Svezia – Elitserien: Terzo round di semifinale

di CFS

Skellefteå-Färjestads 0-6. Si cambia campo ma il risultato non cambia, il Färjestads si ripete e si porta sul tre a zero nella serie. Troppo forte l’attacco degli ospiti che nel primo periodo schiacciano gli avversari nel loro terzo difensivo. Pochi minuti di gioco e gli ospiti vanno in rete con tiro centrale di Vallin servito da dietro porta da Åslund. Lo Skellefteå che non riesce a sfruttare un paio di superiorità numeriche, ha poi un’occasionissima con Moran che intercetta il disco nel proprio terzo e s’invola verso Gustavsson che è abile a fermare il tiro da distanza ravvicinata. Nel secondo periodo in power play Sevc non si lascia scappare l’occasione per raddoppiare. Skellefteå che si fa vedere in attacco con Rundblad e Söderberg, ma Gustavsson para tutto. Sul finire del periodo gli ospiti finalizzano nuovamente una superiorità numerica con il disco che circola sulla linea blu portato da Granak che cede poi a Nordström che tira ed insacca. Nel terzo tempo i padroni di casa, sostenuti dal pubblico della Kraft Arena che non smette mai di cantare, ci provano a superare il muro eretto da Gustavsson ma senza successo. E’ invece Åslund che nel giro di due minuti supera per ben due volte Hadelöv a spegnere le speranze dello Skellefteå, che subisce anche la sesta rete ad opera di Kåberg con tiro angolato in power play. Da rimarcare il terzo shuut-out consecutivo di Gustavsson.

HV71-Frölunda 1-3. Gli “indiani” espugnano la Kinnarps Arena e si portano in avanti nella serie. Padroni di casa che nel primo periodo stazionano nel terzo avversario e sfiorano il gol con Laine che, partito in contropiede, centra l’incrocio dei pali con Holmqvist ormai a sul ghiaccio, mentre dall’altra parte è Pettersson a provare l’uno contro zero ma Liv para. L’HV71 riesce a passare in vantaggio ad inizio del secondo periodo con Piros che ribatte in rete il disco respinto su tiro di Thörnberg; Holmqvist è bravo poi a negare il gol a Staal da distanza ravvicinata. Sono però gli ospiti ad impattare ed ad allungare nel giro di cinque minuti ad inizio del terzo periodo con doppietta di Pettersson: primo gol da sottoporta su assist di Lasu che gira dietro la gabbia e passa al compagno, il secondo con azione personale con tiro angolato e disco che s’infila sotto l’incrocio dei pali, imprendibile per Liv. L’HV71 prova a pareggiare con sei uomini di movimento negli ultimi due minuti di gioco, ma ne approfitta Pohl dalla linea rossa di metà ghiaccio per segnare a porta vuota il terzo gol per il 3 a 1 finale.