H.C. Valpellice: vinta Gara 1 per 6 a 4 sul Gherdeina

di Paolo Vola

VALPELLICE – GHERDEINA 6 -4 (3:2)(2:1)(1:1)

Gara 1 di semifinale va strameritatamente alla Valpe per 6 a 4 che domina il match ben al di là di quanto dica il punteggio davanti ai “soliti” 2.000 entusiasti spettatori del Cotta Morandini.
Da Rin, che ha sempre fuori Canale per infortunio, schiera le due “superlinee playoff” con Petrov centro e Lefebvre – De Frenza ali e Silva con Grossi – Stricker. In terza si parte con Coco – Mondon – Vignolo per poi inserire anche
un buon Famà. Dietro Zandonella – Siren; Virta – Ermacora e Runer – Tremolaterra. Sarà la grande partita dello Zar Sasha Petrov (3 goal e 2 assist) e dei suoicompagni di linea con Lefebvre 1 goal + 5 assist (tutti decisivi) e De Frenzacon 2 reti e 2 assist.
Eppure tutto sembrava compromesso dopo soli 55 secondi a causa di una micidiale doppietta del capocannoniere Fournier che sfruttava due incertezze della retroguardia valligiana. Ma i biancorossi non si scompongono e cominciano a macinare gioco; a 2.27 è De Frenza che sfrutta la deviazione di un difensore per accorciare le distanze poi è Petrov a 4.48 ad impattare ben servito dai compagni di reparto. La rimonta si concretizza a 11.01 con Lefebvre lesto a ribattere in rete una deviazione di Grossgasteiger su tiro di Virta assistito da Petrov in

powerplay. Poi ancora solo e tanta Valpe con ben 21 tiri scagliati contro la porta dei ladini dove solo un grande Grossgasteiger e i pali impediscono una larga goleada alla fine del primo tempo.
Nel secondo i ritmi si placano ed il match si fa più equilibrato anche se sono sempre i Bulldogs a macinare gioco. A metà periodo ed allo scadere della penalità di Lefebvre è Perna a trovare lo spiraglio giusto per il 3 a 3. Ma subito è lo scatenato Petrov a dare il nuovo vantaggio Valpe a 30.55 su assist di Virta – Lefebvre ed è Frank De Frenza a spingere in rete il solito sontuoso passaggio di Lefebvre a 33.29 per il 5 a 3 che chiude la seconda frazione.
Nella terza spinge di più il Gherdeina che praticamente non toglie mai dalla pista i suoi uomini migliori con un Bourassa onnipresente a rovesciare dischi e tiri verso la porta di Demetz. A 49.29 arriva la rete gardenese ancora con Perna (4 punti per lui stasera) assistito casualmente da Fournier e Bourassa. Ora si teme la beffa ma è ancora lo Zar Petrov a 3 minuti dalla sirena finale ad insaccare su ennesima gemma di Lefebvre e De Frenza per il 6 a 4 finale che paralizza le ulteriori velleità degli ospiti.
Detto della stellare prima linea valligiana non va sottovalutato il grande lavoro di capitan Grossi, Silva e Stricker che non hanno trovato, per sfortuna e per l’abilità del goalie gardenese, anche loro la meritata marcatura. In difesa qualche leggerezza che ha fatto un po’ arrabbiare Da Rin e che ha consentito le reti del Gherdeina, micidiale a sfruttare le rare occasioni
concesse; strepitosa per tranquillità ed autorità la prova di Zandonella e dei sui compagni di reparto.
Buona la prova dell’arbitro Mirrione che ha ben controllato un match che ad un certo punto poteva innervosirsi per le provocazioni e le sceneggiate di
Kevin Senoner & C…. aspettiamocene comunque altre a cominciare da domenica allo Stadio Pranives di Selva per Gara 2; inizio del match alle ore 20.45 con diretta su RBE e un pullman di tifosi al seguito più macchinate varie.