantaggio sul finire del primo periodo con Moran che distanza ravvicinata, servito da dietro la porta da Söderberg, interrompendo così l’imbattibilità di Gustavsson dopo tre partite. Skellefteå aggressivo nel secondo periodo che trova subito il raddoppio con Forssell. Si deve arrivare alla fine del periodo ed al power play per vedere il primo gol del Färjestads con tiro dalla blu e sulla ribattuta del portiere è Wallin a tirare con il disco che sfila tra le gambe del portiere ed è Goren a spingerlo in rete. Perché il Färjestads possa impattare la partita, bisogna attendere la metà del terzo periodo quando Dalhberg, dopo essere riuscito a respingere in sequenza gli attacchi di Jonsson e Åslund, nulla può sul tiro di Nordström. Si arriva così al primo overtime, dove uno scatenato Färjestads prende di mira la porta difesa da Dahlberg che però para tutto. Ci vuole la superiorità numerica nel secondo supplementare per il "golden gol" che arriva dalla stecca di Somervuori che recupera un disco “vagante” perso da un compagno davanti alla porta e di rovescio batte un incolpevole Dalhberg che nulla può ed il Färjestads può festeggiare vittoria e passaggio di turno