6 a 0 al Gherdeina in Gara 3.. la VALPE è in FINALE!!

Con un rotondo 6 a 0 la Valpe vince anche Gara 3 di semifinale ed approda,
sinora imbattuta nei playoff, alla terza finale consecutiva.

La partita è stata la sintesi di quanto fatto vedere dai Bulldogs sinora;
concentrazione, intelligenza, esperienza, classe e un’indubbia superiorità di
squadra che premia il lavoro di coach Da Rin e di tutti gli uomini scesi in
pista dal portiere Demetz, stasera strepitoso, all’ultimo della terza linea.

Sono 2.000 gli spettatori che già nel pre partita applaudono il “Capo”, Mauro
Viglianco, premiato dal presidente Barbero e da Dino Grossi come miglior
giocatore della Valpe di tutti i tempi: commozione, standing ovation e poi l’
arbitro Cavazzana, sicuramente migliore di come ce lo ricordavamo, scodella il
primo disco.

Dopo 1.14 la Valpe dà il primo scossone; da Lefebvre a Petrov per l’
accorrente Virta che scarica la solita fucilata alle spalle di Grossgasteiger.

Poi c’è la veemente reazione gardenese che esalta il miglior uomo in pista,
Spider Mark Demetz, che inchioda tutti i tentativi degli ospiti con alcune
parate capolavoro e consente, grazie anche ad un palo amico, di chiudere il
primo tempo in vantaggio malgrado tre inferiorità numeriche ben giocate da
Grossi e compagni.

Il secondo tempo si apre con la seconda sberla; è Stricker, in superiorità
numerica a 22.28, a finalizzare un’azione di Siren e Silva riprendendo la
respinta del portiere.
Questa volta gli attacchi gardenesi sono meno convinti e la Valpe gestisce
con più tranquillità il possesso disco esprimendosi, appena possibile, in
ariose azioni che impiensieriscono l’estremo ospite.

Il terzo tempo è un capolavoro; si attende la sfuriata dei ladini ed invece è
ancora Stricker a 40.36 (33° goal stagionale) innescato da Grossi – Silva a
triplicare. Bourassa e compagni crollano, per stanchezza e scoramento, e la
Valpe dilaga; il quarto goal arriva a 50.06 con Silva che tira una legnata nel
“sette” su lancio di Ermacora e Stricker poi è lo stesso italo – svizzero a
segnare la quinta rete su assist al “bacio” di Stricker e Petrov, infine è
ancora l’arciere Frank de Frenza a siglare la sesta e definitiva rete (la sua
29^ personale) a 57.28 dopo splendida discesa di Runer azionato da Lefebvre.

Poi è solo tripudio sugli spalti ed alla fine anche in pista. “More 3 win
again” dice De Frenza… ancora 3 vittorie per questo attesissimo titolo che
vede la Valpe per la terza stagione di fila giocare la finale; segno di grande
continuità da parte della Società e dell’ambiente che, come sempre, ha risposto
con passione ed assiduità tutto l’anno.

L’avversaria è sinora sconosciuta; il Vipiteno è in vantaggio 2 a 1 nella
serie contro il Caldaro ma venerdì sera sarà ospite dei Lucci.. c’è odore di
gara 5!

Per i ragazzi di Da Rin invece sarà una settimana di riposo e training in
vista di Gara 1 di Finale che si disputerà mercoledì 18, ore 20.30, al Cotta
Morandini.