Svezia – Elitserien: Play-off time!

di CFS

Dopo una stagione che ha visto grande equilibrio tra quasi tutte le squadre dove bastava una vittoria per restare nelle parti alti della classifica ed un paio di sconfitte per finire nelle retrovie, la squadra più regolare si è dimostrata il Färjestads che ha nel portiere Jonas Gustavsson una delle “armi” migliori, supportato da un’ottima difesa che ha chiuso la regular season in testa con 99 punti. A seguire, a debita distanza, un terzetto formato da Linköpings, Frölunda e HV71: se i “Leoni” vicecampioni uscenti sono stati costanti nel rendimento, gli “Indiani” grazie ad un rush finale ottimo, cinque successi su cinque partite, sono riusciti a sorpassare i campioni in carica troppo discontinui nelle ultime uscite. A metà classifica troviamo il Luleå tenuto a galla da un buon Modig tra i pali e da Omark in attacco. A seguire un altro terzetto con lo Skellefteå che dopo un buon inizio è andato calando nel corso della stagione, un Brynäs che ha “veleggiato” in testa alla classifica per il primo quarto di campionato e che forse ha pagato lo scotto di giocare con la “linea verde” mettendo però in mostra un giovanissimo Jacob Markström (classe 1990) a difesa della gabbia, mentre un deludente Timrå, che deve buona parte delle vittorie ai successi nei tempi supplementari(ben sette su otto), a fatica è riuscito ad acciuffare l’ultimo posto utile per accedere ai play-off. La sorpresa negativa è di sicuro il Modo, a cui non sono bastati i 30 gol e 29 assist di Skröder (top score del campionato) ed i 53 punti di Sundström per giocarsi l’accesso alla fase finale; allo stesso tempo anche il Djurgårdens “resta al palo” al quale non basta un ottimo Bremberg in attacco per disputare il girone di finale. Per sperare di giocare la prossima stagione ancora nell’Elitserien, dovranno passare per la “Kvalserien” il Rögle, matricola che per metà campionato ha retto il ritmo delle migliori ed ha fatto sperare che capitan David Johansson potesse portare la squadra ad un risultato finale diverso, ed il Södertälje, che nonostante il cambio di allenatore a dicembre da Leif Strömberg a Jim Brithén (che ha voluto come assistente Thomas Sjögren, ex Milano Vipers) non è riuscito ad abbandonare il posto di fanalino di coda.

Gli accoppiamenti:
Färjestads – Brynäs
Linköpings – Skellefteå
Frölunda – Luleå
HV 71 – Timrå