Anche gara tre finisce all’overtime

di Christopher

RITTEN SPORT – BOLZANO 2-3dts (0:1)(1:0)(1:1)(0:1)

Un gol fantasma regala la vittoria al Bolzano. Gara tre di finale scudetto è stata una gran bella gara giocata con intensità martedì sera all’Arena Ritten. Grandi emozioni e gran ritmo di gioco.

Nel primo tempo occasioni da una parte e dall’altra. Ci vogliono undici minuti di gioco per vedere il primo gol della serata. Spinell fuori per due minuti seguito a ruota da Astashenko per un doppio power play per i biancorossi. Josh Olson tira in porta e sulla corta respinta di Cloutier è Fraser Clair a firmare il vantaggio. Al 13’43” Mark Smith con un gran diagonale impegna Hakkinen. Poco più tardi Nicolas Corbeil entra duro su Borgatello, per fortuna il terzino meranese non s’infortuna e rientra sul ghiaccio.

Occasione poi per Astashenko di andare a rete ma non centra la porta. Sul finire del periodo è la volta del Renon ad avere una doppia superiorità con Olson e R.Ramoser in panca puniti ma nulla si concretizza. La prima frazione si chiude col minimo vantaggio ospite.

Nella seconda frazione il Bolzano aumenta il ritmo cercando di raddoppiare. Proprio nella miglior fase del Bolzano il Renon colpisce. Fritz Ploner tira in porta, deviazione volante di Tudin che firma il pareggio. Nel finale di tempo ancora occasioni ma nulla di più. Entrambe le squadre nei spogliatoi col risultato di uno a uno.
Al 49’37” azione chiave della gara: il Renon subisce penalità per sei uomini sul ghiaccio, in panca va Lorenz Daccordo. Il power play biancorosso non si fa attendere ed il rientrante Jamie Schaffsma (per turn-over non giocava dalle semifinali) porta a due le marcature per il team targato Interspar. Quando nessuno dava ancora una lira per il pareggio, al 55’42" Astashenko colpisce e pareggia per il 2 a 2. Ad un minuto dalla fine Scandella spreca un’occasione d’oro buttando il disco sopra la traversa. Finisce in parità la partita dopo i 60 minuti regolamentari e si va al overtime.

Al 64’41” Roland Ramoser tira in porta, il portiere Frederik Cloutier para sulla linea di porta, il giudice di porta non accende la luca rossa del gol mentre l’arbitro Metelka decide che è gol e manda così tutti a casa tra le proteste dei padroni di casa. Il Bolzano si aggiudica così anche gara 3 e giovedì in quel del Palaonda cercherà di sfruttare il primo match-point, mentre il Renon tenterà nella difficile ma non impossibile rimonta.

Tabellino:
Primo periodo: 12:04 FRASER C.(OLSON J.)
Secondo periodo 29:40 TUDIN D.(PLONER F.,MIFSUD S.)
Terzo periodo: 51:10 SCHAAFSMA J.(FRASER C.); 55:42 ASTASHENKO K.(SMITH M., MATHER S.)
Overtime 64:41 RAMOSER R.